UQIDO, basta code, mi godo la vita

Uquido

Non inquina e non occupa spazio, ed è totalmente web based, facile e intuitivo: Uqido elimina il problema delle code e dei lunghi tempi di attesa negli uffici pubblici ma anche in musei, enti e attività commerciali, alle poste… Ovunque a memoria d’uomo si sia fatta finora la coda.

Dato che ogni anno aspettiamo circa 400 ore in coda, Pier Mattia Avesani, co-fondatore di Uqido, ha deciso che “Questo tempo ha un valore che va riscattato, recuperato”. Oggi un clic, niente coda, e più tempo per godersi il mondo respirando a pieni polmoni e non rinchiusi tra le mura di una sala d’aspetto.

1) Quando e come è nata l’idea di UQIDO?

E’ nata nel 2009 mentre ero in attesa di fare il prelievo presso un Ospedale. Ho pensato che ognuno di noi in tasca ha un dispositivo che gli permette, con un semplice SMS, di accedere a sistemi molto avanzati. Con Alberto Silletti, un caro amico, abbiamo così brevettato un algoritmo in grado di prevedere i tempi di attesa e avviato la prima sperimentazione del sistema.

2)  Come funziona?

L’utente manda un sms scrivendo ad Uqido in italiano corrente la sua esigenza: “domani verso le 9 vorrei fare il prelievo del sangue all’ospedale di Verona”. Il sistema riceve l’sms, lo interpreta, valuta lo stato della coda presso la sala di interesse e risponde con un sms all’utente: “Domani il tuo turno è il 139 alle 9:17”. L’utente si presenta così allo sportello mostrando il suo turno sull’SMS, senza attendere 1 minuto.

3) A chi vi rivolge?

Si rivolge agli uffici pubblici e agli uffici privati con una gran numero di utenze giornaliere, che si trovano a dover gestire code d’attesa, come poste, ospedali, uffici amministrativi ma anche musei e parchi divertimento

4) Simon System: in cosa consiste e quali sono i benefits?

Il Sistema Simon è una piattaforma su Cloud che implementa l’algoritmo brevettato per prevedere i tempi di attesa. L’abbiamo chiamato Simon proprio perché volevamo che fosse il tuo amico di coda, l’amico fedele che aspetta al posto tuo. I benefit per l’utente sono ovvi, per le sale d’attesa sono una migliore gestione dell’utenza e delle risorse umane destinate ad accoglierle. Ad oggi tutti gli uffici pubblici che l’hanno sperimentato su una sala l’anno poi esteso a tutte le sale disponibili. Per me è un risultato grandioso: nel 2012 15.000 persone l’hanno utilizzato per non attendere in media un’ora. Quindi quelle città nel 2012 sono state più produttive per un totale di 15.000 ore, non è poco.

5) Quale altre solutions proponete? A che scopo?

Ora stiamo lanciando Enbage.com che risolve il problema principale delle attività commerciali: riempire il proprio punto vendita di clienti. Ci sta dando grandi soddisfazioni. Il bello è che costa al cliente solo se effettivamente porta nuovi clienti nel suo punto vendita, in caso contrario è gratuito. Un “soddisfatti o rimborsati” all’ennesima potenza.

6) Che impatto ha servizi come il vostro sulla vita dei cittadini?

E’ una questione di qualità di vita e di impiegare meglio il proprio tempo. Un esempio? La segretaria d’ufficio o il padre di famiglia possono ora usufruire dei servizi pubblici senza più perdere intere mattinate seduti in una sala in attesa del proprio turno.

7) Avete in mente altre solutions e servizi?

Vogliamo estendere Enbage.com di modo che chiunque possa configurare in autonomia la propria campagna di acquisizione clienti e distribuirlo in tutto il mondo. Stiamo a vedere.

Pubblicato da Marta Abbà il 21 marzo 2013