Come fare la polenta bianca

come fare polenta bianca

Come fare la polenta bianca: dalle ricette alle proprietà della farina di mais bianco fino ad arrivare ai condimenti più adatti per servirla. Le istruzioni per preparare in casa la polenta bianca von metodo tradizionale o con pentola a pressione.

Oltre alla classica ricetta della polenta con funghi, salsiccia o formaggio, la polenta bianca si può facilmente abbinare anche a frutti di mare, crostacei e condimenti a base di pesce.

La polenta bianca è farina di mais bianco ricavata dalla macinazione della sola parte esterna del chicco, si ottiene così una polenta di grana grossolana. La polenta bianca si chiama così proprio per la varietà di mais impiegata per la preparazione della farina: le pannocchie di mais bianco hanno un colore chiaro e perlato.

La preparazione è la stessa vista per la classica polenta gialla ma il sapore, così come la consistenza, sono peculiari del mais bianco. Per le proprietà e le caratteristiche del mais bianco macinato vi consiglio di leggere l’articolo dedicato alla farina di mais bianco.

Al momento dell’acquisto della farina di mais bianco, scegliete un produttore che esegue la macinazione con la mola a pietra. La macinazione a pietra tende a esaltare le qualità organolettiche del mais bianco che è più costoso del classico mais giallo. La farina di mais bianco è tra le più semplici da preparare anche in casa, i chicchi di mais non necessitano di particolare forza per la frantumazione tanto da poter essere trasformati in farina anche da un buon macinino del caffè. Per tutte le informazioni sull’autoproduzione della farina vi rimando all’articolo: come fare la farina in casa.

Come fare la polenta bianca, la ricetta

Ingredienti per la ricetta classica:

  • 1 kg di farina di mais bianco
  • 3 litri di acqua
  • Sale quanto basta
  • un pezzetto di burro (opzionale)

Procedimento:

1) In una pentola, porre tre litri di acqua. Portare a ebollizione a fuoco vivace e aggiungete il sale.

2) Versate la farina di mais bianco a pioggia e, intanto, mescolate con energia per evitare la comparsa di grumi.

3) Abbassate il fuoco e continuate la cottura a fiamma moderata. Lasciate cuocere per circa 40 – 45 minuti continuando a mescolare energicamente.

4) Alzate nuovamente la fiamma, aggiungete il panetto di burro, mescolate per qualche minuto e rovesciate la polenta bianca sul piatto da portata.

Ricetta della polenta con pentola a pressione, ingredienti:

  • 1 kg di farina di mais bianco
  • 3 litri di acqua
  • Sale quanto basta
  • un pezzetto di burro (opzionale)

Procedimento:

Per gli ingredienti visti, la pentola a pressione usata dovrà avere capienza di 5 litri.

1) Porre, nella pentola a pressione, 3 litri d’acqua da portare a ebollizione. Salate l’acqua.

2) Versate la farina a pioggia, anche in questo caso dovrete mescolare con energia per evitare la comparsa di grumi. Tenete la polenta leggermente morbida (non lasciate che tutta l’acqua venga assorbita) e chiudete la pentola a pressione.

3) Dal momento del fischio, trasferite l’intera pentola sul fornello più piccolo e lasciate cuocere a fiamma bassa per altri 20 minuti.

4) Aprite la pentola a pressione, aggiungete un pezzetto di burro, mescolate per qualche minuto e stendete la polenta bianca su un piatto da portata.

Proprio come si fa per la polenta di farina di mais giallo, anche gli avanzi di polenta bianca possono essere usati per fare i triangoli di polenta fritta. Per tutte le informazioni vi rimando all’articolo Come fare la polenta fritta.

Come premesso, la polenta bianca può essere accompagnata da piatti a base di mare come sauté di vongole (dopo aver preparato la polenta, fatela raffreddare, preparate il sauté di vongole seguendo la ricetta tradizionale. Prima di servire le due pietanze, la polenta bianca va piastrata su un tegame di ghisa), baccalà, moscardini, gamberi e seppie.

Se vi è piaciuto questo articolo su come fare la polenta bianca potete seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Pubblicato da Anna De Simone il 14 gennaio 2016