Val Trebbia, ciak si gira!

Il celebre scrittore Ernest Hemingway durante il suo viaggio scrisse “Oggi ho attraversato la valle più bella del mondo”. Si trattava della Val Trebbia, un luogo incontaminato presso il quale scorre l’omonimo fiume, considerato ancora oggi, il più pulito d’Italia. A voler testimoniare le bellezze naturalistiche e i paesaggi mozzafiato della Val Trebbia, è un documentario girato da una piccola troupe e prodotto da tutti noi.

Prodotto da tutti noi? Sì, per valorizzare i patrimoni italiani, abbiamo la possibilità di supportare il progetto in diversi modi:
– acquistando il documentario in una sorta di prevendita
– acquistando delle quote così da finire nei titoli di coda tra i ringraziamenti
– acquistando più quote e diventare produttori fino ad avere diritto a una percentuale sugli eventuali guadagni in proporzione alle quote possedute.

Queste sono le modalità proposte dal Progetto “La Valle più Bella del Mondo”, inserito nella nuova comunità economica “Produzioni Dal Basso“, qui, ogni singolo utente può fare qualcosa per portare avanti un progetto che nella collettività diventa grande! E’ il caso del documentario che si intente girare nella Val Trebbia.

Il documentario sarà girato tra maggio e e agosto del 2013 e sarà destinato a partecipare ai Festival di genere documentaristico. A narrare le bellezze del territorio e descrivere gli aspetti culturali e storici, sarà una voce fuori campo che accompagnerà le riprese fatte con una camera digitale professionale, Full HD.

Le regioni coinvolte nel documentario saranno quattro: Liguria, Piemonte, Lombardia ed Emilia Romagna. Un occhio di riguardo sarà lanciato alla città di Bobbio, la più importante località culturale della valle che ospita l’abbazia che in tempi lontani diede vita allo “scriptorium”, tra i luoghi letterari più importante al mondo.

Perché produrre un documentario sulla Val Trebbia? La risposta si trova nel termine “Valorizzazione”.
E’ di interesse collettivo valorizzare i beni paesaggistici e culturali della Nazione; più motivati di tutti sono i cittadini delle quattro regioni citate che così avranno la possibilità di mostrare un territorio ricco di storia che nel tempo ha generato solo pace e armonia. Un territorio in cui l’uomo non ha ancora iniziato la sua opera speculativa, quindi ricco di paesaggi selvaggi dove le bellezze naturali si sono preservate col passare dei secoli.

La produzione di questo documentario è nelle nostre mani, possiamo sostenerlo e avere maggiori dettagli dalla pagina ufficiale del progetto, per ora, un piccolissimo assaggio può essere gustato dal video che segue.

Foto | Abbazia San Colombano, Bobbio

Pubblicato da Anna De Simone il 5 giugno 2012