Come essiccare i porcini

Come essiccare i porcini

Come essiccare i porcini: una guida che vi spiegherà come si seccano i funghi porcini in maniera naturale, nel forno o nell’essiccatore. 

Non tutti i funghi sono adatti per l’essiccazione. Per fortuna, tra le varietà più adatte quadrano i funghi porcini e il porcino nero. Quando decidete di essiccare i funghi assicuratevi di trattare una di queste varietà per avere un risultato migliore:

  • Corno dell’abbondanza, anche detto Trombetta da morto
  • Boleto dei pini, anche detto Brisa mora
  • Boleto appendicolato
  • Gambesecche, anche detto Marasmio oreade
  • Porcino
  • Porcino nero

L’essiccazione è un metodo tradizionale per conservare i funghi. L’essiccazione dei funghi consente di conservare l’aroma e il gusto. Prima di vedere come essiccare i funghi porcini, ricordate che qualsiasi tipo di fungo, prima di avviarsi alla procedura di essiccazione, non deve essere lavato ma solo pulito dai residui di terreno in modo meticoloso e delicato. Prima di essiccare i funghi, questi non devono entrare in contatto con l’acqua.

La procedura di essiccazione dei funghi porcini è analoga a quella vista nell’articolo Come essiccare i funghi.

Per essiccare i funghi porcini, sempre molta più gente sceglie di comprare un essiccatore a buon mercato. Il prezzo per un essiccatore domestico può variare dai 40 agli oltre 300 euro; per esempio, un Essiccatore da 550W DCG Eltronic è proposto al prezzo di 56,47 euro mentre un Essiccatore Biosec Domus B5 con programma Dryset Pro che permette di ridurre i consumi energetici, ha un prezzo che ammonta a 157 euro, e non è neanche il più costoso della gamma ma probabilmente è quello con un miglior rapporto qualità prezzo.

essiccatore

Per essiccare i funghi porcini in essiccatore non vi basterà fare altro che pulirli, tagliarli e riporli negli appositi cestelli. Una volta chiuso l’essiccatore, sarà necessario scegliere la temperatura e i tempi oppure avviare il programma preimpostato dal produttore così come riportato nel manuale di utilizzo.

Come essiccare i porcini in forno 
Chi si cimenta nell’essiccazione di frutta e verdura solo una volta all’anno, può adoperare il forno!

Estraete la teglia metallica e disponeteci sopra i funghi tagliati e pronti da essiccare. Se le sezioni sono troppo piccole e le maglie della teglia troppo lasse, è possibile ricoprire la teglia con della carta da forno. L’impiego della carta da forno è consigliato anche per evitare delle fastidiose aderenze tra la sezione del fungo e la teglia.

Disponete i funghi da essiccare lasciando a ognuno di loro abbastanza spazio: non riempite la teglia oltre l’inverosimile altrimenti l’essiccazione non avverrà a dovere! L’aria deve circolare agevolmente tra le varie sezioni di funghi che non devono essere addossate l’una sull’altra.

Per essiccare i funghi porcini nel forno, sarebbe più indicato usare la funzione “Ventilato”.

Lasciate la porta del forno aperta di circa 5 centimetri, impostate una temperatura tra i 35 e i 45 gradi in base allo spessore delle vostre sezioni. Lasciate essiccare ricordandovi di dare una mescolata ai funghi ogni 20 minuti. Una volta appurata la completa disidratazione dei funghi, ritraete la teglia e lasciate raffreddare. Conservate i funghi porcini essiccati in un vasetto a chiusura ermetica.

Pubblicato da Anna De Simone il 2 febbraio 2015