Acari del legno, come eliminarli

acari del legno

Acari del legno, come eliminarli: sintomi delle punture di acari, dermatite da acaro e come eseguire il trattamento dei mobili infestati dagli acari dei tarli.


Quando si parla di acari si tende a fare molta confusione ma non c’è da meravigliarsi: sono 30.000 le specie di acari note e le stime portano a credere che ci sono oltre 400.000 specie di acari non ancora ben identificate. Sono soprattutto terresti ma ne esistono anche forme acquatiche. Gli acari hanno una certa rilevanza sanitaria perché, oltre a essere parassiti, possono causare reazioni allergiche, essere vettori di agenti patogeni o, in rari casi, attaccare l’uomo.

Tra gli acari più conosciuti citiamo gli acari della polvere, gli acari della pelle, gli acari dei polli e gli acari del legno anche noti come acari dei tarli. In questa pagina ci soffermeremo sugli acari del legno, meglio definiti Pyemotes ventricosus. Per le informazioni su come eliminare gli altri acari citati vi rimandiamo alle pagine:

Acari del legno o Pyemotes ventricosus

L’acaro del legno è legato alla presenza dei mobili tarlati. L’acaro Pyemotes ventricosus è un parassita delle larve dei tarli della famiglia Anobiidae (tarli del legno) ed è per questo motivo che è comunemente noto come acaro del tarlo.

Gli acari del legno possono pungere l’uomo creando problemi ingenti se presenti in gran numero. In questo caso, l’attacco sull’uomo non è un evento così raro: è sufficiente appoggiarsi al mobile tarlato o rimanere nello stesso ambiente in cui vivono gli acari dei tarli per essere attaccati. I “morsi dei tarli” possono essere presenti sia nelle parti scoperte (mani, collo…) si nelle parti coperte dai vestiti (torace, cosce…). L’ASL di Roma ha segnalato la presenza di acari dei tarli in alcune scuole d’Italia.

Il ciclo di vita degli acari del legno è molto adattivo, i maschi crescono velocemente direttamente nell’opistosoma, una parte posteriore del corpo della femmina. Ogni femmina riesce a procreare fino a 400 esemplari così, verso giugno, luglio, quando le temperature sono favorevoli, vengono alla luce centinaia di acari maschi adulti mentre le nuove femmine sono estremamente veloci nel crescere e attaccare l’uomo ripetutamente. I maschi attendono che le femmina sia pronta per fecondarla e dare vita a un nuovo ciclo.

Dermatite da acari

Dato i danni causati dagli acari del legno, si può parlare di vera e propria dermatite da acari Pyemotiedae. I soggetti più a rischio sono magazzinieri, scaricatori, falegnami e quanti vengono in contatto con prodotti o materiali infestati dall’acaro dei tarli.

Non solo tarli del legno, in realtà, il parassita Pyemotiedae ventricosus è un acaro prostigmato in grado di parassitare larve di vari insetti, anche di quelli che infestano le derrate alimentari.

L’acaro del legno può derminare nella cute dell’uomo, l’insorgenza di tipiche lesioni siero.papulose da puntura e, in alcuni rari casi potrebbe insorgere una fase eruttiva con la comparsa di malessere generale e lievi stati febbrili.

La dermatite da acaro del legno è tipica dei periodi estivi anche se, in base al ciclo di vita degli acari dei tarli, può perdurare fino all’inizio dell’autunno.

Acari del legno, come eliminarli

Per portare a risoluzione il problema si interviene sui mobili infestati con un trattamento intensivo combinato anti-tarlo anti-acoro o con la completa eliminazione dei mobili tarlati.

In caso di infestazioni in ambienti di lavoro, è necessario l’intervento da parte di squadre esperte nella disinfestazione.

Per eliminare gli acari del legno è inutile correggere fattori quali temperatura e umidità nell’aria (questo può essere utile in caso di acari della polvere) perché gli acari del legno vivono in microscopiche gallerie nei mobili o addirittura nelle carcasse dei tarli che gli acari stesso hanno ucciso per nutrirsene.

Pubblicato da Anna De Simone il 27 gennaio 2016