Allevamento fagiani, tutte le info

allevamento fagiani

Con un piccolo allevamento di fagiani si possono avere ottime rese. Una famiglia di fagiani, costituita da un maschio e cinque femmine può dare vita a due cicli di allevamento all’anno che consentono di ottenere, complessivamente, una sessantina di fagiani.

Come avviare un allevamento di fagiani
Il periodo  migliore per iniziare ad allevare fagiani è l’inizio autunno. A ottobre, provvedete ad acquistare i fagiani da far riprodurre: un maschio e cinque femmine.

Quando acquistate i fagiani, rivolgetevi a un allevatore locale e assicuratevi che i fagiani siano in buona salute. Osservate i fagiani e ricordate le nostre indicazioni:

  • controllate occhi e naso, non devono essere presenti scoli
  • controllate sotto la coda, non devono esserci tracce di diarrea
  • gli animali devono essere reattivi, rapidi nei movimenti
  • i fagiani devono essere in buono stato nutrizionale
  • i fagiani sani si riconoscono per un portamento fiero, piumaggio uniforme e andatura sicura
  • non comprate mai fagiani che hanno lesioni da beccatura
  • acquistate fagiani già vaccinati

Una volta a casa, per avviare l’allevamento di fagiani dovrete seguire semplici regole. In primis vi servirà una voliera destinata alla riproduzione e una eventuale voliera di allevamento; per la schiusa delle uova sarà necessaria un’incubatrice artificiale. Ricordate che i pulcini di fagiano devono essere allevati in un ambiente idoneo: chiuso e riscaldato. L’acqua per i piccoli fagiani deve essere posta in un abbeveratoio ben accessibile ma rialzato per evitare che l’acqua possa bagnare la lettiera.

Dopo aver comprato i fagiani per l’allevamento e averli trasportati nella vostra fattoria, separate il fagiano maschio dalle femmine, questo vi consentirà di gestire un allevamento di fagiani più tranquillo: tra le femmine si creerà una naturale gerarchia che consentirà meno problemi al momento della riproduzione.

  1. Le femmine dovranno essere messe subito nella voliera e isolate dal maschio.
  2. Il maschio potrà essere posto in un gabbione oppure nella voliera di allevamento.
  3. Il fagiano maschio dovrà essere introdotto nella voliera con le femmine verso la fine di febbraio, nel periodo degli accoppiamenti.
  4. Il fagiano maschio resterà nella voliera con le femmine fino agli inizi di luglio così da garantire due cicli di riproduzione. Terminata la raccolta delle uova del secondo ciclo di riproduzione, il maschio viene separato dalle femmine.
  5. Le femmine restano nella voliera per fare la muta.
  6. Le uova deposte a fine aprile e a fine giugno potranno essere destinate alla schiusa con l’ausilio di una incubatrice artificiale.
  7. Le uova deposte durante il resto dell’anno potranno essere destinate alla mensa.

Si consiglia di cambiare un maschio all’anno mentre le fagiane femmine, per garantire il massimo della produttività, possono essere sostituite ogni due anni così da affrontare, nel modello da noi proposto, quattro cicli riproduttivi.

Ricordate di somministrare al vostro allevamento di fagiani una adeguata alimentazione. Non vanno bene i mangimi per altri avicoli (polli, faraone, tacchini…), è importante scegliere mangimi appositamente studiati per fagiani, addirittura in commercio ne esistono formulazioni per differenti face di età. Ricordate che in una voliera spaziosa e all’aperto, i fagiani possono integrare l’alimentazione artificiale con dei vermetti, insetti e altre larve.

Altri allevamenti di grande interesse collettivo:

Vi potrebbe inoltre interessare anche

 

Pubblicato da Anna De Simone il 17 marzo 2015