Come utilizzare il pane raffermo

come utilizzare il pane raffermo
Il pane raffermo non piace a tutti; sia bianco, integrale o baguette, alla fine viene sempre gettato per mangiare il pane fresco di giornata.

Sapete che il pane raffermo si presta a tantissime ricette molto saporite? A tal proposito vi illustreremo alcune alternative interessanti per la cucina che di sicuro vi saranno utili.
Come utilizzare il pane raffermo

Pangrattato

Il pangrattato si rivela sempre utile in cucina. Basta solo frullare il pane dei giorni precedenti. Tagliatelo a fettine e trituratelo fino a ottenerne una buona quantità.
Assicuratevi che il pane sia realmente duro; in questo modo, sarà più semplice triturarlo più finemente. Prima di utilizzarlo per le vostre impanature è preferibile aspettare due giorni in modo che sia più secco e croccante.

Frittelle

Le frittelle di pane sono un’ottima soluzione per quando vi rimangono uno o due filoni di pane raffermo. Di seguito la ricetta per prepararle.
Ingredienti

  • Un filone di pane duro
  • 250 ml di latte
  • Un uovo
  • 40 grammi di zucchero
  • 20 grammi di cannella
  • 40 grammi di olio di semi di girasole

Preparazione

  1. Dopo aver tagliato il pane a fette inzuppatelo nel latte mescolato con la cannella
  2. Passatele nell’uovo sbattuto, su entrambi i lati
  3. A questo punto, friggete le fette di pane in una padella con un goccio d’olio di semi di girasole caldo
  4. Infine spargete dello zucchero sopra e servite ancora calde

Crostini

I crostini sono l’ideale per accompagnare zuppe e vellutate, ma anche per realizzare guarnizioni particolari; vediamo la ricetta
Ingredienti

  • Mezzo filone di pane duro
  • Olio di oliva
  • Erbe aromatiche come timo od origano

Preparazione

  1. Prendete il pane e tagliatelo a fette spesse e poi a quadretti
  2. Fatto ciò, friggeteli con dell’olio: se lo preferite potete aggiungere qualche spezia o pianta medicinale come timo oppure origano
  3. Quando i crostini saranno ben dorati, potete toglierli dal fuoco
  4. Utilizzate della carta assorbente per eliminare l’eccesso di olio.

Tartine
Basta avere fantasia e potremo preparare tartine originali per i vostri pranzi o per le occasioni speciali senza dover spendere soldi nelle classiche fette di pane tostato. Ecco come procedere:

  1. Tagliate il pane raffermo a fette sottili
  2. A questo punto, tostatele per qualche minuto nel forno con un po’ di olio, pepe e origano.
  3. Una volta dorate e croccanti, potete aggiungere il condimento in cima

Come ben sapete si tratta di ricette semplicissime. L’unica raccomandazione è quella di usare il pane raffermo vecchio non più di 3 o 5 giorni; trascorso questo lasso di tempo, assicuratevi che non ci sia della muffa.

E a proposito di pane; sapete che è semplicissimo prepararlo in casa? A tal proposito vi rimandiamo alla lettura dell’articolo “Come fare il pane in casa”

Pubblicato da Anna De Simone il 22 maggio 2015