Kooikerhondje: carattere e allevamenti

kooikerhondje

Kooikerhondje, dall’Olanda, un cane che purtroppo è noto solo in patria o quasi. Iniziamo a conoscerlo a distanza, perché in Italia se ne vedono una decina, una decina in totale sparsi qui e là per la penisola. Questa razza fa parte di quelle dei cani da riporto, dei cani da cerca e dei cani da acqua anche se in passato per le sue piccole dimensioni, era stato inserito tra i cani da compagnia. Ciò fa intuire quindi che è di piccola taglia ma resta comunque ottimo come animale da cerca perché sfoggia una silhouette invidiabile e agile, un po’ squadrato. Ricorda un piccolo Epagneul.



Kooikerhondje: caratteristiche

Oltre ad essere un cane piccolo, questo è ormai ben chiaro, il Kooikerhondje è un animale con le sembianze da cane da caccia e un mantello affascinante, macchiato di rosso e di arancio. La sua struttura fisica, in scala, resta molto armoniosa e si può inscrivere in un quadrato, quando avanza, verso di noi, lo fa tenendo la testa alta, muovendo la coda, con le frange ondeggianti. Una particolarità del Kooikerhondje sono le punte delle orecchie con il pelo nero, tanto che spesso lo si prende bonariamente in giro raccontando che porta gli “orecchini”.

Kooikerhondje: cuccioli

I cuccioli di Kooikerhondje sono molto minuti, non magri, ma proprio piccoli in tutte le dimensioni. In altezza, misurata al garrese, da adulti non superano mai i 40 cm, figuriamoci da giovani o appena nati. Subito però è evidente che questa razza gode di una struttura proporzionata, non troppo lunga, con testa e muso proporzionati tra loro e il tartufo sempre di colore nero al termine.

Essendo il Kooikerhondje un cane da caccia, ovvio che le narici sono fisiologicamente ben aperte, le orecchie piuttosto grandi e con una attaccatura bassa, oltretutto sono portate cadenti, sulle guance, con punta nera come abbiamo già precisato, con un tocco di ironia mai cattiva.

kooikerhondje

Se le orecchie finiscono in nero, la coda risponde finendo in bianco, è portata orizzontale, mai arrotolata, è munita di frange folte ma quello che si nota subito è il pennacchio bianco. Gli occhi di questa razza di cani da caccia olandesi sono a mandorla, trasmettono dolcezza ma anche molta vitalità, sono sempre di colore bruno scuro.

Il pelo del Kooikerhondje non necessita di toelettatura particolare, è di media lunghezza e si presenta a volte liscio, altre leggermente ondulato ma mai arricciato. Resta aderente al corpo e c’è anche un sottopelo piuttosto evidente.

I colori del Kooikerhondje possono essere il bianco, di fondo, con striature arancioni e rosse, e sfumature varie tra questi due estremi. Non è possibile, secondo lo standard della razza, trovare cani neri striati di bianco o i cani tricolori, e nemmeno esemplari con la testa bianca e le guance da arancione al rosso.

kooikerhondje

Kooikerhondje: carattere

Il Kooikerhondje è un cane da caccia che prende sul serio il proprio lavoro e ottiene eccellenti risultati soprattutto quando si tratta di selvaggina acquatica. È piccolo ma ha l’indole classica di qualsiasi cane da caccia anche di ben diverse dimensiono: è molto sveglio, allegro ma non fino a divenire rumoroso e fastidioso.

Se caccia, bada a cacciare, ma per il resto manifesta un forte attaccamento alla casa o in generale al posto e al contesto in cui è stato inserito, è socievole, dolce e e in appartamento si trova bene. Anzi, se abitiamo in luoghi in cui è necessario, il Kooikerhondje diventa un ottimo cacciatore anche di topi e di altri roditori.

Kooikerhondje: allevamenti

Detto anche Petit chien hollandais de chasse au gibier d’eau, il Kooikerhondje è stato riconosciuto ufficialmente nel 1971 ma già nel 1942, durante la Seconda Guerra Mondiale, la Baronessa Van Hardenbroek van Ammersol, aveva iniziato l’opera di selezione di questa razza il cui esemplare capostipite si chiama Tommy, ed è una femmina.

Prima della definitiva ufficializzazione della razza, un primo passo c’era stato nel 1966 quando il Raad van Beheer, che sarebbe il Kennel Club Olandese, aveva adottato Kooikerhondje provvisoriamente, spingendo per il “sì” finale. Questo “okay” tardivo non si spiega molto, sapendo che si tratta invece di un cane dalle origini note e antiche, certificate anche da opere d’arte che lo vedono chiaramente ritratto.

kooikerhondje

Kooikerhondje: prezzo

Quasi assente in Italia e un po’ ovunque difficilmente reperibile, se non in Olanda, il Kooikerhondje è un cane di cui è difficile indicare un prezzo. Oggi è un buon cane da compagnia, sarebbe, se si potesse trovare un allevamento comodo, ma è anche usato per la caccia all’anatra laddove viene praticata. In particolare il Kooikerhondje attira questi animali agitando la coda, muovendosi in modo strano e incuriosendo le anatre fino a quando non cadono in trappola.

Se vi è piaciuto questo articolo animalesco continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest e…  altrove dovete scovarmi voi! 

Articoli correlati che possono interessarti

Pubblicato da Marta Abbà il 2 agosto 2016