Coltivare frutti rossi, tutti i consigli

Coltivare frutti rossi

Coltivare frutti rossi: la coltivazione dei frutti rossi prevede la messa a dimora dei nuovi impianti entro la metà di aprile o, al massimo, entro la fine del mese nelle regioni climatiche ad alta quota e del Nord Italia. Coltivare piccoli frutti rossi è un’attività molto gratificante.

Coltivare frutti rossi, il terreno da scegliere
Tutti i piccoli frutti prediligono i terreni freschi, profondi, permeabili, ricchi di sostanza organica, di medio impasto e tendenti allo sciolti. I terreni dovranno essere irrigui e non soggetti a persistenti ristagni idrici.

Coltivazione frutti rossi e piccoli frutti

Lampone, ribes bianco, ribes rosa, ribes rosso, ribes nero, mirtillo, mora da rovo senza spine… Sono i piccoli frutti rossi da poter coltivare, anche in ambito domestico, con grandi soddisfazioni.

Coltivazione dei frutti rossi – Coltivare il Mirtillo
La messa a dimora di questa specie si effettua  partire dal mese di marzo fino a tutto aprile. Il terreno dovrà essere acido con un pH compreso tra 4,5 e 5,5. La varietà consigliata per i nuovi impianti dipendono dalle zone geografiche: chi abita al Sud o nel Centro, potrà scegliere una delle varietà a ridotto fabbisogno di freddo come il mirtillo conilopide. Chi abita al nord può scegliere varietà precoci come la Duke o tardive come la Berkeley e Bluecrop.

Coltivare frutti rossi – Coltivare il Lampone
Anche in questo caso la messa a dimora dei nuovi impianti va terminata entro aprile. L’utente può scegliere tra lamponi uniferi o biferi.

  • Lamponi uniferi: fioriscono solo una volta producendo frutti tra maggio e luglio
  • Lamponi bideri: sono rifiorenti quindi esprimono una prima produzione tra maggio e luglio e una seconda produzione tra agosto e ottobre.

Nella coltivazione del lampone, di cruciale importanza è la potatura. Le operazioni di potatura del lampone sono comuni tra le varietà unifiorenti e rifiorenti.

Come potare il lampone?

  • Tagliare all’altezza del ceppo dei tralci vecchi che hanno prodotto l’anno precedente (si riconoscono subito perché sono secchi!).
  • Per ogni ceppo, selezionare 5-6 tralci (i più sani) ed eliminare i superflui. In questo modo, la pianta di lampone concentrerà la produzione sui 5-6 tralci di un anno più vigorosi.
  • I tralci selezionati dovranno essere fissati con legacci di plastica morbida ai fili inferiori e superiori che fungono da sostegno alla spalliera. In questo modo la pianta di lampone crescerà con apertura a ventaglio,  ideale per aumentare la produzione dei piccoli frutti.
  • I tralci selezionati dovranno essere spuntati:
    -13 cm al di sopra del filo superiore nel caso del lampone unifero
    -al di sotto del racemo posto più vicino al suolo nel caso del lampone rifiorente

Coltivare frutti rossi, il ribes
I ribes non sono coltivabili nelle zone a clima mite, queste piante hanno un fabbisogno di freddo elevato che si aggira tra le 800 alle 1.600 ore di esposizione annue.  Per la coltivazione del ribes vi rimandiamo:

 

Pubblicato da Anna De Simone il 17 luglio 2014