Veleno d’api: crema e unguento

Veleno d'api

A cosa serve il veleno d’api ed è poi vero che fa bene o è una delle tante invenzioni del marketing che si sentono in giro? Un veleno, per giunta di api, potrà mai portare dei benefici? Sì, ne porta, e anche diversi.

Non è una notizia recente, questa sostanza viene usata tradizionalmente da anni, soprattutto nell’Europa dell’Est, forse per questo che ad alcuni di noi la cosa può sembrare nuova.



Si usa il veleno d’api ad esempio per curare le malattie articolari, ma non solo, come vedremo dalle numerose applicazioni che esistono e i tanti prodotti a base di.

Quelli che ci interessa e che andiamo a cercare negli ingredienti è l’apitossina, nome generico del veleno d’api, che è stata “scoperta” dal medico ungherese Beck. Era un grande appassionato di api e di apicultura ed è proprio grazie alla sua passione che è arrivato a scoprire delle insospettabili qualità oggi di norma attribuite al veleno d’api ma non un tempo. Dobbiamo a lui le prime ipotesi avvalorate dalla ricerca scientifica americana negli anni seguenti.

Veleno d’api: crema

In formato crema troviamo il veleno d’api che è prezioso soprattutto perché contiene sostanze che possono sembrarci delle sconosciute ma che hanno degli effetti benefici sul nostro corpo. Mi riferisco ad esempio all’istamina, all’isolecitina, all’apamina che assieme danno alla crema il potere di esercitare un’azione antinfiammatoria molto utile in caso di artrosi, artrite reumatoide, sciatalgia. Se il veleno si applica in modo diretto, certo l’effetto è più forte, ma non è affatto una operazione banale da fare. Per questo si utilizza la crema di veleno d’api che ha anche altre interessanti proprietà molto più legate al lato estetico, come stiamo per vedere.

Veleno d’api unguento

Per applicare direttamente il veleno d’api è necessario fare una serie di esami allergici preliminari, onde evitare spiacevoli reazioni. Viene quindi automatico pensare a delle alternative più pratiche come la crema o l’applicazione topica di unguenti e pomate a base di veleno d’api. Se ne trovano in commercio abbastanza facilmente, magari non ci abbiamo mai fatto caso anche perché c’è spesso la scritta piccola, e sono prodotti che lo contengono ma a base di burro di karatè. Esso fa da base, appunto, ma poi si aggiungono oli essenziali in grado di potenziare gli effetti del veleno e che aromatizzano il risultato.

Veleno d’api: dove comprarlo

Si può trovare in alcune farmacie e in erboristeria, alcuni prodotti più mirati agli effetti estetici si trovano anche al supermercato o in profumeria, Certo on line non si hanno problemi a trovare tutto ciò che ci serve, a partire dall’unguento con veleno d’ape di cui abbiamo appena parlato. Una confezione da 30 ml on line su Amazon viene una decina di euro e la si può acquistare per testarla e vedere se ci si trova bene. All’interno del vaso da 30 ml si trova Veleno d’Api in una concentrazione equivalente a circa 70 punture d’Api. Questa fitopomata con veleno, proprio grazie al suo contenuto in mellitina, risulta utile per favorire la normale funzionalità a livello delle delicate zone articolari.

Veleno d’api: prezzo

Vediamo altri due prodotti per farci una idea dei prezzi. Una crema Wonder Bee per il viso, con il nostro veleno, costa 24 euro in una confezione da 50ml. Questo tipo di prodotto ha un uso diverso, però, non si tratta più di combattere l’artrosi ma gli effetti dell’età. Questa crema al veleno è anti age e tonificante, fa un effetto lifting naturale e proprio grazie alla presenza di un principio attivo che solo il veleno d’ape contiene, o quasi.

E’ un prodotto non solo a base di veleno di api per cui risulta anche super idratante grazie all’Acido Ialuronico e rigenerante per via della presenza di Linfa di Copaiba dell’Amazzonia, oltre ad essere ricca di vitamine A+C+E che nutrono la pelle. Deve essere davvero una super crema visto che contiene anche provitamina B5 che fa un effetto emolliente naturale.

Veleno d'api: prezzo  

Per chi vuole un trattamento più completo, c’è un kit addirittura di tre creme di cui una è al veleno d’api, e le altre? Sempre con ingredienti che possiamo definire “strambi” e provenienti dal mondo animale, mi riferisco alla bava di lumaca, contenuta nella seconda crema, e al siero di vipera, ingrediente principale della terza crema di questo kit antirughe che troviamo su Amazon a qualche decina di euro

Veleno d’api: benefici

I primi, a quanto ci risulta, ad approfittare delle proprietà curative del veleno d’api sono stati nientepopodimeno che Carlo Magno e Ivan il terribile che non hanno certo usato come anti age ma per curare dolori e ferite. Già ai tempi si sapeva quanto è efficace in questo. Col tempo sono stati scoperti gli altri interessanti effetti. Oggi si sta studiando anche la conseguenze della presenza di una frazione, chiamata cardiopep, che sembra avere un’attività antiaritmica e beta-adrenergica. Se lo studio conferma questo, il veleno d’api potrebbe risultare molto utile anche a chi soffre di insufficienza cardiaca e aritmia.

Un altro prodotto legato alle api e che vi potrebbe interessare è la cera d’api. Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookInstagram

Pubblicato da Marta Abbà il 30 settembre 2018