Clessidra: significato e tipologie

Clessidra

Clessidra, oggi oggetto affascinante e divertente, di arredo e di design se non simbolico, ma ha fatto storia e ha segnato il tempo in epoche in cui non c’erano altri mezzi e di certo non si aveva in tasca uno smartphone sul cui schermo l’orario era facilmente visualizzabile. Vediamo come si è evoluta nel tempo e quante tipologie ne esistono. Di certo, la clessidra, non ha perso fascino e se ne trovano in vendita numerosi modelli, dai più scherzosi ai più professionali o antichi.



Clessidra: significato

Anticamente si chiamava “clepsidra” ed era un orologio a sabbia, uno dei più utilizzati strumenti per la misura del tempo. Costituita da due recipienti di forma conica, non sempre perfetta, collegati tra di loro, la clessidra funziona perché questi due volumi sono comunicanti e tra essi scorre una polvere finissima. In alcuni casi, scorre acqua o altro liquido. Il nome clessidra viene dal greco κλεψύδρα (klepsýdra), infatti, e significa letteralmente ‘ruba-acqua’.

Clessidra ad acqua

Viene detta anche idrica, questa tipologia, e misura il tempo guardando scorrere il flusso costante di acqua in uscita da un contenitore verso il secondo suo gemello. Non sempre è facile controllare il flusso e la sua regolarità, molte sono le variabili che entrano in gioco, quindi la clessidra ad acqua non è mai stata considerata un orologio molto preciso ma a tutti gli effetti è ricordata come il primo strumento di misura del tempo che fosse indipendente dalle osservazioni astronomiche.

Esiste da millenni, e questo possiamo dirlo perché un antico esemplare è stato ritrovato nella tomba del faraone Amenhotep I, risalente al XV secolo a.C.

Clessidra

Clessidra magnetica  

Affascinante, anche ai nostri tempi moderni in cui è difficile farsi stupire da oggetti semplice, la clessidra magnetica, una sorta di orologio che funziona con sabbia di magnetite e “misura” i 60 secondi. La troviamo in vendita su Amazon a 15 euro con una elegante base in legno, pronta ad incantarci con i fantastici effetti magnetici creati all’interno delle ampolle in vetro soffiato.

Clessidra

Clessidre antiche

Pur essendoci altri strumenti più precisi per msurare il tempo, oggi le clessidre vanno di moda, sia ultra moderne che antiche. Al di là della valenza estetica, alcune hanno anche un valore storico. Nella storia, prima del perfezionamento dell’orologio a pendolo, erano l’unico strumento affidabile già nel XII secolo ma le vediamo ritratte per la prima volta nel XIV secolo in alcune opere di Ambrogio Lorenzetti.

Anche Magellano le ha usate nei suoi viaggi, sembra che ogni nave della flotta avesse 18 clessidre da sincronizzazione a mezzogiorno per non disorientarsi nel tempo, oltre che nello spazio.

Clessidra

Frasi sulla clessidra

La clessidra, nel tempo, ha ispirato poeti e scrittori, non solo per la sua forma ma anche per il suo significato simbolico. Resta ancora una metafora perfetta per lo scorrere inesorabile del tempo.

Come la clessidra non è vuotata dall’ultima goccia d’acqua, ma da tutta quella defluita prima, così l’ora estrema, che mette fine alla nostra vita, non provoca da sola la morte, ma da sola la compie; noi vi giungiamo in quel momento, da tempo, però, vi siamo diretti. (Lucio Anneo Seneca)
L’eterna clessidra dell’esistenza viene sempre di nuovo capovolta e tu con essa, granello della polvere! (Friedrich Nietzsche)
Quante volte ho rovesciato la clessidra, | questo tempo non è sabbia ma è la vita che passa, che passa. (Fiorella Mannoia)

Clessidra

Clessidre in vetro 

Troviamo in vendita on line e nei negozi anche molte clessidre in vetro con sabbia, alcune come questa con un design che richiama ai tempi in cui questi strumenti erano indispensabili.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbe interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 5 marzo 2018