Arnica montana, l’antinfiammatorio naturale

arnica proprietà

L’arnica montana è una pianta erbacea perenne tipica delle regioni subalpine, è endemica in europa, dalla Penisola iberica alla Scandinavia e ai Carpazi. In Italia l’arnica montana si può incontrare solo nelle zone montane da 500 a 2500 sul livello del mare, su terreni poveri e silicei.

Per collocarla botanicamente anche nel tuo contesto quotidiano, ti posso dire che l’arnica montana è una parente lontana del girasole (appartengono alla stessa famiglia, quella delle Asteraceae).

L’arnica montana presenta un fusto mediamente robusto, può essere alta dai 20 ai 60 cm e presenta grandi capolini di colore giallo-arancio. L’arnica montana emette un gradevole odore aromatico ed è apprezzata per le sue diverse proprietà.

L’arnica montana, così come l’arnica chamissonis e altre specie del suo genere, sono caratterizzate dalla massiccia presenza di un lattone sesquiterpene, un ingrediente fondamentale nella preparazione di creme antinfiammatorie. E’ per questo che avrai sentito parlare dell’arnica montana come un antinfiammatorio naturale.

Attenzione! L’arnica montana può essere considerata un antinfiammatorio naturale ma non va assolutamente ingerita. L’arnica montana è velenosa se ingerita e a dosi alte può provare paralisi e in alcuni soggetti può causare infarto. L’arnica montana, per i suoi principi attivi, è spesso usata nella fitoterapia ma solo da esperti che ne possono sfruttare le proprietà con sapienza. In ambito domestico, un’infusione di foglie dell’arnica montana può essere usata come trattamento (rigorosamente per uso esterno) per traumi e contusioni.

Ancora una volta, attenzione! I preparati a base di arnica montana non solo non vanno ingeriti ma NON devono essere impiegati su ferite aperte.

arnica montana

Gli estratti di arnica montana si usano quasi esclusivamente in forma di pomata, in forma di crema o di tintura diluita. Gli impieghi sono molteplici così come le sue proprietà: può essere usata per lenire i dolori reumatici o per combattere l’alopecia.

In omeopatia l’arnica montana è usata dagli sportivi per combattere i dolori muscolari e nelle terapie a lungo termine per la cura di traumi. E’ spesso usata come rimedio naturale per lenire il dolore di strappi muscolari, artrite, contusioni e dolori influenzali.

Prodotti a base di arnica montana

In commercio non sono rari i preparati a base di estratti di arnica montana, tra i primi in commercio segnaliamo l’Artrogel registrato dall’agenzia britannica Medicines and Healthcare products Regulatory Agency. In Italia è piuttosto popolare il preparato a base di arnica in gel, l’Arnica Gel Forte , reperibile su Amazon al prezzo di 15 euro per un tubetto da 100 grammi.

Molto consigliato è anche l’uso di olio per massaggi lenitivi a base di Arnica , perfetto per chi soffre di dolori muscolari non correlati ad altre fisiopatologie.

Dall’arnica montana si possono estrarre due differenti oli essenziali, uno dai fiori e l’altro nei rizomi essiccati. In tutta la pianta, soprattutto nei fiori e nel rizoma, è presente in elevati dosi un glucoside molto apprezzato per la sua azione simile a quella della canfora, l’arnicina. Dalla pianta si può estrarre anche fitisterina, acido gallico e tannino.

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Pubblicato da Anna De Simone il 21 giugno 2015