Cemento ecosostenibile dal Riso

Con gli scarti della raffinazione del riso si costruiscono i vasi naturali per la casa ma non solo! Il riso è una risorsa che può trovare largo impiego nel settore della bio edilizia: dalla pula di riso è possibile produrre un cemento ecosostenibile. Immaginate una casa a basso impatto ambientale. Con quale materiale dovrebbe essere fabbricata? Con il legno o col cemento?

Il calcestruzzo può essere realizzato con la cosiddetta “lolla di riso”, ovvero quella pellicola che ricopre i chicchi quando sono sulla pianta. La pula di riso viene eliminata durante la lavorazione del prodotto.

La pula, dopo la raffinazione del riso, potrà essere recuperata e utilizzata per la produzione di cemento ecosostenibile perché ricca di un ossido importantissimo, l’ossido di silicio, un componente fondamentale del calcestruzzo. A sviluppare questo nuovo cemento è stato un team di ricercatori del texani del ChK Group Inc.

La scoperta avrà grosse ripercussioni nel settore della bio edilizia. Prima del team texano, altri ricercatori avevano provato a sfruttare la pula di riso per sviluppare un conglomerato cementizio. Purtroppo gli altri tentativi fallivano a causa dell’eccessiva presenza di carbonio nella cenere di questa sostanza.

Il team del Texas è riuscito a isolare il carbonio mediante un processo di combustione che lo espelle. Per eliminare il carbonio, la sostanza dovrà subire un processo di cottura a circa 800 °C in strutture prive di ossigeno. Per raggiungere alte temperature è necessario impiegare grandi quantità di energia, quindi in termini ambientali bisogna sempre considerare il rovescio della medaglia.

Per ora il team di ricercatori si dice ottimista, soprattutto perché, se tale meccanismo fosse applicato su larga scala, il costo di produzione di cemento sostenibile sarebbe accessibile, inoltre, sostituendo almeno il 20% del cemento tradizionale con calcestruzzo ecocompatibile, si diminuirebbe l’immissione di CO2 all’interno dell’atmosfera. Soprattutto considerando che anche per produrre il cemento convenzionale è necessario impiegare grosse quantità di acqua e di energia. Il cemento sostenibile è più resistente alla corrosione e oggi è in fase di sperimentazione.

Pubblicato da Anna De Simone il 22 agosto 2012