Bmw i3. Prezzo, caratteristiche e difetti

BMW-i3

La Bmw i3 è dotata di motore elettrico trifase e batteria agli ioni di litio che con la presa domestica ha dei tempi di ricarica di circa 10 ore.

La Bmw i3 si porta a casa al prezzo di 36.499 euro; il prezzo è giustificato dalle componenti elettriche ma soprattutto dalle tecnologie di produzione: la struttura è in fibra di carbonio e alluminio, la carrozzeria in plastica antiurto e il propulsore elettrico è di ben 170 CV.

BMW i3, caratteristiche

  • Accelerazione
    La risposta all’accelerazione sembra essere istantanea e vigorosa, merito del motore elettrico con una coppia massima di 250 Nm disponibile fin da subito. Lo scatto da 0 a 100 km/h è coperto in 7,2 secondi, un valore notevole per una city car elettrica.
  • Velocità
    La velocità massima della Bmwi3 è di 150 km/h che si raggiungono molto velocemente. L’unico inconveniente è che con il crescere della velocità diminuisce proporzionalmente l’autonomia.
  • Autonomia
    L’autonomia dichiarata della Bmw i3 è 190 km con un’unica ricarica ma pare che questo dato di omologazione sia troppo “generoso” e “ottimistico”. Le prove su strada vedono un’autonomia di circa 100-120 km. Chi vuole più autonomia può scegliere la versione “Range Extender” che incorpora nell’auto due cilindri a benzina che non andranno ad alimentare un propulsore termico, piuttosto fungeranno da alimentatore per le batterie agli ioni di litio. Il Range Extender è un optional dal prezzo di 4.638 euro.
  • Tempi di ricarica
    Con le classiche prese domestiche, la Bmw i3 si ricarica (meglio durante la notte quando il costo dell’elettricità è inferiore) nel giro di 10 ore. Mentre se si sceglie una centralina da montare in garage i tempi si dimezzano, ma il prezzo cresce di altri 1.633 euro.
  • L’abitacolo
    Gli interni della Bmw i3 sono moderni, tecnologici e inconfondibili. L’auto appare fin da subito personalissima. Nell’abitacolo scompare del tutto l’idea del cambio, soppiantata da una spigolosa leva che, collegata al piantone, consente di scegliere tra marcia avanti e indietro. A bordo della Bmw i3 i display sono due: uno dietro al volante che mostra tutte le info di crociera (velocità, autonomia…), l’altro è centrale e nell’allestimento più costoso raggiunge i 10,2″. Il navigatore si compra in optional con 2.067 euro ma è gratis per chi acquista una Bmw i3 che è stata prodotta entro febbraio 2014.

Quei dettagli che non tornano
Nelle foto trovate in rete spiccano, nel largo frontale, due fari fendinebbia. Recandosi nei saloni dell’auto Bmw, troviamo modelli sprovvisti di fendinebbia: le Bmw i3 vendute qui in Italia non avranno i fendinebbia. L’inserimento dei fendinebbia avrebbe incrementato ancora il prezzo di vendita della Bmw i3 sul mercato nostrano.

I materiali che fanno la differenza
La Bmw i3 si fa pagare, e pure bene, ma una volta a bordo bisognerà dimenticare del tutto gli abitacoli ai quale siamo abituati. Anche chi guida un’auto tedesca con l’allestimento più costoso troverà, a bordo di Bmw i3, materiali di maggior pregio: pannelli in fibra di ibisco, la plancia in legno di eucalipto, i sedili in pelle conciata con estratto di ulivo e gli interni “morbidissimi” dell’allestimento Suite possono vantare materiali di produzione ecologici.

Pubblicato da Anna De Simone il 1 febbraio 2014