È UBI la regina del Green Banking

La premiazione di UBI BANCA al Green Globe Banking

Simone Zavatarelli di Ubi Banca riceve il Green Globe Banking Award 2012

UBI BANCA ha vinto la quinta edizione del Green Globe Banking Award con il progetto “Policy Ambientale”. La manifestazione, la prima in Italia nel Green Banking − che dal 2006 valorizza i comportamenti green delle banche italiane − ha dedicato un Premio Speciale anche a FIRA Green Bank, con il progetto “FIRA: la finanziaria che pensa ECO-LOGICAMENTE”. Al Touring Club Italiano, come annunciato nei giorni scorsi, il Premio ad Honorem per i comportamenti ambientali.

UBI BANCA, istituto bancario di Bergamo, secondo il Comitato Scientifico, “ha contribuito a orientare verso investimenti con maggior efficienza energetica, utilizzi più intensi dell’energia rinnovabile, maggior attenzione alle caratteristiche degli edifici e razionalizzazione dei consumi, diminuendo sprechi e dispersioni. Ciò ha influito sui comportamenti di imprese e privati indirizzandoli verso un atteggiamento più virtuoso dal punto di vista ambientale. Una modalità di fare banca che ottimamente coniuga valore economico con valore ambientale”.

Il Premio è stato consegnato da Marco Fedeli, fondatore di Green Globe Banking e presidente della società promotrice Globiz, al termine dell’annuale Conference che si è svolta giovedì 14 giugno presso la sede della Banca Popolare di Milano. A fare gli onori di casa c’era Iacopo De Francisco, Direttore Mercato della Banca Popolare di Milano.

Il logo del Green Globe Banking di Globiz

La relazione di Gianluca Manca (United Nations Environment Programme – Finance Initiative) sul ruolo della Responsabilità Sociale d’Impresa in Italia e all’estero ha introdotto la Conference intitolata “Dalla CSR al Green Banking passando da Innovazione, Incentivi, Nuove Competenze: come creare Valore Economico attraverso la responsabilità ambientale delle banche”, a cui è seguita la tavola rotonda con Gianfranco Argentin di BPM, Andrea Brumgnach di GIFI – Gruppo Imprese Fotovoltaiche Italiane – ANIE-Confindustria, Andrea Nacci di Green Business Executive School, Valter Serrentino di Banca Intesa Sanpaolo, Romano Stasi di ABI LAB.

“Siamo convinti che la creazione di valore ambientale generi valore economico, perché oggi sostenibilità ambientale e valore economico si presentano come due facce della stessa medaglia”, ha affermato Marco Fedeli. “Il Green Banking, di cui Green Globe Banking è un’espressione, non è quindi un mero progetto di responsabilità Sociale d’Impresa, ma il fondamento teorico di una cultura d’impresa entro cui si formano le strategie di business. Per le banche – ha aggiunto – fare Green Banking significa fare business, possibilmente più business, attraverso una dinamica virtuosa da cui anche i clienti traggono beneficio”.

A cura di Michele Ciceri

 

Pubblicato da Michele Ciceri il 16 giugno 2012