Come fare ceretta in casa

Come fare ceretta in casa

Come fare ceretta in casa: ceretta a caldo fai da te. Cere da riscaldare con o senza scaldacera e cera fai da te con zucchero e limone.

Tranquilla, fare la ceretta da sola non ti sarà difficile… l’unico inconveniente è che al momento dello strappo dovrai compiere un atto di coraggio! Scaldare la cera, stenderla e anche prepararla, sono tutte fasi facili da assolvere e che non ti richiedono molta fatica. In questo articolo ti spiegherò come fare la ceretta in casa con strumenti facili da reperire sul mercato o con la cera fai da te.

Se non vuoi  comprare proprio nulla (neanche le strisce in tessuto non tessuto per lo strappo), puoi prepararti da sola una cera fatta in casa a partire da ingredienti semplici come limone, zucchero e miele. Per la ricetta della cera fai da te ti invito a visitare la pagina “ceretta al miele, zucchero e limone“. In questo articolo ci soffermeremo su come si fa la ceretta in casa con prodotti tradizionalmente presenti sul mercato.

Cosa serve per fare la ceratta in casa

Per fare la cera a caldo, hai bisogno di:

  • spatola stendicera
    ne esistono monouso in legno o professionali in metallo.
  • Strisce per epilazione in morbido tessuto non tessuto
    ne esistono di più economiche in materiale plastico ma quando si tratta della cura del corpo, ti consiglio di non badare a spese.
  • Scaldacera
    Vi è lo scaldacera tipo Roll on (scaldacera a rullo) e lo scaldacera a fornello. In entrambi i casi sono dispositivi che funzionano a elettricità.
  • Cera
    In base al tipo di scaldacera, dovrete acquistare cera liposolubile in barattolo o cera a rullo.

Meglio lo scaldacera a rullo o a fornello?
Lo scaldacera a rullo è indubbiamento molto praticolo per le zone come gambe, braccia o ascelle. E’ più difficile da usare nella zona inguinale e non è adatto se sei abituata a fare la cera anche a intervalli di tempo lunghi, quindi se il pelo è un po’ più lungo è meglio usare il classico barattolo con stecche. Se usate lo scaldacera tipo Roll on (a rullo), non avete bisogno delle spatole stendicera.

In generale possiamo dire che lo scaldacera a fornello è più professionale e anche più veloce (solo dopo aver fatto un po’ di pratica) e ti consente di regolare la temperatura della cera.

Non lasciarti spaventare dalla parola “professionale”, scaldacera a rullo e scaldacera a fornello hanno prezzi paragonabili. Uno scaldacera a rullo si può trovare online anche al prezzo di 7 – 8 euro mentre per un buon scaldacera a fornello con temperatura regolabile bisognerà investire all’incirca 15 – 20 euro. Uno scaldacera a fornello dall’ottimo rapporto qualità prezzo è proposto su Amazon al prezzo di 14,90 € con spese di spedizione gratuite. Per maggiori informazioni vi rimandiamo alla pagina Meliss 10 fornello per epilazione a caldo.

Ceretta in casa senza scaldacera

Certo, lo scaldacera ti semplifica la vita ma impiega anche più tempo. Chi ha un forno a microonde può trasferire la quantità di cera desiderata in un contenitore in silicone o in un contenitore per alimenti compatibile con il forno a microonde. In realtà, in commercio esistono diverse cere pronte all’uso ideate per essere riscaldate nel microonde.

Se hai scartato anche l’idea del microonde e vuoi riscaldare la cera senza scaldacera, puoi farlo sfruttando il fornello da cucina: metti il barattolo della cera sospeso in un pentolino dal diametro leggermente superiore così da far riscaldare la cera a bagnomaria.

Come fare la cera in casa

Riscaldare la cera.
Un barattolo pieno con scaldacera a fornello impiega circa 35 minuti per riscaldarsi completamente. Un rullo per riscaldarsi richiede circa 25 minuti. Se usi lo scaldacera a rullo, stacca la spina appena dopo aver scaldato la cera mentre con lo scaldacera a fornello dovrai solo abbassare la temperatura per mantenerla calda.

Con il roll on o con la spatola, applica uno strato di cera quanto più sottile possibile. La pelle dovrà essere asciutta, pulita e per il tuo bene, meglio se idratata.

Applica la cera seguendo la direzione di crescita dei peli e mantenendo la pelle ben tesa così da stendere uno strato uniforme.

Applica la striscia e per favorire l’adesione, esercita una certa pressione con la mano. Afferra la strisca a un’estremità e strappa in direzione contraria alla crescita dei peli.

Strappa tenendo la striscia quanto più possibile vicina e parallela alla pelle. Questa è la parte più difficile!

Sappi che la stessa striscia può essere usata più volte, finché assicura una buona presa.

Dopo la cera, se non hai apposite salviette, passa dell’olio idratante. L’ideale sarebbe dell’olio di mandorle dolci.

Ti potrebbe interessare anche

Irsutismo: cause e rimedi

Pubblicato da Anna De Simone il 9 agosto 2016