FCEV, alleanza tra i Big della mobilità

Arriva un accordo strategico tra Daimler, produttore tedesco di automobili e di mezzi di trasporto per l’impiego militare e civile come pure, esperto in servizi finanziari, Renault-Nissan e Ford. Lo scopo? Accelerare la commercializzazione di veicoli elettrici a celle a combustibile, i cosiddetti veicoli FCEV. Vi abbiamo già spiegato come funziona una cella a combustibile, bene, ora i big della mobilità hanno stretto un’alleanza per spingere insieme l’acceleratore, a tutto gas? No, mi sa che dovranno elaborare un altro modo di dire…

Le aziende citate hanno siglato una triplice intesa per collaborare allo sviluppo di un sistema comune, basato sulla tecnologia delle celle a combustibile; tale sistema favorirà la diffusione dei veicoli a emissioni zero. L’accordo permette alle aziende di ridurre significativamente i costi di investimento, ciò significherà anche, però, una ridotta concorrenza e una quasi nulla diversificazione dell’offerta.

A quando è fissato il debutto delle auto elettriche a celle a combustibile?
La data non è così lontana. Si prevede che l’esito della collaborazione porterà i primi risultati concreti già nel primo semestre del 2017. La sintesi di questa alleanza sarà il lancio del primo veicolo FCEV, acronimo di Fuel Cell Electric Vehicle (veicolo elettrico con celle a combustibile). Il veicolo FCEV sarà il primo al mondo a essere accessibile a un mercato di massa.

L’investimento sarà equamente ripartito tra le tre aziende, l’alleanza è stata necessaria per ridurre i costi di investimento normalmente legati all’ingegnerizzazione di queste tecnologie.

L’iniziativa lega aziende di tre continenti, Europa, America e Asia. Il messaggio è chiaro per i fornitori, per i leader politici delle Nazioni e per l’industria: è necessario concentrarsi sulla messa a punto di stazioni di rifornimento di idrogeno e infrastrutture necessarie a consentire la diffusione di veicoli FCEV su larga scala.

Nei veicoli FCEV, l’unico prodotto di scarto è l’acqua. Essi sono alimentati dall’elettricità generata da idrogeno e ossigeno. Rappresentano il prossimo step della mobilità sostenibile e del trasporto a emissioni zero. Case come Hunday, Kia Motors, Honda e Toyota hanno presentato più volte veicoli equipaggiati con celle a combustibile, ciò che serve ora è una massiccia penetrazione di questi veicoli nel mercato di massa. Speriamo che questa nuova allenza possa portare risultati.

Pubblicato da Anna De Simone il 30 gennaio 2013