Biciclette particolari, anzi, particolarissime!

Al mondo sono più di un miliardo le persone che utilizzano la bicicletta come mezzo di trasporto. In Italia, a causa della crisi economica, negli ultimi anni, le vendite di biciclette hanno superato di gran lunga le vendite delle automobili.  Le prime biciclette si sono diffuse all’inizio del 1800 e da allora di “strada ne è stata fatta…”.

Ad oggi il mercato propone biciclette estremamente particolari, non parliamo solo di bici a pedalata assistita che possono essere a propulsione elettrica o a idrogeno, ma parliamo anche di biciclette realizzate in materiali particolari come quelli iperleggeri e invisibili utilizzati dall’aereonautica militare, è il caso della X-9 Nightawk , la bici ninja che pesa solo 1,3 kg, i materiali d’impiego? Un mix di fibra di carbonio e Aramide, una fibra di origine artificiale che non è affatto di uso comune!

GUARDA LE FOTO DELLA BICICLETTE PARTICOLARI

Un’altra bici degna di attenzione è la particolarissima nCycle, che, tra l’altro, offre un vano computer! Se non vi basta, sappiate che l’nCycle può utilizzare i fari come altoparlanti Bluetooth! I fari sono integrati nel manubrio che si allunga con un’asse che funge da antifurto: la forma del manubrio crea un anello di sicurezza, così il ciclista non dovrà trasportare catene o blocchi per le ruote.

Immaginate una bicicletta tascabile? In effetti a questo ancora non ci siamo arrivati ma ci siamo spinti molto vicini con i modelli già commercializzati dellle montainmonk “Bergmonch”, biciclette estremamente compatte che smontandosi diventano uno zaino da spalla.

GUARDA LE FOTO DELLA BICICLETTE PARTICOLARI

Quella nella foto in alto è la biciclette progettata dal designer Michael Shrewsbury, si chiama The Glide e dispone di un telaio in carbonio nano. Le ruote non presentano raggi, la trasmissione a cinghia caratterizza un ingranaggio montato nella parte posteriore della bicicletta e consente il moto rotante bidirezionale, sia in avanti che all’indietro. La bici Glide include una dockstation per smartphone e sul retro del sellino vi è una luce a led per aumentare la sicurezza. Altre bici molto particolari sono proposte nella nostra galleria fotografica.

Pubblicato da Anna De Simone il 12 giugno 2013