Come riutilizzare la farina in casa

come riutilizzare la farina

Indubbiamente la farina trova largo impiego in cucina; è infatti l’ingrediente base nella preparazione di piatti dolci e salati. Molti non sanno però che questa polvere bianca si rivela molto efficace in impieghi alternativi; mischiata con altri prodotti, con la farina si possono realizzare detergenti, colle, shampoo, ecc.


Per la preparazione di questi rimedi si può anche ricorrere alla farina scaduta; in questo modo riutilizzeremo senza sprechi un prodotto che altrimenti diventerebbe un rifiuto.

Come riutilizzare la farina, detergenti con la farina

  • Detergente per l’acciaio

Un classico impiego alternativo della farina consiste nel pulire l’acciaio, un rimedio economico e naturale. Per la pulizia è sufficiente cospargere un panno morbido con della farina e passarlo sull’oggetto da lucidare: la farina è in grado di l’umidità ed eliminare eventuali residui di sapone e detersivo.

  • Detergente per il rame

Per la pulizia del rame, possiamo realizzare un preparato con farina, aceto e sale e aceto. Basta mescolare gli ingredienti in parte uguali poi strofinarli su pentole e casseruole. Con questa procedura, gli oggetti riavranno il colore vivo del rame.

  • Detergente per il bucato

La farina può essere impiegata anche per realizzare un sapone da bucato. Basta procurarsi anche del sapone di Marsiglia in scaglie da sciogliere a bagnomaria con un po’ d’acqua: in ottica riciclo vanno bene i residui del sapone. Una volta sciolto il sapone, bisognerà aggiungere la farina e mescolare. Lasciare raffreddare e indurire. Per quanto riguarda le quantità, per un chilo di sapone bisogna aggiungere 2 cucchiai di farina

  • Contro le allergie ai guanti al lattice

Coloro che hanno problemi di allergia nell’indossare i guanti in lattice potranno rimediare cospargendo della farina dentro i guanti e strofinando le mani con la stessa prima di indossare i guanti.

Come riutilizzare la farina con il riciclo creativo

  • Pasta di sale

Con la farina si possono realizzare composti per dare sfogo alla propria creatività; è il caso della pasta di sale. Per la sua preparazione occorrono 250 ml di acqua, 500 grammi di farina di frumento e 250 grammi di sale polverizzato. Tutti gli ingredienti vanno messi in una terrina e impastati a mano fino ad ottenere una pasta compatta ma morbida che non deve attaccarsi alle mani
Con la pasta di sale si possono realizzare oggetti decorativi ma può anche essere strumento di gioco per i bambini che possono così modellarla come plastilina: in questo caso maneggeranno un prodotto naturale.

  • Colla

Mescolando la farina insieme all’acqua possiamo realizzare una colla molto simile a quella vinilica: occorrono 100 grammi di farina di frumento ogni 1, 5 litri di acqua. Per la preparazione, dovrete far bollire l’acqua in una pentola e aggiungere gradualmente la farina, mescolando con una frusta per evitare la formazione di grumi. Dopo aver aggiunto tutta la farina il composto dovrà bollire per 10 minuti, avendo cura di mescolare, fino ad ottenere una consistenza simile a quella della colla vinilica.
La colla di farina va usata tiepida, dovrà essere sempre riscaldata prima dell’impiego. Può essere conservata per 1-2 giorni, prima di perdere il potere collante.

Pubblicato da Anna De Simone