Come accedere alle detrazioni per ristrutturazioni

bonus ristrutturazioni

Come accedere alle detrazioni per ristrutturazioni: ecco quali lavori di ristrutturazione hanno diritto alle detrazioni fiscali e come fare ad accedere al bonus ristrutturazioni.

 Chi ha esegue lavori di ristrutturazioni può accedere alle detrazioni fiscali confermate per il 2015 e il 2016 dal pacchetto di leggi  previste con il decreto Salva Italia.

Quali interventi di ristrutturazione possono beneficiare delle detrazioni? 
Manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia su singoli appartamenti, ricostruzione o ripristino di un immobile danneggiato… nel dettaglio, ecco alcuni esempi di lavori di ristrutturazione che possono accedere alle detrazioni fiscali:

Detrazioni fiscali per lavori di Manutenzione straordinaria:

  • Installazione di ascensori e scale di sicurezza
  • Realizzazione di servizi igienici
  • Sostituzione di infissi esterni con modifica di materiale o di tipologia di infisso
  • Rifacimento di scale e rampe
  • Realizzazione di recinzioni, muri di cinta e cancellate
  • Costruzione di scale interne
  • Sostituzione di tramezzi interni senza alterazione della tipologia dell’unità immobiliare

Detrazioni fiscali per Ristrutturazione edilizia:

  • Modifica della facciata
  • Realizzazione di una mansarda
  • Realizzazione di un balcone
  • Trasformazione della soffitta in mansarda o del balcone in veranda
  • Aperture di nuove porte e finestre
  • Ristrutturazione bagno: costruzione dei servizi igienici in ampliamento delle superfici e dei volumi esistenti

Detrazioni fiscali per restauro e risanamento conservativo:

  • Adeguamento delle altezze dei solai nel rispetto delle volumetrie esistenti
  • Ripristino dell’aspetto storico-architetonico di un edificio
  • Messa in sicurezza di edifici in zone a rischio sismico

Anche i lavori di ristrutturazione condominiale hanno diritto allo sgravio fiscale previsto per tutti i partecipanti alla spesa. Alle opere di ristrutturazione edilizia appena elencate, per i condomini si aggiungono anche le detrazioni per i lavori di manutenzione ordinaria come:

  • Riparazione delle mura di cinta
  • Tinteggiatura di pareti e soffitti
  • Riparazione delle grondaie
  • Sostituzione dei pavimenti
  • Sostituzione tegole
  • Rinnovo delle impermeabilizzazioni
  • Riparazione di cancelli o portoni
  • Sostituzione di cancelli o portoni
  • Rifacimento di intonaci
  • Sostituzione di infissi esterni

Ristrutturare casa, come accedere alle detrazioni

Per accedere alle detrazioni per ristrutturare casa, vigono le stesse regole del pagamento viste per il bonus mobili, in più chi beneficia delle agevolazioni ristrutturazione casa può accedere anche agli incentivi per l’acquisto di mobili e elettrodomestici (per approfondimenti, leggete “Come accedere al bonus mobili“).

In particolare il pagamento dovrà avvenire con bonifico, carta di credito o carta di debito (le ristrutturazioni non potranno essere pagate in contanti o con assegno bancario). Per tutti i dettagli vi rimandiamo alle modalità di pagamento descritte nell’articolo dedicato al bonus mobili.

Potrebbe interessarti leggere Detrazione fiscale 50 %

Pubblicato da Anna De Simone il 25 gennaio 2015