Uva, proprietà e controindicazioni

uva proprietà controindicazioni

Uva, proprietà e controindicazioni: tutte le proprietà benefiche e nutrizionali dell’uva. Informazioni su benefici e digeribilità.

Posso sintetizzare le proprietà dell’uva dicendovi che si tratta di un frutto energizzante, mineralizzante, disintossicante, diuretico e lassativo. L’uva è ricchissima d’acqua (per circa l’80%), apporta zuccheri pronti all’uso e grazie alle sue proprietà esercita diversi effetti benefici sull’organismo. Molti considerano l’uva come un “alimento-medicinale” e in quanto tale non è priva di controindicazioni.

Coltivare l’uva da tavola
Se l’uva vi piace molto, potete provare ad avviare una piccola coltivazione in terrazza o in giardino. Coltivare l’uva in vaso o in piena terra è facile e potete trovare tutte le istruzioni nell’articolo: come coltivare l’uva da tavola.

Uva, proprietà benefiche

La buccia dell’uva è ricca di flavonoidi, un insieme di composti dal forte potere antiossidanti. Tra i flavonoidi presenti nell’uva segnalo l’antocianina, la proantocianidina e il resveratrolo.

Il resveratrolo è tra i flavonoidi più studiati per i suoi effetti benefici nel contrastare patologie degenerative come Alzheimer e arteriosclerosi. Vi basterà pensare che sono molte le riviste a focalizzarsi sulla domanda “dove si trova il resveratrolo” e, tornando ai suoi effetti benefici, l’università di Torino (per citarne una!) ha dedicato una pagina al tema “Proprietà cardioprotettive del resveratrolo” mettendone in evidenza i meccanismi d’azione.

Il resveratrolo migliora la circolazione sanguina e previene la formazione dei coaguli riducendo il rischio di trombosi e ischemie. E’ stata definita “sostanza anti-tumorale” perché lo stesso meccanismo che previene le lesioni arteriosclerotiche contrasta anche la diffusione di metastasi tumorali.

Trattandosi di un flavonoide, è un potente antiossidante, tra gli altri suoi effetti, riesce a inibire l’alterazione del colesterolo-LDL prevenendo così la degenerazione del sistema cardiovascolare.

La comunità scientifica punta la lente d’ingrandimento sul resveratrolo per la sua capacità di prevenire o rallentare, la degenerazione progressiva delle cellule celebrali tipica delle malattie come il morbo di Alzheimer e la demenza senile.

Uva, proprietà nutrizionali

Riportiamo i valori nutrizionali per 100 grammi di prodotto. Calorie per 100 grammi di uva bianca: 62 kcal

  • Acqua: 80 g.
  • Proteine: 0,5 g.
  • Lipid: 0,1 g
  • Carboidrati: 15,6 g.
  • Fibre: 1,5 g.
  • Sodio: 1,0 mg
  • Potassio: 192 mg.
  • Ferro: 0,4 mg
  • Calcio: 27 mg

Dieta dell’uva o Cura dell’uva

La cura dell’uva è una pratica molto diffusa in Germania ma anche in Italia. La prima volta che ne sentì parlare ero in primo superiore, la mia professore di allora praticava la dieta dell’uva dopo ferragosto, per disintossicare e depurare l’organismo dopo le vacanze estive. Mangiava 2 kg di uva al giorno per diversi giorni di fila, in effetti quella professoressa sapeva proprio come mantenersi giovane!

La cura dell’uva dieta dell’uva consiste in una sorta di “terapia disintossicante” basata sul consumo di importanti quantità d’uva appena raccolta. Si arrivano a consumare anche 2 kg di uva al giorno sostituendo, con le dovute cautele, i consueti pasti. Così come vi ho descritto la dieta della frutta, vi riporto uno schema esemplificativo della dieta dell’uvaAttenzione! Prima di iniziare la dieta dell’uva rivolgetevi a un esperto nutrizionista che potrebbe apportare modifiche essenziali per il vostro organismo.

Lo schema della cura dell’uva, così strutturato, consente di aumentare le quantità di uva ingerita nel giro di pochi giorni. Iniziate consumando 500 grammi di uva al giorno: i primi 250 al mattino e l’altra metà suddivisa in due spuntini al giorno. Facendo questo, diminuite la quantità di alimenti che introducente normalmente nella vostra dieta quotidiana. Nei giorni successivi, aumentate progressivamente la quantità di uva fino ad arrivare a 1 kg di uva consumato al settimo giorno e 2 kg durante la seconda settimana. Con l’aumentare progressivo dell’uva abbandonate gradualmente gli altri alimenti. Dopo dopo 2-3 giorni di dieta basata solamente sull’uva potete re-introdurre gli alimenti iniziando solo con verdure crude, per poi aggiungere pane, riso o pasto. Solo alla fine potrete reintrodurre alimenti proteici e ancora dopo i grassi.

Uva, proprietà e controindicazioni

Quando non va consumata

L’uva non è priva di controindicazioni, soprattutto se il consumo è consistente. La cosiddetta cura dell’uva o dieta dell’uva è sconsigliata a chi soffre di ulcera gastrica, ai diabetici e ai colitici. In caso di diabete, gastrite e coliche, il consumo di uva dovrebbe essere moderato e gli acini andrebbero masticati con molta cura, magari eliminando bucce e semi.

Uva e digeribilità

Non riuscite a digerire l’uva? Per aumentare la digeribilità di questo frutto, l’uva andrebbe consumata in pasti di solo frutta e non combinata con proteine o grassi.

Quando va consumata 

L’uva, grazie alle sue proprietà benefiche, è consigliata a chi soffre di dolori artoremautici, per le donne in gravidanza e che allattano, per chi cerca un rimedi naturali alla stitichezza, per chi ha un metabolismo lento… inoltre, l’uva esercita benefici per ipertesi e chi è a caccia di modi naturali per curare la pelle (aiuta a combattere eczemi, punti neri e altre impurità della pelle).

Se vi è piaciuto questo articolo potete seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Ti potrebbe interessare anche l’articolo su “Uva sultanina: proprietà e benefici

Pubblicato da Anna De Simone il 15 settembre 2015