Bici elettriche con frenata rigenerativa

bici elettrica

Oggi vedremo come funziona la frenata rigenerativa nella bicicletta elettrica e quali sono i modelli di Pedalec che montano questa tecnologia. La bicicletta elettrica è la normale evoluzione delle due ruote a pedali: in Cina già circolano oltre  40 milioni di biciclette elettriche e le stime vedono un numero sempre crescente anche qui in Italia.

Fin poco tempo fa, i sistemi di frenata rigenerativi erano piuttosto inconsistenti: la rigenerazione fruttava un recupero effettivo del 3% che in una batteria da 10Ah corrisponde a 0,3 Ah, con le attuali tecnologie la percentuale di recupero effettivo è migliorata. Il recupero energetico di una bicicletta elettrica a frenata rigenerativa dipende dal sistema che monta ma anche dalla massa totale (peso bici elettrica + pilota). La frenata rigenerativa recupera l’energia utile estraendola da una quota di quella che normalmente si dissipa sotto forma di calore durante il rallentamento.

Tra le biciclette elettriche con sistema di recupero energia in frenata segnaliamo la linea Bioplanet, le bici elettriche Polaris e la più celebre eBike targata Smart.

Bicicletta elettrica con frenata rigenerativa, i kit
Qualsiasi bicicletta tradizionale può trasformarsi una bici elettrica e con l’apposito Kit sfruttare il sistema di frenata rigenerativa. Per citare uno dei migliori Kit presenti sul mercato che offre tecnologia con frenata rigenerativa, segnaliamo lo Smart-Pie, con motore elettrico 250/500 Watt e le medesime caratteristiche tecniche del Magic Pie 3 ma con l’aggiunta della messa a norma per la circolazione su strada (limite di velocità imposto a 25 km/h, omologazione per circolare su suolo pubblico…). Il Kit può contare su un Controller Interno, Freno a disco, programmazione tramite USB della centralina e frenata rigenerativa. Un altro esempio è dato dal Kit BionX a frenata rigenerativa che offre batteria, motore e quadro comandi.

Pubblicato da Anna De Simone il 8 agosto 2013