A Torino, la prima cabina telefonica smart

Chi ha detto che le cabine telefoniche sono destinate a scomparire? Videocamera, display touch screen, energia solare ma anche pubbliche amministrazioni. E’ questa la cabina intelligente installata a Torino, la prossima sorgerà a Catania e poi man mano in tutta l’Italia.

Cara e vecchia cabina telefonica addio, da oggi si parlerà di “Cabina del futuro”. A 60 anni dalla sua prima apparizione in Italia, anche il telefono pubblico si evolve e diventa “intelligente”. Entro il 2016 l’Authority per le telecomunicazioni ha autorizzato Telecom a sradicare le vecchie cabine telefoniche una a una a favore di cabine più innovative.

Non tutte le cabine telefoniche saranno rimpiazzate. Molte rimarranno in funzione ma una buona parte verrà riconvertita in qualcosa di avveniristico. Una rivoluzionaria cabina telefonica ha fatto il suo esordio: si tratta di una particolare postazione sorta dalle ceneri delle storiche cabine telefoniche, ma in chiave completamente “green hi-tech”.

Il prototipo in questione è stato sviluppato da Telecom Italia in collaborazione con Ubi Connected, ed è stato installato per la prima volta a Torino in Corso Duca degli Abruzzi davanti al Politecnico di Torino. Scelta strategica in quanto Telecom collabora con il Comune per l’attuazione del progetto Smart Cities “sostenibilità come unità di misura delle scelte dei prossimi dieci anni” promosso dall’Unione Europea.

Come funziona? Funziona a monete e con carta di credito.

Le nuove cabine telefoniche, oltre a consentire di effettuare chiamate, sono dotate di un display touch screen per accedere a informazioni e servizi di pubblica utilità, turismo, mobilità, commercio, ma anche tempo libero come social networking e servizi online per gli studenti del Politecnico di Torino.

Altre tecnologie?
La cabina telefonica è dotata di una telecamera di videosorveglianza collegabile alla sala controllo della Polizia Municipale che registra tutto quel che avviene intorno.
Un dispositivo elettronico, che monitora in tempo reale la qualità dell’aria.
Ha un display dove saranno visualizzate news così da aggiornare costantemente i passanti sulle ultime informazioni di cronaca.
Un’ulteriore funzione, messa a punto da PromoQui che permette con un solo click, di poter accedere alle offerte commerciali fino a un raggio di cinque chilometri.

Oltre a essere estremamente innovativa è anche ecologica. Adiacente alla cabina sono presenti delle particolari “colonnine”, attraverso le quali i cittadini potranno provvedere alla ricarica delle batterie dei loro veicoli elettrici. La nuova cabina hi-tech è munita di un pannello fotovoltaico che contribuisce al fabbisogno energetico della postazione.

La nuova infrastruttura urbana è stata realizzata pensando alle singole esigenze dei Comuni che potranno caricare servizi e applicazioni sulla base delle specifiche esigenze locali, creando così un forte legame tra il territorio e il mondo della rete.
Il “battesimo” della Cabina Intelligente di Torino è stato solamente il primo passo verso l’installazione di nuove postazioni simili anche in altre parti d’Italia: la prossima verrà installata a Catania.

Dopo le cabine è possibile che altri oggetti urbani di uso comune quali fontanelle, panchine, cassonetti, facciate degli edifici, chioschi diventino strumenti nuovi in armonia con tecnologia, design ed ecosostenibilità. La cabina telefonica intelligente della Telecom è un importante passo verso il modello delle Smart City.

Pubblicato da Anna De Simone il 7 aprile 2012