Camaleonte calyptratus

Chamaeleo calyptratus

Il suo nome è Chamaeleo calyptratus ed è originario della penisola arabica, in particolare dello Yemen e dell’Arabia Saudita. I maschi possono avere una lunghezza da 35 a 60 cm, mentre le femmine sono lunghe da 20 a 45 cm.

Gli adulti presentano un’escrescenza sulla testa, simile a un elmetto appiattito ai lati e quasi appuntito.

Il colore dei camaleonti può variare molto. Il colore di camaleonti cambia in base all’umore e all’habitat. Lo spettro cromatico dei loro cromatofori (delle cellule che contengono i pigmenti colorati) comprende colori e varie tonalità che vanno nel:

  • verde
  • marrone
  • blu
  • bianco
  • nero
  • giallo
  • arancio

Il colore predominante è spesso il verde.

Camaleonte colorato

In genere il colore di base è il verde e sono presenti tre bande di colore diverse sui fianchi. Queste bande solo larghe e vanno nel giallo. Più raramente, un camaleonte può presentare quattro, cinque  o più bande verticali bordate. Queste bande possono essere collegate da macchie più scure.

maschi, in genere, sono di colore verde più intenso mentre le femmine mostrano toni del verde chiaro al marrone con macchie gialle irregolari.

Camaleonte calyptratus: cosa mangia

Se stai pensando di allevare un camaleonte, dovrai informarti bene sulla sua alimentazione. Cosa mangia un camaleonte? Nel suo habitat naturale, i camaleonti si nutrono di piccoli insetti che riescono a catturare con la lingua e…. della saliva appiccicosa!

Non solo insetti, gli adulti possono catturare anche piccoli invertebrati come topi e altri roditori. Oltre a una dieta “carnivora”, i camaleonti si nutrono di cibo vegetale, soprattutto foglie succulente come quelle delle piante del genere Kalanchoe. E’ importante integrare nella dieta del camaleonte anche una componente vegetale: le foglie riescono a migliorare il bilancio idrico dell’animale e, in natura, spesso sono la principale fonte idrica. Se nel tuo terrario il camaleonte calyptratus può contare su una riserva d’acqua, in natura si ritrova spesso a dover leccare le gocce di rugiada dalle foglie.

La quantità di cibo varia in base al periodo di sviluppo e anche all’origine del tuo camaleonte. Per esempio, il  Chamaeleo calyptratus dello Yemen presenta un accrescimento veloce durante le prime fasi di sviluppo e per questo ha bisogno di grosse quantità di cibo fino a quando non avrà raggiunto i 30 cm di lunghezza.

Quanto vive un camaleonte calyptratus?

La vita media è stimata intorno ai 4 – 6 anni, anche se ci sono casi di allevamento in cattività più longevi. Fino a 8 anni.

Come riconoscere un camaleonte maschio o femmina?

Differenze tra Camaleonte calyptratus femmina e maschio. La specie presenta dimorfismo sessuale. Come distinguere la femmina dal maschio? Osservando la testa. Sia il maschio che la femmina di Camaleonte calyptratus presentano un’escrescenza decorativa detta “casco”.

Il “casco” è molto più sviluppato nei maschi e meno pronunciato nelle femmine. Nella foto in alto è mostrato un camaleonte maschio. La femmina tende a essere più piccola del maschio, ma le dimensioni del corpo non possono essere considerate un indice affidabile per “individuare” il genere maschile o femminile.

Questo “casco” consente di distinguere camaleonti femmine dai maschi solo in età adulta. Nei piccoli camaleonti appena schiudi si può individuare una sorta di sperone calcareo ai talloni delle zampe posteriori, riconosciuto come indicatori per gli esemplari maschi.

Camaleonte calyptratus: riproduzione e accoppiamento

Il camaleonte caluptratus è tra le specie più facili da riprodurre in cattività. E’ relativamente facile da allevare e prolifico: produce un buon numero di uova.

  • La maturità sessuale viene raggiunta tra i 4 e i 6 mesi
  • La gestazione della femmina dura tra 1 e 3 mesi
  • L’incubazione delle uova dura tra i 140 e 230 giorni*
  • Le femmine depongono da 20 a 90 uova.

Le femmine, quando sono predisposte alla riproduzione cambiano colore e i maschi incrementano il corteggiamento.

camaleonte dello yemen

L’accoppiamento (copula) dura dai 5 minuti ai 30 minuti e può perpetuarsi per diversi giorni. Se la femmina è stata fecondata, sul suo corpo appariranno delle macchie blu e gialle. La deposizione delle uova può verificarsi dai 15 ai 35 giorni dopo l’accoppiamento.

Per la deposizione, il camaleonte femmina scava una buca di circa 20 cm di profondità.

Il maschio, nella fase di corteggiamento mette in atto diversi comportamenti “curiosi”: dondola in avanti e dietro, muove la coda in modo ritmico. In natura la femmina si riproduce solo una volta all’anno mentre lo stesso maschio può fecondare femmine diverse nell’arco dell’anno.

*Per diminuire i tempi di incubazione delle uova, la temperatura ideale è di 28°C. Se la temperatura viene mantenuta a oltre i 30°C, dalle uova si svilupperanno solo camaleonti maschi.

Chamaeleo calyptratus

Il camaleonte Calyptratus, anche noto come camaleonte dello Yemen, è ritenuto tra i camaleonti più facili da allevare in casa. La temperatura di mantenimento dovrebbe essere tenuta, in estate, tra i 26 e i 28°C mentre in inverno dovrebbe scendere tra i 18-20 °C di giorno e intorno ai 14 °C di notte. Spesso si consiglia di allestire una zona più calda grazie a una luce esterna al terrario.

Quanta luce? La durata dell’illuminazione varia ma non dovrebbe mai discostarsi da quella riscontrata nel suo habitat naturale. In estate, il camaleonte dello Yemen dovrebbe ricevere un massimo 12-13 ore di luce mentre in inverno un massimo di 10 – 11 ore di luce.

Pubblicato da Anna De Simone il 7 ottobre 2018