Cattivo odore in cucina

cattivo odore in cucina

Cattivo odore in cucina: consigli su come eliminare i cattivi odori in casa a partire dalla cucina, più esposta a puzza e odori sgradevoli.

La cucina è probabilmente il luogo della casa più esposto ai cattivi odori. Certo, in bagno depositiamo i nostri rifiuti organici ma… in cucina ci passa di tutto! Alimenti scaduti, cibi bruciati, scarti di frutta e verdure, avanzi di pesce, frattaglie, residui della pulizia di mitili e crostacei… A tutto questo si aggiungono i vapori della cottura degli alimenti e le emissioni dei detersivi e prodotti per l’igiene.

Con questa premessa, capirete che non c’è da meravigliarsi se talvolta sentite un cattivo odore in cucina. Sono raramente la puzza in cucina è legata alla pattumiera della spazzatura (raccolta dell’organico o un secco indifferenziato fatto male) o alla puzza di frittura.

In genere i cattivi odori in cucina si originano dai posti più impensabili: la vecchia vaschetta dell’acqua del frigorifero, sotto il lavabo o dallo stesso lavandino, dal filtro della cappa aspira-fumi, dal forno, dalla lavastoviglie o dai filtri del climatizzatore. Per eliminare il cattivo odore in cucina dovete capirne l’origine e.. se questa non è chiara, vi toccherà un lavoro indegno: pulire minuziosamente tutti gli elettrodomestici, cassetti e credenza!

Se avete preso una casa nuova e c’è puzza in cucina, probabilmente dovete detergere tutte le superfici: le case nuove possono avere uno strano odore di chiuso, di materiale edile o se in precedenza era già abitata, non conoscete le abitudini dei vecchi inquilini, quindi forza con le pulizie!

Altri cattivi odori possono essere connessi alla presenza di animali domestici. Una casa che ospita animali domestici, anche se ben tenuti, deve essere pulita a fondo tutti i giorni: lo scotto da pagare per avere i pelosetti in giro per casa!

Cattivo odore in cucina, tutti i rimedi

Come anticipato, vi toccherà individuare la fonte della puzza e… se non riuscite a venirne a capo, dovrete detergere a fondo tutti gli elettrodomestici, cassetti, credenze… fare ordine in frigorifero e igienizzare ogni superficie, anche quelle più nascoste come sopra la cucina e ai mobili. Se non individuate l’orgine della puzza, meglio sostituire anche i filtri della cappa e i filtri del condizionatore. Ecco buone norme per evitare l’insorgenza di cattivi odori in cucina:

  • Controllate sempre le scadenze dei cibi, niente puzza di più di un alimento andato a male.
  • Non lasciate gli alimenti scoperti ma sigillateli sempre in contenitori ermetici o usate la classica pellicola trasparente. Gli acidi naturali contenuti negli alimenti possono dare vita, nel giro di poco tempo, a odori sgradevoli.
  • Eseguite la giusta manutenzione agli elettrodomestici della cucina, vale a dire
    -friggitrice
    -lavastoviglie
    -forno e forno microonde
    -fornelli
    -condizionatore
    -cappa aspira-fumi
    -frigorifero
    -robot da cucina
  • Garantite almeno un paio di ricambi d’aria al giorno. Arieggiate abbondantemente la cucina in corrispondenza di pranzo e cena.
  • Durante la cottura dei cibi, non dimenticate di azionare la cappa aspira-vapori.
  • Non usate deodoranti per ambienti che non fanno altro che inquinare ulteriormente l’ambiente domestico.
  • Evitate di far defluire residui di cibo nel lavabo. Le tubature, spesso, sono la causa del cattivo odore in cucina.
  • Evitate di stirare in cucina, i residui di detersivo della biancheria si disperderebbero nell’ambiente domestico in cui vi nutrite e non è cosa buona e giusta!
  • Evitate di asciugare la biancheria in cucina.
  • Tenete in ordine il frigorifero consumando prontamente gli alimenti prossimi alla scadenza.
  • Controllate quotidianamente il porta-frutta e verdura.

Tra le cause dei cattivi odori in cucina figura spesso una cattiva gestione di elettrodomestici quali forno e lavastoviglie, così come un malfunzionamento della rete idrica. In questi casi specifici vi invitiamo a seguire le istruzioni ad hoc:

Tra i rimedi naturali ai cattivi odori di natura organica figura l’acido citrico. Il succo di limone è un ottimo alleato per eliminare i cattivi odori in modo naturale.

Per disinfettare a fondo la cucina e tutte le superfici, potete usare prodotti artificiali come la creolina, un potete disinfettate ad ampio raggio. Si tratta di un prodotto altamente inquinante e quindi va usato con cautela.

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 7 gennaio 2016