Come fare le pastiglie per la lavastoviglie

Come fare le pastiglie per la lavastoviglie: ecco la ricetta per realizzare un prodotto naturale a costo quasi zero con ingredienti facilmente reperibili in casa.

A chi non fa piacere risparmiare sui prodotti per le pulizie della casa? Sempre più persone si stanno avvicinando al culto del fai da te. Questo per quattro motivi importanti; risparmiare soldi, evitare gli sprechi, utilizzare prodotti innocui e preservare la natura.

Riciclare ingredienti natuali per creare nuovi prodotti direttamente a casa propria,  ci consente di essere complici delle buone pratiche ambientali. Oggi vogliamo illustrarvi una ricetta semplice e casalinga per realizzare in casa le pastiglie per la lavastoviglie. Con le pastiglie fai-da-te per lavastoviglie avremo anche la certezza di risparmiare sul packaging; altro piccolo contributo per l’ambiente!

Come fare le pastiglie per la lavastoviglie

Grazie a madre natura che ci mette a disposizioni ingredienti efficaci nelle faccende domestiche, possiamo pulire le stoviglie senza dover ricorrere a sostanze tossiche. E tutto questo grazie alla produzione propria di un detersivo per la lavastoviglie.

Il procedimento è semplice e gli ingredienti tutti facilmente reperibili e naturali. Ma vediamo nel dettaglio cosa ci serve per procedere. La “ricetta” prevede una grossa quantità di pastiglie. In questo modo non dovrete rifare il procedimento tante volte. E’ possibile dato che le pastiglie si conservano senza problema

Pastiglie per lavastoviglie fai da te, cosa ci occorre

  • Stampini per il ghiaccio: quelli che in genere abbiamo in casa in freezer, fatti di cubetti
  • 500 grammi di bicarbonato di sodio
  • 4 cucchiai di sapone di Marsiglia
  • 1 litro di acqua demineralizzata
  • 25 gocce di olio essenziale di limone
  • 50 ml di aceto di vino bianco

Pastiglie per lavastoviglie fai da te, come si prepara

  1. Versare in una bacinella ben pulita il bicarbonato poi aggiungere il sapone di Marsiglia
  2. Pian piano versare l’acqua demineralizzata, l’olio essenziale e l’aceto
  3.  Mescolare tutti gli ingredienti fino a quando il composto non risulterà denso e ben omogeneo
  4. Fatto ciò, versare la pastella negli stampi del ghiaccio e lasciare asciugare fino a quando le pastiglie non risulteranno indurite
  5. Una volta indurite, riporre le pastiglie in un contenitore di plastica o di vetro

Raccomandazioni sulla conservazione del prodotto: conservare le pastiglie in un luogo asciutto lontano dall’umidità e dal sole.

Brillantante per lavastoviglie fai da te

Chi possiede la lavastoviglie sa bene che insieme alla pastiglia bisogna aggiungere del brillantante, un prodotto coadiuvante del lavaggio. Una volta preparate le pastiglie perchè non realizzare anche del brillantante per lavastoviglie fatto in casa? Ecco come procedere per realizzare un prodotto brillantante, ma anche disincrostante e anticalcare con l’impiego di soli ingredienti naturali.

Brillantante fai da te, cosa ci occorre

  • 200 grammi di acido citrico: potete ricorrere a qualche limone oppure acquistarlo sotto forma di polvere
  • Olio essenziale al tea tree oil
  • 1,5 litri di acqua distillata
  • Contenitore o bottiglia con tappo

Olio essenziale tea tree, dove comprare?

Potete reperirlo nelle botteghe specializzate in cosmesi naturale o prodotti naturali; ma attenzione, assicuratevi di scegliere un olio essenziale di qualità. Il successo di un trattamento è strettamente correlato alla qualità dell’olio scelto; i principi attivi degli oli essenziali vengono conservati solo se il processo produttivo è seguito con estrema attenzione così da rispettare le caratteristiche di ogni pianta.

Per queste ragioni vi invitiamo a comprare (online o in botteghe di fiducia) solo oli essenziali di qualità comprovata. Un buon olio tea tree, dall’ottimo rapporto qualità/prezzo è proposto su Amazon alla pagina: Olio di Albero del Tè – Olio Essenziale Puro al 100% . Un flacone da 50 ml è proposto al prezzo di 8,99 euro.

Brillantante fai da te, preparazione

  1. Versare l’acqua distillata in una pentola e mettere sul fuoco per qualche secondo: il tempo che l’acqua intiepidisca
  2. Versare l’acqua nella bottiglia, aggiungere l’acido citrico, le gocce di olio aromatico e agitare
  3. Usare il prodotto come di consueto al posto del classico brillantante

NB: questo prodotto può essere impiegato anche come anticalcare per disincrostare rubinetterie e forni da cucina.

Pubblicato da Anna De Simone il 25 febbraio 2017