Citroën Aircross, il suv gentile anche con l’ambiente

Citroen Aircross 2015 concept

Mentre la Citroën C4 Cactus collezione riconoscimenti su tutti i fronti, l’ultimo proprio in ambito delSalone d’Onoredella Triennale di Milano, la nuovissima concept carAircrossconquista il pubblico al Salone di Shanghai.

Il disegno esterno dellaCitroën Aircrosscontinua la strada intrapresa dallaC4 Cactus:linee morbide, silhouette che si sviluppa in orizzontale, elementi grafici forti e tratti estremamente armonici.

Per i suoi motivi leggeri, laCitroën Aircrosspuò essere presentata come un suv gentile, che dimentica l’aggressività e le linee taglienti che ormai caratterizzano qualsiasi suv/crossover in circolazione. Il costruttore francese ha deciso di rompere tutti gli schemi e fare la differenza sul mercato: finalmente vediamo un po’ dioriginalitàsu strada!

GUARDA LE FOTO DELLA CITROEN AIRCROSS CONCEPT

Un suv gentile anche con l’ambiente grazie alla trazione ibrida. L’Aircross concept carè stato presentato con una notevole catena di trazioneibrida plug-in, il sistema vede una potenza combinata pari a 313 cavalli grazie al motore benzina 1.6 THP da 218 cavalli e 275 Nm di coppia, abbinato al propulsore elettrico da 95 cv. Il modulo elettrico è collocato sull’assale posteriore e grazie al pacchetto batterie riesce a regalare un’autonomia in modalità solo elettrica (ZEV, a zero emissioni) pari a 50 km.

Per quanto riguarda i consumi, i 313 cv non si fanno affatto sentire: si bruciano meno di due litri di benzina per percorrere 100 km. I dati dichiarati riferiscono un consumo di 1,7 l/100 km e 39 grammi di CO2 emessi per ogni km percorso.

La coppia massima del motore elettrico, disponibile fin da subito, si fa sentire anche in fase di accelerazione portando il veicolo da 0 a 100 km/h nel giro di 4,5 secondi, davvero niente male se si pensa che parliamo di un’auto imponente. Ledimensionidell’Aircross concept carvedono una lunghezza di 4,58 m, larghezza di 2,10 m, altezza di 1,73 m e un passo di 2,80 m.

GUARDA LE FOTO DELLA CITROEN AIRCROSS CONCEPT

L’abitacolo dell’Aircross conceptsi presenta moderno e spazioso, comodo e inedito. Il sistema di infotainment di bordo può contare su ben 2 display HD da 12″, uno dei quali è orientabile così da poter essere impiegato più agevolmente anche dal passeggero anteriore. A bordo c’è tanto spazio per la tecnologia e il comfort: i sedili king size devono essere una vera goduria nelle lunghe percorrenze!

citroen aircross 2019

Se laC4 Cactusha stupito tutti per i suoiAirbumb,l’Aircrossarriva con un elemento grafico affine (l’Alloy Bump) e due inediti, parliamo degli aerodinamici Air Sign e Air Curtain. Mentre l’Alloy Bump esprime sicurezza (è caratterizzato da una struttura alveolare in lega dall’alluminio ad alto potere assorbente), l’Air Sign e l’Air Curtain sottolineano l’attenta ricerca di aerodinamica diAircrossche si esprime nella sua silohuette con superfici trattate per ottimizzare la penetrazione e la copertura.

L’Air Sign, firma cromata che sottolinea il vetro posteriore lasciando passare l’aria da un tunnel, le entrate d’aria, gli Air Curtain nella parte anteriore, gli estrattori dei passaruota anteriori e posteriori, la forma molto assottigliata dei retrovisori. Se da un lato gli Air Sign rimarcano l’aerodinamicità della vettura, dall’altro contribuiscono a regalare più comfort per chi viaggia dietro.

L’uscitadellaCitroën Aircrossnon dovrebbe essere così imminente, si parla del 2019. In ogni caso non sappiamo il modello di serie quanto riuscirà a conservare dellaconcept carpresentata in occasione del Salone di Shanghai.

GUARDA LE FOTO DELLA CITROEN AIRCROSS CONCEPT

LaC4 Cactusè una vettura audace e attraente, perfetta per chi vuole discostarsi dalla massa… tuttaviacarenteper la limitata gamma motori e per la mancanza della trazione integrale. Mentre aspettiamo un aggiornamento di gamma, con l’introduzione della trazione ibrida perC4 Cactus, ci auguriamo che l’Aircrossdi prossima uscita possa conservare a pieno il forte carattere e la grinta dellaconcept carmostrata in questi giorni al Salone di Shanghai.

Chi sperava in un’uscita più imminente…. dovrà volgere lo sguardo altrove. Certamente non troverà linee altrettanto originali ma può puntare a suv dai bassi consumi volgendo lo sguardo sulla trazione alternativa dell’Outlander PHEVo sul più tradizionale diesel della Suzuki Vitara che dalle nostre prove su strada risulta rispecchiare i bassi consumi dichiarati dalla casa giapponese.

Se vi è piaciuto questo articolo potete seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Pubblicato da Anna De Simone il 29 Aprile 2015