Come sostituire il lievito

 

come sostituire il lievito

Come sostituire il lievito: consigli e istruzioni per sostituire il lievito di birra in tutti i prodotti da forno, sia salati che dolci. Dosi, indicazioni e procedure fai da te per sostituire il lievito di birra o il lievito chimico.

Chi ha un problema di intolleranza al lievito può iniziare a tagliare un gran numero di prodotti da forno, oppure, adottare strategie per sostituire il classico lievito di birra.

Attenzione!
Molti consumatori riferiscono di soffrire di “intolleranza al lievito” ma spesso i sintomi sono più riconducibili ad altre problematiche come aerofagia, intolleranza al lattosio, problemi di squilibrio alla flora batterica intestinale… Prima di eliminare completamente i prodotti lievitati o sostituire con altri mezzi il lievito, leggete il nostro articolo dedicato alla “intolleranza al lievito“.

Sostituire il lievito con la pasta madre o lievito naturale

Uno dei metodi più efficaci per sostituire il lievito, sia per preparazioni salate che dolci, prevede l’impiego della pasta madre. La pasta madre, anche detta lievito naturale può essere preparata facilmente in casa.

In genere, per far lievitare 500 grammi di farina potete aggiungere circa 80 – 100 grammi di pasta madre. La pasta madre restituirà un impasto a lenta lievitazione.

La pasta madre è perfetta per sostituire il lievito di birra o il lievito chimico. Restituisce impasti più digeribili. La digeribilità maggiore della pasta madre rispetto al lievito di birra è legata al gran numero di lactobacilli (responsabili della fermentazione lattica) contenuti nella pasta madre. Il lievito naturale necessita di più ore per portare a compimento la lievitazione e, in questo frangente, si verificano processi enzimatici che rendono l’impasto più facile da digerire rispetto a quanto farebbe il lievito di birra.

Per altre informazioni: Lievito naturale fatto in casa

Sostituire il lievito con cremor tartaro e bicarbonato

Il cremor tartaro è un sale acido con potere lievitante che potete facilmente comprare in farmacia o nei supermercati più riforniti. Per ottenere 200 gr di lievito pronto da usare per la preparazione dei vostri dolci, focacce, pane o pizze, unite 70 grammi di bicarbonato, 60 gr di cremor tartaro e 70 gr di farina, amido di mais o fecola di patate. Mescolate questo lievito con la farina e poi procedete seguendo la ricetta.

Lievito a base di cremor tartaro

Il potere lievitante del cremor tartaro è rinomato nel mondo dell’industria alimentare tanto che molte aziende commercializzano lievito in polvere che non ha nulla a che vedere con il classico lievito chimico, lievito di birra o lievito istantaneo che si trova tra gli scaffali del supermercato.

Il lievito a base di cremor tartaro è più difficile da trovare ma non impossibile. Un’ottima alternativa al classico lievito di birra, è il lievito in polvere Lecker proprio a base di cremor tartaro.

Su Amazon, una confezione da 14 bustine di lievito in polvere a base di cremor tartaro è proposta al prezzo di 1,52 euro.

Link utili | Kecker’s Polvere lievitante Bio

Perfetta per la lievitazione di tutti i prodotti da forno, rustici o dolci. Una bustina basta per far lievitare 500 grammi di farina. Quello della Lecker non è l’unica polvere lievitante a base di cremor tartaro, tuttavia abbiamo preferito questa perché non usa altri lieviti chimici e perché dispone del Marchio Biologico.

Come sostituire il lievito nei dolci

Ecco una serie di soluzioni per sostituire il lievito nelle ricette per i dolci. In particolare, una bustina di lievito per dolci può essere sostituita con:

  • 6 grammi di bicarbonato di sodio e 30 ml di succo di limone
  • 6 grammi di bicarbonato di sodio e 70 grammi di yogurt
  • 1 bustina di lievito per preparati rustici
  • 6 grammi di bicarbonato di sodio e 50 ml di aceto di mele
  • 6 grammi di ammoniaca alimentare per dolci

Le stesse indicazioni possono essere adottate per sostituire il lievito nella preparazione di prodotti da forno salati. Per i rustici, magari meglio evitare lo yogurt ma andate a ruota libera con le altre soluzioni proposte.

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 27 novembre 2016