Come smettere di mangiarsi le unghie

Come smettere di mangiarsi le unghie

Guarire dall’onicofagia, ovvero come smettere di mangiarsi le unghie prima di trovarsi con le dita sanguinanti e magari qualche brutta infezione o irritazione che, grave o non grave che possa risultare, è certamente fastidiosa. Lo dico per esperienza, da EX mangiatrice di unghie, e anche perché è ovvio che utilizziamo la mani quasi di continuo e sono la parte del corpo che più si “sporca”. Mangiando le unghie ci esponiamo ad un alto rischio di infezioni.



Come smettere di mangiarsi le unghie

Se non le abbiamo “già provate tutte”, tentiamo queste strade piuttosto semplici ma che funzionano, e non costano nulla. Un po’ di forza di volontà e dedizione, nulla più.

Ciascuno può poi adattare il metodo alle proprie abitudini, l’importante è capire come smettere di mangiarsi le unghie e riuscirci davvero. Molti consigliano di partire ad esempio con un’unghia alla volta, partendo magari da quella più rovinata della mano. Una volta fatto questo sacrificio, con una sola unghia, ammirando la differenza tra questa e le altre, saremo incoraggiati a proseguire con tutte le unghie galvanizzandoci per i risultati ottenuti, assaporando l’idea di poter mettere magari un bello smalto o semplicemente di non vergognarci più delle nostre dita “martoriate”.

Come smettere di mangiarsi le unghie

Come smettere di mangiarsi le unghie: rimedi

Se abbiamo la possibilità di farlo, per lo meno a casa nostra, se non sul lavoro, possiamo bendare con un cerotto o un pezzo di scotch le unghie in modo da proteggerle. Una via l’altra o tutte assieme, come preferiamo. Più che da vera barriera, un piccolo pezzo di scotch è un alert per quando ci viene spontaneo mangiarle anche se non vorremmo.

Trovandoci a mordere il nastro adesivo, ci accorgiamo che stiamo per fare qualcosa di dannoso. Aiuta molto a smettere di mangiare le unghie anche il tenerle corte e ordinate, in modo che non ci sarà praticamente nulla da “addentare”

Come smettere di mangiarsi le unghie: liquido

In questo caso è necessario spendere ma non troppo. Circa 15 euro per acquistare un liquido da utilizzare come spray, per smettere. E’ 100% biologico ed ha ovviamente un gusto amarognolo essenziale per combattere l’onicofagia, viene utilizzato anche sui bambini se non smettono di succhiare il pollice fino a tarda età.

Basta spruzzare una volta questo spray sulle dita nei momenti in cui sappiamo che tendiamo a mangiarci le unghie. Oltre che biologico e naturale, è un prodotto che va bene anche per chi è vegano e favorisce la rapida ricostruzione di unghie e tessuti.

Come smettere di mangiarsi le unghie: liquido  

Come smettere di mangiarsi le unghie: penna

Prodotta da Raylex esiste anche una penna per smettere di mangiare le unghie, che rilascia una sostanza di sapore decisamente amaro ottenuta combinando l’estratto di buccia di pompelmo e il denatonio, la sostanza più amara del mondo. Una volta rilasciata dalla penna, questa sostanza amara penetra nell’unghia, ne stimola anche la crescita e, dal punto di vista dell’onicofagia, da ottimi risultati.

 

Come smettere di mangiarsi le unghie: penna

Come smettere di mangiarsi le unghie: smalto

Anche uno smalto può essere la soluzione giusta, se si desidera smettere di mangiucchiarsi le unghie. In generale aiuta averne maggior cura, limandole e idratandole con un olio o una crema mirati. Inizialmente, però, uno smalto anche trasparente, dal sapore amaro, può servire molto a toglierci l’istinto di mordere.

C’è poi chi, per gioco e per business, ha pensato di creare dei gioielli da mordere che possano sostituire le unghie e che permettano a chi le mangia per nervosismo, di sfogarsi lo stesso. L’azienda si chiama Ark e ha creato la chewelry,gioielleria” da “masticare”, in silicone medico e a prova di masticazione e molto colorati e allegri.

Si trovano molti consigli sullo smalto per unghie, sia dal punto di vista estetico, sia da un punto di vista più pragmatico, ovvero per evitare di mangiarsele, anche on line. Non tanto in articoli ma tra gli youtubers tra cui è possibile trovare anche dei professionisti che spiegano passaggio per passaggio come applicare uno smalto e quali scegliere.

Possono interessarvi anche i rimedi per rinforzare e unghie e per trattare unghie incarnite

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Pubblicato da Marta Abbà il 20 giugno 2018