Come rivestire un mobile

rivestire mobili

Come rivestire un mobile con carte adesive plastificate, con carte da parati o con carta riciclata. Tutte le istruzioni per rivestire al meglio scaffali, mobili e qualsiasi superficie. 

Prima di procedere con il lavoro di rivestimento vero e proprio, sarà necessario pulire minuziosamente la superficie da rivestire e, se si tratta di vecchi mobili in legno ai quali concedere una seconda vita, vi consigliamo di levigarne la superficie con una carata vetrata con grana fine.

Una volta preparato il supporto, passiamo all’occorrente. Per rivestire un mobile vi servirà una pellicola adesiva, al momento dell’acquisto fate molta attenzione alla qualità: migliore sarà il prodotto scelto, più facile sarà la posa. Ecco cosa serve per rivestire un mobile:

  • Un paio di forbici
  • Un taglierino/cutter
  • Una riga o squadra
  • Una matita
  • Una spatola con il bordo in gomma
  • Un asciugacapelli
  • Un rotolo di plastica adesiva

Come rivestire un mobile 
Premesso che, se usate carta riciclata per rivestire il mobile, il rivestimento dovrà essere incollato con colla vinilica diluita in acqua e fissato applicando una vernice spray trasparente; in questo caso vi rimandiamo all’articolo come restaurare mobili con il decoupage. Se usate un apposito rotolo di plastica adesiva, il lavoro non avrà bisogno di nessun fissativo spray.

1) Misure e taglio
Osservate le misure del mobile da rivestire e segnatele con precisione. Sul retro della plastica adesiva tracciate la sagoma da ritagliare. Vi consigliamo di operare il taglio con un righello che accompagna la punta del cutter.

2) L’applicazione
L’applicazione è la fase più delicata a causa delle tante odiate bolle d’aria. Per questo qualche utente si sarà trovato su questa pagina proprio digitando come applicare una pellicola senza bolle d’aria. E’ per questo che bisognerà armarsi di calma, spatola e asciugacapelli.

Assicuratevi di lavorare su una superficie pulita, liscia e asciutta. Staccate una decina di centimetri di pellicola dalla carta di supporto e iniziate il fissaggio partendo da uno degli angoli del mobile da rivestire. Staccate progressivamente la carta spianando la pellicola dall’interno verso l’esterno, in questa fase aiutatevi con la spatola con bordo gommato. Se in questa fase prestate la dovuta attenzione, le bolle d’aria non dovrebbero formarsi. Nel caso di formazione delle bolle d’aria potete procedere bucando la bolla con uno spillo e passare la spatola, oppure staccare e riapplicare la carta adesiva plastificata.

3) Il calore
L’asciugacapelli è un ottimo alleato per applicare una pellicola adesiva. Se riscaldate la pellicola (usando l’asciugacapelli alla minima intensità), questa diventerà più facile da maneggiare evitando la formazione di pieghe o bolle d’aria. L’asciugacapelli vi aiuterà anche se volete rimuovere vecchie carte o pellicole adesive.

Quale pellicola adesiva usare?
Per rivestire mobili è meglio impiegare plastiche adesive e non semplici carte. Tra i produttori più vecchi presenti sul mercato segnaliamo la DC-Fix. 15 metri di Plastica adesiva DC-Fix sono proposti su Amazon al prezzo promozionale di 60 euro. Sullo stesso portale di ecommerce, plastiche adesive Dc-Fix dalle dimensioni più modeste si trovano per 6, 16 o 25 euro, tutto dipende dalla quantità richiesta.

Pubblicato da Anna De Simone il 16 novembre 2014