Vaniglia: proprietà e valori nutrizionali

Vaniglia

Vaniglia, a qualcuno fa pensare ad un gelato, a qualcun altro ad una crema o ad un profumo, ma è innanzitutto una pianta, che ci regala una interessante spezia multiuso. Una delle doti da citare, della Vaniglia, è l’azione afrodisiaca che sfodera, utile non solo nei momenti romantici ma anche quando ci sentiamo stressati e non riusciamo a prendere sonno.



Non è banale ottenere questa spezia, anzi, è necessario un processo difficile e delicato: la fecondazione manuale delle orchidee che producono i baccelli, poiché ognuno di essi è da curare con la massima attenzione in modo che faccia da mediatore tra fiore e fiore. Questo insetto è raro, e si trova solo in Messico.

Vaniglia: pianta

Ho parlato di orchidea perché la pianta, detta Vanilla planifolia, è proprio una orchidea, una di quelle originarie del Messico, che produce baccelli lunghi anche 30 cm. Colti e fatti essiccare, sono la “materia prima” da cui ricaviamo la Vaniglia come spezia.

Non c’è una sola specie ma alcune sono più frequenti ed utilizzate di altre. E poi ci sono le varietà pregiate da cui possiamo ottenere l’essenza e i sapori più potentemente afrodisiaci, e non solo. Tra queste ultima ci sono la Bourbon, proveniente dall‘isola Réunion e dal Madagascar, e la Tahiti, tipicamente prodotta da baccelli particolarmente scuri e carnosi, la si riconosce perché più fruttata e dolce delle sue sorelle.

Vaniglia

Vaniglia: proprietà

E’ un buon calmante, la Vaniglia, ma ha anche altre proprietà che la rendono utile e amata da gran parte della popolazione. Se vogliamo utilizzarla per combattere lo stress e l’insonnia, basta preparare un infuso o una tazza di latte aromatizzato e sorseggiarlo prima di coricarsi, è un’ottima stagione per sperimentare questo elisir anti-ansia, quella invernale.

Per lo speciale aroma, dobbiamo ringraziare un polifenolo chiamato vanillina, noto per le sue proprietà antiossidanti, ciò significa in concreto che ci mantiene giovani contrastando l’azione dei radicali liberi.

Che lo si creda o meno, la Vaniglia è stata spesso usata, e lo è tuttora, come sostanza afrodisiaca. Ai tempi è nata questa credenza, da verificare, osservando la forma dei suoi bulbi e notando la somiglianza con i testicoli. A questo punto è stato un passo, costruire su questa pianta, la fama di afrodisiaco potente.

Fino agli inizia del Novecento, però, ci risulta che la vaniglia venisse consigliata anche dai medici di professione, a chi mostrava segnali di frigidità, a dimostrare, secondo i seguaci della vanillina, questo effetto, il fatto che chi ne consumava troppa finiva per mostrare un’irrefrenabile pulsione sessuale, oltre che sintomi di dermatite.

Vaniglia

Vaniglia: crema

Al di là delle credenza, una crema alla Vaniglia da assaporare “al cucchiaio” è una fonte di piacere tangibile, e non è così difficile da preparare anche in casa. Basta versare la panna fresca in un pentolino con il baccello di vaniglia inciso per tutta la sua lunghezza, lasciare che giunga a ebollizione e poi eliminare il baccello.

Intanto possiamo sbattere un paio di tuorli con lo zucchero, una volta chiari e spumosi, unirli alla fecola e continuare a montare. Aggiunta la panna, mescoliamo e poi mettiamo la crema in un pentolino lasciando cuocere a fiamma bassa. Una volta pronta e raffreddata, mescoliamo con un cucchiaio di legno fino ad ottenere una crema liscia e poi usiamola per farcire torte o come dolce, da solo, da gustare.

Vaniglia in polvere

I primi ad assaggiare e apprezzare la Vaniglia in polvere sono stati gli Aztechi: la univano al cacao in una bevanda dolce molto apprezzata soprattutto dall’imperatore azteco Montezuma che la offriva ad amici e nemici, per trasformarli in ex nemici.

Oggi la polvere di Vaniglia è utilizzata principalmente nelle preparazioni dolciarie, per aromatizzare zucchero, cioccolato, latte e liquori e la crema di vaniglia appena assaggiata. Ci sono poi ricette, soprattutto nelle tradizioni gastronomiche orientali o africane, che introducono questo sapore dolce e fresco in piatti di carne e di pesce, salati e molto gustosi.

Ovunque la si mescoli, si deve il suo sapore alla molecola aromatica chiamata vanillina che noi siamo in grado di produrre anche sinteticamente, motivo per cui possiamo, anzi, dobbiamo, distinguere tra vanillina naturale o sintetica, leggendo l’etichetta e badando al quanto scritto. Se “ “aroma” o “aroma naturale”, la prima è certo meno pregiata della seconda ma a farne grande uso è soprattutto l’industria alimentare.

Vaniglia: valori nutrizionali

Non so che senso ha indicare le calorie per un etto di Vaniglia, che sono 288, visto che spesso la troviamo in piccole quantità, per dare il giusto sapore. E’ bene sapere che l’estratto di vaniglia è composto per il 52% da acqua, dallo 0,06 % di grassi, dallo 0,06 di proteine, dal 15,5 % di zuccheri e dallo 0,2 % di ceneri, i sali minerali più presenti sono il calcio, il sodio, il fosforo, il potassio e il magnesio, non mancano le vitamine (B1, B2, B3, B5 e B6).

Vaniglia

Vaniglia: gelato

Tra i prodotti più apprezzati, tra quelli aromatizzati alla Vaniglia, c’è senza dubbio il gelato, spesso ottenuto con la polvere o con l’estratto. La polvere viene ricavata facendo seccare la bacca e poi mescolando quanto ottenuto con zucchero, amido ed altri ingredienti, l’estratto invece ci arriva in in soluzione alcolica o eventualmente di glicerolo.

Chi adora il gelato alla vaniglia, non può non assaggiare e amare anche la crema catalana, lo yogurt alla vaniglia e anche il caffè vanigliato. Spesso il “gusto vaniglia” è associato al colore bruno chiaro derivante dalla tonalità del baccello della pianta, questa sfumatura !abbronzata” resta anche negli alimenti che contengono vanillina sintetica.

Vaniglia: essenza

Piace ai grandi come ai piccoli, l’essenza, e la si usa di solito come olio sia per calmare i neonati, sia per addolcire i massaggi. Per il primo scopo, basta qualche goccia nel diffusore di essenze, mentre per i massaggi di solito l’olio essenziale in gocce viene diluito in olio di mandorle.

L’olio essenziale oltre alla vanillina contiene altre sostanze similmente rilassanti e gli adulti che lo utilizzano lo fanno per stimolare la circolazione sanguigna della muscolatura nel basso addome. Una boccetta di Olio Fragrante Di Vaniglia da 10 ml su Amazon costa 7 euro, può essere utilizzata per creare saponi e candele ma anche per un bagno profumato.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest

Ti potrebbe interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 19 dicembre 2016