Come scegliere il frigorifero

Come scegliere il frigorifero

Come scegliere il frigorifero: guida alla scelta del frigorifero. Dalla classe energetica alla tecnologia a inverter. Tutte le valutazioni da fare prima dell’acquisto.

Il frigorifero senza dubbio rappresenta uno degli elettrodomestici fondamentali in una casa. Ognuno ne possiede uno nella propria abitazione e possiamo dire, senza esagerare, che è un elettrodomestico indispensabile. Per la serie “mai più senza”. Eppure non tutti i frigoriferi in commercio sono uguali, oggi c’è davvero un’ampia scelta. Gli amanti della tecnologia dovrebbero puntare ai nuovi frigoriferi wifi.

Parliamo di un elettrodomestico che presenta numerose caratteriste e ogni modello ha le sue precise caratteristiche. Se entrati in un centro commerciale siete assaliti da mille dubbi, non disperate, è assolutamente normale. Come scegliere un frigorifero è infatti la domanda che dovrebbero porsi tutti prima dell’acquisto.

Guida alla scelta del frigorifero

Per l’acquisto di un frigorifero dobbiamo avere ben in mente quelle che sono le nostre esigenze: solo così si potrò acquistare un frigorifero che si adatti meglio al nostro stile di vita e a quello della famiglia.

Sicuramente ci sono dei parametri assolutamente da considerare: la capacità, considerare cioè che un nucleo familiare di 3 persone avrà esigenze diverse rispetto ad una famiglia composta da sette membri; la tipologia di frigorifero, cioè monoporta,   frigorifero doppia porta oppure quello combinato, senza dubbio il più diffuso.

Altro parametro importante riguarda il sistema di raffreddamento. Anche qui c’è differenza, nei risultati e nei costi finali. C’è ad esempio il raffreddamento classico che avviene tramite gas apposito che viene spinto dal compressore nel circuito refrigerante; oppure c’è il raffreddamento ventilato, tramite cioè ventola interna che permette di avere una temperatura costante; oppure i nuovissimi sistemi no frost dove il freddo viene prodotto facendo circolare in modo forzato l’aria fredda.

Etichetta energetica frigorifero

Da non sottovalutare poi il discorso classi energetiche. Oggi in commercio esistono frigoriferi appartenenti alle classi energetiche A, A+ e A++. Ad oggi, per legge non si possono più costruire apparecchi in classe energetica D, E, F, G e naturalmente più alta sarà la classe energetiche minori saranno i consumi. Magari nella fase iniziale i costi saranno più alti, ma potranno essere ammortizzati in bolletta nel giro di pochi mesi.

Per scoprire quanto consuma un frigorifero in base alla classe energetica vi rimandiamo alla pagina dedicata all’Energy Label frigoriferi: Etichetta energetica del frigorifero.

Come scegliere il frigorifero

Non ci sono dubbi: il frigorifero si sceglie in base alle proprie esigenze. La grandezza, ad esempio, si sceglie in base alle persone che ci sono in casa. Se si vive da soli, basterà un frigorifero da 100-150 litri; al contrario se la famiglia è più numerosa si avrà bisogno di un frigorifero della capacità anche di 280 litri. La regola è una: un frigo grande ma vuoto è solo uno spreco di soldi e di energia. Non si scappa da questo principio.

Quanto spazio occorre

Bisogna poi considerare quanto spazio occorre, cioè l’ambiente in cui sarà posizionato il frigorifero.  In questo caso bisognerà controllare la capienza e le dimensioni del frigorifero. Se la cucina è piccola forse un frigorifero di piccole dimensioni fa al caso vostro: generalmente hanno una profondità inferiore ai 60 cm, sono monoporta e hanno la zona congelatore nella parte superiore. Se lo spazio invece non è un problema esistono in commercio modelli con profondità maggiori e larghezze superiori ai 70 cm. In questo caso l’altezza può oscillare tra gli 80 cm e i 2 metri dei frigoriferi di grandi dimensioni combinati.

Frigorifero rumoroso e sistema no frost

Si sente sempre più spesso parlare di frigoriferi con il sistema no frost. Si tratta di frigoriferi di ultima generazione realizzati per combattere il problema della brina. Questo avviene grazie ad una particolare forma di ventilazione per mezzo di canalizzazioni che evita il formarsi di ghiaccio sui ripiani e sulle pareti interne del frigorifero.

I sistemi no frost possono essere sia totali, riguardano cioè tutte le parti del frigorifero compreso il congelatore, oppure parziali dove il sistema no frost è applicato solo alla parte dedicata al congelatore.

I frigoriferi no frost emettono dei particolari rumori dovuti allo scioglimento automatico dei giacchi: le resistenze in funzione fanno si che alcuni pezzetti di ghiaccio si stacchino provocando rumore quando cadono. In linea generale è buona norma prestare attenzione ai rumori provenienti dall’elettrodomestico che possono essere un vero e proprio campanello d’allarme.

Frigorifero rumore motore e rumore continuo

Il più classico rumore dei frigoriferi è una sorta di ronzio: potrebbero esserci problemi con il compressore non perfettamente fissato al telaio. Se invece il frigorifero vibra continuamente bisogna controllare la verticalità e che sia ben saldato a terra con i suoi quattro piedini. In questo caso potrebbe esserci anche un contatto con un altro mobile o con il muro.

Se il rumore proveniente dal frigorifero è simile ad un gorgoglio in realtà non c’è nulla di cui preoccuparsi in quanto tale rumore si verifica con la circolazione del gas nel circuito refrigerante. Stessa cosa se si sente un fruscio che si distingue particolarmente nei frigoriferi no frost: si tratta semplicemente della ventola che manda in circolazione l’aria. Prima dunque di chiamare i soccorsi è buona norma assicurarsi che i rumori non siano naturali.

Pubblicato da Anna De Simone il 28 aprile 2017