Come sverniciare il legno con il fai da te

come sverniciare il legno

Come sverniciare il legno: consigli per l’uso della soda caustico, dello sverniciatore chimico, della carta vetrata, della levigatrice o della pistola ad aria calda.

Se in casa avete mobili in legno che necessitano di essere restaurati, non necessariamente dobbiamo rivolgerci al restauratore. Restaurare un mobile non è molto complicato: basta avere po’ di pazienza e una buona dose di manualità. Se vi manca l’esperienza, non cimetatevi nel restauro di mobili pregiati ma provate con vecchie persiane o altri complementi in legno più sacrificabili alla vostra pratica.

Quando volete restaurare complementi, la prima cosa da fare è quella di togliere la vernice dal legno. A tal proposito di seguito trovate tutte le indicazioni utili su come sverniciare il legno con il fai da te.

Per maggiori informazioni sul restauro di un vecchio mobile, vi rimandiamo all’articolo Come rinnovare un vecchio mobileCon il restauro del legno dovrete imparare a modellare lo stucco per sanare eventuali crepe, a levigare le superfici ma soprattutto dovrete imparare a esercitare la vostra pazienza, anche per la sverniciatura! Se la vernice è molto rovinata e tende a sfaldarsi, sverniciare il legno sarà semplice, in caso contrario dovrete ripetere l’iter più e più volte per ottenere buoni risultati.

Se avete qualche dubbio potrebbe essere una buona idea incominciare con un mobile di poco valore: in questo modo farete un po’ di pratica. La prima operazione di restauro da eseguire sul mobile è la sverniciatura che consiste nel levare gli strati di vernice dal legno e recuperare la superficie al suo stato originale.

Come sverniciare il legno con lo sverniciatore

  • 1 sverniciatore gel
  • 1 paglietta metallica grossa
  • 1 recipiente con un pennello
  • 1 paio di guanti in gomma molto resistenti
  • 1 mascherina di protezione
  • 1 rotolo di nastro di carta
  • 1 pennello piatto media misura

Come sverniciare il legno, le precauzioni

Prima di procedere con la sverniciatura assicuratevi di operare in completa sicurezza. Tali precauzioni sono valide sia per l’uso di uno sverniciatore chimico sia per l’uso della soda caustica per svernicare il legno.

  • Indossate guanti e mascherina
  • Posizionate il mobile in un locale ben areato facendo parecchie pause
  • Togliete tutti gli accessori che compongono il mobile e smontatelo quanto più è possibile
  • Proteggete con del nastro di carta le rotture o fessure che poi dovranno essere sistemate

Come sverniciare il legno con lo sverniciatore, la procedura

  1. Versate del gel nel recipiente e stendete sul mobile con un pennello abbondantemente, facendo piccole parti alla volta: il gel tende a evaporare e ad asciugarsi con velocità
  2. Lasciate agire per almeno venti minuti
  3. Fatto ciò, utilizzate la paglietta per togliere il gel, facendo una discreta pressione: la paglietta va usata sempre nel senso della vena del legno per non segnare il mobile
  4. Passate più volte il gel fino a quando la vecchia vernice non sarà andata via
  5. Successivamente proseguite su ogni parte del mobile, cassetti, piedi compresi
  6. Togliete il nastro dopo la sverniciatura e pulite con la paglietta i residui di vernice rimasti.

Quale sverniciatore scegliere?
In commercio esistono molti sverniciatori, se la vernice da eliminare è molto rovinata e il legno nudo si intravede tra le crepe superficiali, potete scegliere uno sverniciatore chimico più blando. In caso contrario vi consigliamo un prodotto tipo “super sverniciatore”, più potente e che riesce ad agire anche sul legno laccato.

Link utili: super sverniciatore in gel
Il prodotto agisce in 5 minuti e arriva a rimuovere fino a 10 mani di vernice per ogni passata. Su Amazon si compra con circa 23 euro con spese di spedizione comprese nel prezzo.

Sverniciare il legno con la soda caustica

La soda caustica è estremamente tossica quindi vi sconsigliamo l’applicazione fai da te di tale metodologia. Nonostante la tossicità della soda caustica, il suo impiego per sverniciare il legno è molto diffuso dagli operatori di settore che indossano guanti, mascherina e divisa protettiva. La soda caustica è uno sverniciatore molto aggressivo, quindi indossate abiti da lavoro vecchi che possono rovinarsi.

Per sverniciare il legno con la soda caustica, diluite 150 gr di prodotto per ogni litro d’acqua calda che intendete usare.

Versate la soda caustica nell’acqua calda e mescolate gradualmente con un listello di legno.

Con un vecchio pennello o con un tampone fai da te realizzato con un listello in legno sul quale avrete avvolto vecchi stracci, tamponate la soluzione sul mobile da sverniciare.

La soda caustica è molto corrosiva: tamponatela sulla vernice e lasciatela agire fin quando non avrà rimosso il colore. Usate una spatola per rimuovere la poltiglia di soluzione acquosa contenente soda caustica e vecchia vernice.

Come sverniciare il legno manualmente

L’uso della carta vetrata e delle levigatrici, può essere consigliato per superfici piane, facili da gestire e soprattutto non molto estese. Per la sverniciatura manuale del legno vi invitiamo a seguire la guida come rinnovare persiane, la guida parla di persiane in legno ma la stessa tecnica si può applicare a qualsiasi superficie in legno.

Chi intende usare una levigatrice per sverniciare il legno dovrà fare molta attenzione.

La sverniciatura del legno può essere eseguita per riscaldamento (con pistola ad aria calda), per sciogliemento (soda caustica, sverniciatore chimico) o per abrasione (carta vetrata, smerigliatrice, levigatrice, raschietto…). L’abrasione è senza dubbio il metodo più economico ma anche quello più rischioso perché basta una leggerezza per rovinare il nostro supporto di legno. Per sverniciare il legno con la levigatrice, si dovrà usare una levigatrice a nastro da passare con estrema delicatezza.

Per la sverniciatura con pistola ad aria calda vi invitiamo a leggere l’articolo sverniciare il legno.

Pubblicato da Anna De Simone il 5 settembre 2016