Bucce di piselli, proprietà e ricette

baccelli dei piselli

Bucce di piselli: proprietà nutrizionali, ricette e consigli su come consumarle con deliziose portate. Dai tortini ai risotti, la ricetta con bucce di piselli la scegli tu!

Le bucce di piselli, meglio definite baccelli, botanicamente possono essere considerate dei frutti perché si sviluppano a partire da un fiore e custodiscono dei semi, quelli che siamo abituati a consumare in cucina.



Le bucce di piselli hanno un basso contenuto calorico (solo 42 calorie per 100 grammi di prodotto) e un interessante profilo di micronutrienti, soprattutto per quanto riguarda le vitamine A, C e K. Tra i minerali segnaliamo la presenza di 2 milligrammi di Ferro apportati con ogni 100 grammi di prodotto. I baccelli dei piselli, così come le bucce di qualsiasi leguminosa, sono ricche di fibre, utili per migliorare la salute dell’intestino.

Ecco alcune ricette da preparare per deliziare il palato e approfittare delle proprietà nutrizionali delle bucce di piselli; per apprendere le proprietà nutrizionali complete delle bucce di piselli vi rimando all’articolo Baccelli di Piselli – Proprietà.

Ricetta: risotto con bucce di piselli

Gli ingredienti:

  • 500 gr. di piselli compresi di bucce
  • 300 gr. di riso Vialone nano
  • 50 gr. di burro
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 1 scalogno
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 60 gr di fragoline di bosco
  • 3 cucchiai di Parmigiano Reggiano
  • 1 cipolla
  • 2 lt. di Brodo con i baccelli
  • Sale e pepe quanto basta

Procedimento:

  1. Sbucciate i piselli, lavate i baccelli e separateli rimuovendo il filamento “sul retro”.
  2. Preparate un brodo con i baccelli e i piselli, mettendoli a bagno in 2 litri d’acqua. Lasciateli bollire per circa un’ora a fuoco moderato. Filtrate il brodo e passate le bucce e i piselli a setaccio.
  3. Fate soffriggere il trito di cipolla in 25 gr di burro e olio. Aggiungete alla cipolla i piselli e insaporite per circa 5 minuti aggiungendo un po’ di brodo e il prezzemolo tritato.
  4. Aggiungete il riso e parte del brodo. Fate cuocere e, man mano che evapora, gradualmente, aggiungete altro brodo: il riso non deve mai seccarsi. Procedete fino a termine della cottura (circa 14 minuti se usate il riso Vialone nano).
  5. Intanto che il riso cuoce, inserite le bucce di piselli nel passaverdure. A fine cottura, aggiungete la purea di bucce di piselli e gli stessi piselli al risotto.
  6. A fine cottura, aggiungete anche il rimanente burro, il formaggio e le fragoline di bosco. Il risotto alle bucce di piselli va servito caldo.

Ricetta: vellutata di bucce di piselli

Ingredienti:

  • 500 gr di bucce di piselli bio
  • 1 tazza di besciamella
  • 1 tazza di brodo vegetale
  • 1 cipolla piccola
  • Olio evo quanto basta
  • Sale e pepe quanto basta

Procedimento:

  1. Lavate le bucce di piselli, mettete sul fuoco in acqua salata e cuocetele per 40 minuti. Scolate le bucce di piselli, lasciatele intiepidire e tritatele sfruttando un mixer elettrico.
  2. Passate le bucce di piselli tritate in un passaverdura così da rimuoverne la componente fibrosa.
  3. A fiamma viva, fate un soffritto con la cipolla e l’olio evo. Aggiungete la purea di bucce di piselli in concomitanza con la besciamella e il brodo vegetale.
  4. Mescolate bene fino a far addensare il tutto. Se necessario, fate evaporare parte del brodo vegetale. Terminate la cottura quando la vellutata di bucce di piselli avrà raggiunto la consistenza desiderata.
  5. Servite con una spolverata di formaggio grattugiato.

Per le ricette, usate solo baccelli freschi, appena raccolti e derivati da agricoltura biologica.

Bucce di piselli, altre ricette

Per altre ricette a base di bucce di piselli come lo sformato e le bucce di piselli in pastella, è disponibile l’articolo Baccelli di Piselli – Ricette. Lo sformato può essere preparato con bucce di piselli o bucce di fave, la stessa ricetta può essere sfruttata per dare vita a tanti piccoli sformatini da servire direttamente nella terrina impiegata per la cottura, un’idea simpatica se avete ospiti a pranzo o a cena.

Pubblicato da Anna De Simone il 11 settembre 2015