Caro benzina? Fiat propone metano e GPL

Con i rincari, in alcunze zone d’Italia, la benzina è arrivata a sfiorare 1,90 €. Di conseguenza molti automobilisti hanno preso in considerazione di installare un impianto a gas o addirittura di acquistare una nuova auto GPL o a Metano. Mentre aspettiamo che il Governo Monti si decida a rilasciare gli incentivi per le auto ecologiche, la Fiat propone nuove offerte per i suoi clienti.


La casa automobilistica Fiat, per allargare le sue quote di mercato e distinguersi dalla concorrenza, sta puntando molto sulla vendita di vetture a doppia alimentazione, GPL e metano. La decisione della Fiat è stata dettata proprio dal caro benzina che dal 2009 fino al 2012, ha registrato degli aumenti vertiginosi; secondo uno studio fornito dalla stessa Fiat Group Automobiles, negli ultimi tre anni il prezzo della benzina è cresciuto del 54% e quello del diesel del 60%. Anche il GPL e metano hanno subito rincari ma di percentuali nettamente inferiori, rispettivamente 25% per il GPL e 2% per il metano.

Metano e GPL non sono solo i carburanti più economici attualmente disponibili sul mercato italiano, ma sono anche quelli più ecologici con tassi di emissioni nocive di gran lunga inferiori a quelli prodotti dalla combustione dei carburanti convenzionali. Inoltre le vetture alimentate a metano o GPL non rilasciano nell’atmosfera alcuna polvere inquinante.

La Fiat ha deciso di approfittare del panorama economico-ambientale favorevole così da lanciare sul mercato vetture bifuel ecologiche. La FIat offre una vasta gamma di automobili a doppia alimentazione, con modifiche approvate direttamente dalla casa produttrice così da offrire una doppia garanzia al cliente. Se un automobilista decide di modificare la propria vettura con l’installazione di un impianto a metano, alcune parti del veicolo potrebbero risentirne e anche la sicurezza potrebbe esserne compormessa; acquistando direttamente una vettura “bicarburante” l’automobilista sarà sicuro di guidare un automobile con propulsori ottimizzati per i carburanti alternativi.

Pubblicato da Anna De Simone il 22 febbraio 2012