Cane dell’Atlas: allevamento e carattere

Cane dell'Atlas

Cane dell’Atlas, detto anche Aidi, è un cane poco noto ma con un carattere davvero invidiabile: allegro, vivace e gentile. Ha un pelo folto e un po’ disordinato, in apparenza, ma utile per affrontare le intemperie.



Cane dell’Atlas: allevamento

In passato questo cane era abituato ad affrontare combattimenti contro gli sciacalli e gli altri predatori, oggi non capita più così di frequente ma il suo pelo folto e resistente è così per questo motivo.

Il Cane dell’Atlas ha un fisico solido e molto rustico, è scattante e molto muscoloso, abituato a sopportare il freddo delle montagne ma anche il forte sole. Gli allevamenti in Italia non sono molto diffusi, è un cane che si fatica ad incontrare per strada ad oggi ma ha uno sguardo attento e affidabile e un carattere che si presta a farlo diventare un animale apprezzato anche da compagnia.

Cane dell’Atlas: carattere

Molto affezionato al padrone, questo cane allo stesso tempo mantiene un atteggiamento molto indipendente e diffidente nei confronti di chi non conosce, che sia un essere umano oppure un cane, o un altro animale.

Da sempre, è abituato per istinto a contrastare gli altri animali, per cui pur non essendo aggressivo, se non conosce chi gli sta di fronte, non è espansivo e estroverso. In famiglia invece aspettiamoci un cane allegro e gioviale, molto vivace ma, se sta lavorando, con un cacciatore al suo fianco, è serio e molto attento, usa al massimo udito e olfatto che ha molto sviluppati. Il carattere resistente e forte lo ha reso negli anni un lottatore perfetto, quindi si fa in quattro per contrastare grossi predatori ma anche per difendere le proprietà e le persone.

Cane dell'Atlas

Cane dell’Atlas: storia

Originario del Marocco, il Cane dell’Atlas appartiene al gruppo dei cani di tipo Pinscher, Schnauzer, Molossoidi e Bovari, le terre in cui è nato e cresciuto sono quelle coperte dal Sahara e il suo nome è proprio ispirato a quello di una catena montagnosa marocchina. Tempo fa questa razza era tra le prescelte per eliminare i predatori e proteggere il bestiame, oggi non è molto diffusa e gli esemplari che si trovano in giro non fanno quasi mai questo tipo di lavoro.

Cane dell’Atlas: altezza

Un esemplare adulto femmina al garrese misura dai 52 ai 58 cm, se invece si tratta di un maschio, si arriva anche ai 62 cm: siamo di fronte ad un cane di grosse dimensioni ma affatto goffo, anzi. Il tronco è molto profondo, il dorso largo e muscoloso, la testa è da orso, asciutta e ben proporzionata con un muso conico e il tartufo nero o bruno, a seconda del colore del mantello.

Cane dell'Atlas

Le orecchie dell’Aidi sono leggermente arrotondate sulla punta e gli occhi sempre scuri, di grandezza media, la coda è particolarmente lunga e ha un pennacchio finale.

Il mantello del Cane dell’Atlas è da cane rustico, abituato a vivere all’aperto e sopportare condizioni climatiche anche dure. E’ molto spesso, ruvido e semilungo, nei maschi si forma anche una criniera sul collo e sotto la gola e anche arti e coda sono coperti da un pelo lungo e molto folto.

I colori più frequenti per questa razza sono il marrone e nero ma sono ammessi anche sabbia, fulvo, bianco, slavato, rossiccio, con tigrature, bianco e fulvo con o senza tracce nere, tricolore. La presenza di macchie è tipica e comune, possono formare un buffo “berretto” con “sciarpa”, una “stella” e anche le labbra possono essere pigmentate.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbe interessare anche:

Tutte le razze di cani: elenco 

Leviero Arabo detto anche Sloughi

Pubblicato da Marta Abbà il 22 settembre 2017