Arnica compositum, tutte le info

arnica compositum

Cos’è? L’arnica compositum è un prodotto popolare in omeopatia, usato per le sue proprietà antinfiammatorie. Sembrerebbe efficace nell’alleviare affezioni acute come tendiniti, borsiti, lombargie, sciatalgie… e per coadiuvare la guarigione di ferite e lesioni.

L’arnica compositum è apprezzato perché regola le infiammazioni e, al contempo, svolge attività antidolorifiche, antisuppurative (in caso di ferite e infezioni, frena la formazione di pus) e rigeneranti (accelera il processo di guarigione dei tessuti).

Nota Bene: in caso di infiammazioni o sospette infezioni, prima di ricorrere a qualsiasi rimedio omeopatico come l’arnica compositum, è importante consultare il parere del medico di fiducia.

Arnica compositum: da cosa è composta

La composizione dell’arnica compositum è molto complessa, a riferircelo è anche il nome “compositum” che significa appunto “composito”, “eterogeneo”, “complesso”. Questo prodotto, infatti, può contare sui principi attivi di ben 12 estratti vegetali, in aggiunta a due grandi classici rimedi omeopatici.

Grazie a questo mix di principi attivi, è possibile realizzare rimedi in forma di pomata, fiale, compresse gocce. In dettaglio, quando compri una crema a base di arnica compositum la formulazione conta gli estratti vegetali di queste 12 erbe.

  1. Calendula
  2. Hamamelis virginiana
  3. Achillea Millefolium
  4. Atropa Belladonna
  5. Aconito (Aconitum napellus)
  6. Camomilla
  7. Symphytum officinale
  8. Bellis perennis
  9. Echinacea agustifolia
  10. Echinacea purpurea
  11. Iperico
  12. Arnica montana

I due rimedi omeopatici:

  • Mercurius solubilis (in omeopatia è usato per curare edemi e ascessi)
  • Hepar sulfuris carbonicum (un altro rimedio omeopatico, molto usato per le affezioni delle vie respiratorie, svolge attività antisettica)

Arnica compositum: a cosa serve?

Stando agli esperti in omeopatia, l’arnica compositum funziona regolando il processo infiammatorio. Se i classici antinfiammatori che si trovano in farmacia spengono l’infiammazione, l’arnica compositum la regola lasciando che l’organismo termini precocemente il processo di guarigione. A cosa serve? Questo preparato omeopatico torna utile per curare:

  • Lesioni e ferite cutanee
  • Gengiviti
  • Otiti
  • Dolori infiammatori
  • Nevralgie
  • Contusioni
  • Distorsioni
  • Ecchimosi
  • Dolori da fratture ossee
  • Edemi post traumatici e post operatori
  • Borsiti, tendiniti
  • Versamenti articolari
  • Lussazioni
  • Strappi muscolari
  • Stiramenti di tendini e legamenti
  • Ematomi
  • Epicondiliti
  • Lombalgie
  • Lombosciatalgie
  • Punture di insetti
  • Ustioni lievi

L’arnica compositum non presenta particolari controindicazioni ne’ effetti collaterali.

Come si usa

Dipende dalla formulazione. E’ possibile trovare il prodotto in forma di:

  • Crema gel o pomata
  • Gocce
  • Compresse orosolubili
  • Fiale

In caso di crema, gel o pomata, va spalmata fino ad assorbimento eseguendo movimenti circolari. Modalità d’uso analoga per le fiale. Non mancano formulazioni a uso interno come le gocce e le compresse orosolubili.

In genere, in caso di compresse, la posologia vede l’assunzione di 3 compresse di arnica compositum al giorno. Le compresse si devono far sciogliere molto lentamente in bocca, possibilmente sotto la lingua così da facilitarne l’assorbimento da parte del tessuto molle.

In ogni caso, prima dell’uso, è opportuno leggere le indicazioni sulla posologia dettate dal produttore. Non esiste una titolazione standard, quindi ogni prodotto commercializzato come “arnica omeopatica” può avere concentrazioni diverse. Come sempre ti consigliamo di documentarti sui prodotti e rimedi che usi!

Arnica compositum: arnica montana

La sostanza a cui il rimedio omeopatico deve gran parte delle sue proprietà è l’estratto di arnica montana.

Dall’arnica montana si possono estrarre due differenti oli essenziali, uno dai fiori e l’altro nei rizomi essiccati. In tutta la pianta, soprattutto nei fiori e nel rizoma, è presente in elevati dosi un glucoside molto apprezzato per la sua azione modulante: l’arnicina. E’ a questo principio attivo che l’Arnica compusitum deve buona parte dei suoi benefici. Dalla pianta si può estrarre anche fitosterina, acido gallico e tannino.

Gli estratti di arnica, da un lato aiutano a calmare il dolore e dall’altro accelerano il processo di guarigione. L’arnica compositum non è l’unico rimedio naturale a base di Arnica Montana.

Creme e pomate a base di arnica (così come la stessa crema arnica compositum) si possono applicare direttamente sulla zona dolorante. Quando il dolore è intenso si consiglia di proseguire con una prima applicazione, massaggio e assorbimento, seguita da una seconda applicazione abbondante correlata da fasciatura (benda o garza).

La crema arnica compositum, come le altre pomate a base di arnica, vanno conservate in un luogo fresco, lontano da fonti di calore e umidità. Dato che molti principi attivi sono volatili, chiudi bene il tappo dopo ogni applicazione.

Pubblicato da Anna De Simone il 2 dicembre 2018