Come piantare i semi di limone

come piantare i semi di limone

Come piantare i semi di limone: ecco la procedura passo per passo per far crescere in casa una pianta di limone partendo dal seme.

Non tutti sanno che è possibile far crescere un albero di limone in casa alla pari di qualsiasi altro tipo di pianta. Se pertanto avete un piccolo terrazzo o un balcone potrete cimentarvi nella coltivazione dei limoni; sarà più semplice avere sempre a portata di mano questi preziosi frutti che fanno tanto bene alla nostra salute. In genere si ricorre alla talea per la propagazione di questi agrumi; è più semplice e i frutti crescono in meno tempo. Tuttavia non sempre le talee attecchiscono!

Al contrario, far crescere una pianta di limone a partire dai semi può essere un’esperienza molto gratificante anche se occorrono dai 3 ai 6 anni prima di ottenere dei frutti. In questa pagina vi illustreremo come far crescere una pianta di limone a casa a partire dai semi. Questa operazione non richiede cure colturali particolari; i semi si possono piantare in vaso per poi trapiantare la piantina nel giardino.

Come piantare i semi di limone, cosa ci occorre

-Un vaso largo: procurarsi un vaso dotato di buchi per il drenaggio dell’acqua: i limoni preferiscono spazi più larghi piuttosto che profondi, pertanto optare per un vaso abbastanza largo.

-Terreno biologico: preferire una miscela di torba, perlite, vermiculite e fertilizzante organico

-Argilla espansa

-Concime naturale

-1 limone biologico: per ottenere un buon risultato è bene procurarsi un limone privo di pesticidi. I limoni non biologici sono spesso sterili e danno scarsi risultati. Chi non dispone di spazio sufficiente o vive in una regione dal clima poco favorevole, potrà coltivare la varietà di limone chiamata meyer; è una pianta più piccola.

Come piantare i semi di limone, la procedura

1) Versare un pugno di argilla espansa nel vaso poi versare il terreno e inumidire con un po’ d’acqua

2) Aggiungere altra terra, lasciando un paio di centimetri dal bordo.

3) Tagliare il limone a metà, estrarre uno dei suoi semi: lasciare il seme umido, affinché possa germinare.

4) Scavare nella terra un buco profondo un paio di centimetri, sistemare il seme di limone e ricoprire di terreno

5) Bagnare ancora un pò il terreno con un nebulizzatore.

6) Coprire il vaso con plastica traspirante, al fine di conservare l’umidità e trattenere il calore: è possibile usare della pellicola o un sacchetto trasparente su cui avrete praticato dei forellini.

7) Sistemare il vaso in un luogo tiepido dove possa ricevere il massimo della luce solare.

8) Fatto ciò, si dovrà solo controllare che il terreno si mantenga sempre umido, facendo attenzione a evitare il ristagno di acqua, altrimenti i semi potrebbero ammuffire.

9) Dopo circa due o tre settimane, cominceranno a comparire i germogli del limone, a questo punto, togliere la copertura di plastica, per farli respirare meglio.

10) Curare la piantina tutti i giorni, proteggendola dai parassiti e aggiungendo, di tanto in tanto, una buona dose di concime biologico per nutrirla.

11) Quando avrà raggiunto un’altezza discreta, piantare la piantina in giardino e continuare a curarla. Può capitare che il seme scelto, alla fine, non germogli, per questo motivo, è preferibile seminarne diversi. Avrete più possibilità di ottenere una bella pianta.

12) Trascorse due o tre settimane, inizierete a vedere il germoglio uscire dalla terra. In questo momento dovete togliere la plastica e mettere la piantina sotto la luce solare diretta. L’eccesso di calore o umidità può far marcire i semi, per cui è bene fare in modo di equilibrare questi due elementi.

Ricordate di prendervi cura della vostra pianta tutti i giorni fornendole acqua, luce solare e concime organico.

Raccomandazione importante: i limoni necessitano di molta luce, soprattutto appena germogliati. Se decidete di piantarli in vaso, sistemateli in un luogo dove possano ricevere una buona quantità giornaliera di sole.

Pubblicato da Anna De Simone il 2 agosto 2016