Come trascorrere un San Valentino eco-romantico

San Valentino è alle porte, avete già idea di come trascorrerlo e di cosa regalare al vostro partner? Se per questo anno volete stupirlo ma volete al contempo rispettare l’ambiente, potete seguire pochi e semplici consigli così da passare una giornata di San Valentino all’insegna dell’amore sì, ma sia per il partner che per l’ambiente!

Tale guida è rivolta a tutti, non pretendiamo di trasformarvi in piccoli artigiani così da farvi costruire sculture o gioielli con materiali riciclati, l’inventiva e la creatività certamente vi saranno d’aiuto in tali imprese, ma questo articolo non contiene nulla di tutto ciò e anche il più maldestro può trascorrere una giornata di San Valentino all’insegna del romanticismo e dell’ecologia.

La prima cosa è la scelta del regalo di San Valentino. Due grandi classici: fiori e cioccolatini. Certo, i baci perugina sono un cult, ma cosa ne dite di acquistare una cioccolata ecosostenibile? Numerosi punti vendita hanno un reparto dove potete trovare biscotti e cioccolatini prodotti nelle zone dove le piante di cacao crescono spontaneamente, così da poter regalare un prodotto autentico, senza conservanti, sostanze chimiche e soprattutto a basso impatto ambientale. Un consiglio simile può essere fatto per i fiori, se proprio li trovate necessari perché siete degli inguaribili romantici, comprateli da un fioraio che li coltiva localmente oppure potete acquistarne presso una fiera certificata, nel periodo di San Valentino in molte zone d’Italia si tengono fiere del genere.

Tra i regali più raffinati ci sono gioielli e vacanze. Anche in questo caso si possono fare scelte ecquo-solidali. In commercio esistono molti gioielli che non sfruttano alcuna risorsa ambientale, ecco un articolo in cui ne suggeriamo alcuni. Mentre per l’uomo, se si vuole scegliere un orologio anche in questo caso vi è l’alternativa ecologica. Un regalo per San Valentino più dispendioso ma sicuramente apprezzato, potrebbe essere quello di un weekend fuori. L’Ecoturismo è ormai abbastanza diffuso ma per farvi capire bene a cosa potete andare incontro, vi consigliamo la lettura di “Viaggiare in modo Etico“. Se il regalo è una cena romantica, concedetevela in un ristorante a chilomtri zero oppure fate qualcosa di meglio: per stupire il vostro partner preparatela a casa, rifornendo il frigo di prodotti freschi comprati da agricoltori e allevatori locali che di solito sono anche più economici del reparto bio degli ipermercati.

Un altro cult, tra i regali di San Valentino è la biancheria intima, qui potete scegliere capi realizzati in Lenpur, una speciale fibra ricavata dagli scarti li legno che, al contrario dei classici tessuti sintetici, ha un impatto ambientale di gran lunga minore. Se il regalo consiste in una maglia, un iPod o semplicemente un qualsiasi accessorio, potete decidere di confezionarlo senza uccidere alberi superflui. Nastri, biglietti, buste, scatole e carte da regolo possono essere ricavate da altrettante carte. Ricordate, il confezionamento andrà comunque a finire nell’immondizia! Non ci vogliono grosse abilità manuali, basta davvero poco, talvolta anche la sola carta del pane può regalare una confezione originale ed easy. Per le confezioni possono essere utilizzati vecchi giornali, ritagli, un mix di cartone e tessuti.

Pubblicato da Anna De Simone il 10 febbraio 2012