Ceretta a caldo o ceretta a freddo

ceretta a caldo ceretta a freddo

Ceretta a caldo o ceretta a freddo: come scegliere la migliore cera in base alle proprie esigenze. Ceretta per pelle sensibili. Consigli all’uso fai da te della ceretta a rullo o ceretta con il classico fornellino.

La chiamiamo “cera” ma in realtà si tratta di una miscela più complessa data da cera propriamente definita e composti resinosi. La ceretta può essere “a caldo” “a freddo”. Vediamo insieme quali sono le differenze e come scegliere in base alle esigenze della propria pelle.

Ceretta a caldo

La cera a caldo può essere applicata a rullo o con spatola. La cera a caldo, infatti, va riscaldata e spalmata sulla pelle e poi tirata via con delle strisce di tessuto.

Grazie alla cera a caldo peli vanno strappati via alla radice.

La cera a caldo, a differenza della cera a freddo, consente di eliminare il pelo alla radice perché il calore della cera fa dilatare il follicolo pilifero: l’apertura del follicolo facilita l’estirpazione del pelo.

Con la ceretta a caldo, la cera raggiunge una temperatura di circa 40° e una consistenza fluida. La cera va applicata tramite una spatola o un roll-on (cera a rullo) e assicura risultati molto durativi. I peli possono impiegare fino a tre o quattro settimane per ricrescere.

Ceretta con rullo

Si tratta di una cera a caldo che mira a conservare la praticità della cera a freddo e l’economicità della cera a caldo. Il rullo presenta una resistenza interna che alimentata da corrente elettrica, riscalda la cera e la rende spalmabile. Anche se sembra molto pratico, la cera a rullo non è priva di controindicazioni e svantaggi: è difficile applicarla sulle zone ricurve del corpo come la zona ascellare o la zona inguinale.

Come fare la cera a rullo

Il rullo è un applicatore pratico, utile per fare la ceretta da sola. Per l’uso della ceretta a rullo vi basterà attivare il dispositivo, attendere i tempi per riscaldare la cera (in genere 30 minuti) poggiare la testina del rullo sulla pelle da epilare e stendere uno strato di cera muovendo l’apparecchio in direzione della crescita del pelo.

In questa fase dovete esercitare una certa pressione per depositare un sottile strato di cera sui peli. Prendete una striscia di tessuto non tessuto per ceretta, fatela aderire bene sullo strato di cera e tirate via eseguendo uno strappo in direzione opposta alla crescita del pelo.

In altri termini, il rullo va usato trascinandolo dall’alto verso in basso (direzione di crescita del pelo), mentre la striscia va strappata dal basso verso l’alto (in direzione opposta alla crescita del pelo).

Ceretta a freddo

La cera a caldo, purtroppo, non è esente da controindicazioni legate e svantaggi. Il calore generato dalla cera a caldo funge da vasodilatatore. Così, la cera a caldo è sconsigliata a chi soffre di vene varicose o fragilità capillare; in queste circostanze molto utile può essere la cera a freddo.

La cera a freddo è molto pratica e più semplice da eseguire con il fai da te in solitaria. La cera a freddo più diffusa è quella costituita da strisce già pronte che consentono di epilarsi in pochi minuti anche in condizioni di emergenza.

La cera a freddo va riscaldata tra le mani prima dell’applicazione ma, in inverno, potrebbe essere utile sfruttare il calore emesso dai termosifoni.

Consigli utili per la cera a freddo
Per una epilazione più profonda, prima dello strappo tamponate la zona interessata con una spugna impregnata d’acqua calda, in questo modo andrete a dilatare i pori piliferi e facilitare l’operazione.

Per una ceretta meno dolorosa, potete appoggiare nella zona interessata dell’epilazione, del ghiaccio e asciugare la pelle prima di eseguire lo strappo.

Ceretta per pelli sensibili

Per pelle sensibile o zone molto delicate come quella inguinale e ascellare, è bene scegliere delle cere più delicate. Tra le tante proposte del mercato vi segnaliamo quella più delicata perché arricchita con oli essenziali naturali dalle proprietà emollienti, lenitive e disinfiammanti. La cera con Calendula e estratti dell’Albero del Tè è molto utile per l’epilazione dell’inguine (commercialmente segnaliamo la Just wax Multiflex perché molto delicata e adatta alla ceretta professionale). Il tea tree (albero del tè) annovera proprietà disinfiammanti e disinfettanti, utili per chi ha la pelle sensibile e che si arrossa facilmente. Gli estratti di calendula annoverano proprietà lenitive e emollienti, utili per evitare il rossore post-ceretta e mantenere la pelle idratata.

Link utili | Just Wax Multiflex

Per tirare via anche i peli più corti, imparate a dosare bene la quantità di cera da applicare nella zona da epilare. Tutte le istruzioni per farsi la ceretta da sole le trovate nell’articolo “come fare la ceretta in casa.

Ti potrebbe interessare anche

Irsutismo: cause e rimedi

Pubblicato da Anna De Simone il 30 agosto 2016