Trekking Vezza d’Oglio – Lago Aviolo sul tracciato Adamello Ultratrail

Lago Aviolo

A circa 1 mese dall’Adamello Ultratrail ho seguito Stefania Ferrante in uno dei suoi allenamenti, per un trekking al Lago Aviolo, con partenza da Vezza D’Oglio, correndo e camminando lungo uno dei tratti del percorso di gara dell’Adamello Ultratrail da 170 km che quest’anno partirà venerdì 20 settembre.

In questo articolo troverete informazioni, foto e video su questo bellissimo percorso adatto anche a famiglie con un minimo di allenamento oltre a tutto quanto dovete sapere nel caso in cui vogliate partecipare anche voi a una delle gare di Adamello Ultratrail, magari proprio alla 170 km a cui parteciperà Stefania Ferrante al fine di raccogliere fondi per la Fondazione Davida con il suo progetto #spostalelefante, sostenuto anche dal nostro IdeeGreen.it. Per conoscere meglio Stefania e per maggiori dettagli su questa iniziativa potete leggere la mia intervista seguendo questo link.



Vezza d’Oglio: il punto di partenza di Adamello Ultratrail

Vezza d’Oglio è il comune della Val Camonica sempre più apprezzato da turisti appassionati di camminata e corsa in montagna per la sua posizione strategica che lo rende un punto di partenza ideale per escursioni nel Parco dell’Adamello e nel Parco dello Stelvio.

Vezza d’Oglio è infatti incastonata tra la Val Paghera, nel Parco Regionale dell’Adamello e la Val Grande, nel Parco Nazionale dello Stelvio, a 1.080 metri sul livello del mare.

La vicinanza alle note località turistiche di Ponte di Legno, Madonna di Campiglio, Bormio, St. Moritz e Livigno oltre ai passi alpini del Tonale, Gavia, Mortirolo, Aprica e Stelvio rende l’abitato ideale per vacanze nella natura sia nel periodo estivo che in quello invernale.

Poco distante è possibile anche visitare Capo di Ponte, inserito nel Patrimonio Mondiale dell’Umanità tutelato dall’Unesco , per le incisioni rupestri testimonianza di insediamenti di epoca preistorica.

Vezza d’Oglio è anche il punto di partenza dell’Adamello Ultratrail di 170 Km in cui si cimenterà Stefania e dell’Adamello Trail di 30 Km.

Vezza d'Oglio

Il trekking da Vezza d’Oglio al Lago Aviolo

Uno delle passeggiate più suggestive che è possibile compiere da Vezza d’Oglio è quella che conduce al Lago Aviolo, situato in Val Paghera, a 1.930 metri di altezza. Ed è quella che ho percorso nello scorso weekend accompagnando Stefania in uno dei suoi allenamenti per l’Adamello Ultratrail.

La distanza che separa il centro di Vezza d’Oglio dal Lago Aviolo è di 6,7 km e i più pigri potranno accorciare ulteriormente il percorso a soli 2,2 km arrivando in auto fino al Rifugio Alla Cascata, situato a pochi metri dal sentiero che si snoda nei boschi verso il Lago Aviolo.

La distanza è breve ma preparatevi ad affrontare una pendenza ragguardevole, su un fondo costituito da sterrato e altre da sassi e ciotoli, sempre in buone condizioni e mai pericoloso ma che necessita sempre della dovuta attenzione.

Sentiero Lago Aviolo

Stefania (ovviamente :-) mi precede nei primi metri del sentiero verso il Lago Aviolo

Dopo un tratto iniziale nel bosco con fondo caratterizzato da sassi e sterrato con radici, il sentiero prosegue nel verde, fino ad arrivare a un punto decisamente suggestivo in cui inizia una sorta di ripida scalinata fatta di pietre che guardo ammirato ma anche preparandomi … a una bella sudata! :-)

salita sentiero Lago Aviolo

… mica male sta salita che mi attende!

In realtà la salita non è stata particolarmente impegnativa e ancor meno il tratto seguente in cui il sentiero diminuisce la pendenza e conduce ai ruderi della vecchia teleferica da cui si gode una bella vista su Vezza d’Oglio.

Vista sui boschi della vallata appena percorsi e su Vezza d'Oglio

Vista sui boschi della vallata e su Vezza d’Oglio. Da notare la t-shirt IdeeGreen – Fondazione Davida realizzata per l’occasione! :-)

Ancora pochi metri e si arriva al bel rifugio “Sandro Occhi all’Aviolo”. E’ il momento del meritato ristoro, per me costituito da polenta al formaggio fuso accompagnata da speck seguito da una crostata ai mirtilli, ovviamente “fatta in casa” a Km zero! Il tutto veramente “da 10 e lode” per cui consiglio caldamente questo rifugio.

Rifugio Sandro Occhi all'Aviolo

Stefania davanti al Rifugio Sandro Occhi all’Aviolo

Il Lago Aviolo

Signori e signore, dopo la bella camminata, ecco il meritato premio (che si aggiunge alla polenta con formaggio fuso! :-) A pochi metri dal rifugio il Lago Aviolo ci appare in tutta la sua bellezza, con alle spalle le vette del gruppo del Baitone, con i suoi ghiacciai!

Foto e video sono meglio di tante parole …

Lago Aviolo

Lago Aviolo

Alla sinistra del lago è presente un bel sentiero che conduce ai prati situati dietro al lago con una vista spettacolare sulla Conca dell’Aviolo e la Val d’Avio …

Conca dell'Aviolo

Conca dell’Aviolo

Lago Aviolo

Stefania al Lago Aviolo

… spero di essere riuscito a farvi percepire la bellezza di questi luoghi che ospiteranno l’Adamello Ultratrail, un’ottima occasione per visitare Vezza d’Oglio e il Lago Aviolo, incoraggiando i partecipanti.

Adamello Ultratrail 2019: tutti gli eventi e come partecipare

Adamello Ultratrail offre quest’anno 4 opportunità di partecipazione per soddisfare le esigenze di un’ampia fascia di appassionati:

  1. La “gara regina”, Adamello Ultratrail, 170 km con partenza venerdi 20 alle ore 9 da Vezza d’Oglio. E’ la gara a cui parteciperà anche Stefania Ferrante.
  2. Adamello Trail, 90 km con partenza sabato 21 alle ore 9 da Ponte di Legno.
  3. Adamello 30Trail, 30 km con partenza domenica 22 alle ore 9, da Ponte di Legno.
  4. Adamello Slow Trail 20 km con partenza domenica 22 alle ore 9, dopo la 30 Trail, da Ponte di Legno. Udite, udite … è l’evento a cui parteciperò anch’io! Una camminata – corsa a passo libero che percorrerò con alcuni amici di parkrun scattando foto e video che potrete trovare sulla mia pagina Facebook.

Per iscrivervi dovrete visitare le rispettive sezioni del sito ufficiale https://www.adamelloultratrail.it/ e seguire le indicazioni.

Nel corso della mia visita a Vezza d’Oglio ho anche avuto modo di incontrare Paolo Gregorini, organizzatore dell’Adamello Ultratrail a cui ho chiesto di fornirmi un suo pensiero sulla manifestazione e sul legame con il territorio. Eccolo qui di seguito:

Paolo Gregorini: “Adamello Ultratrail è una manifestazione completa e aperta ad ogni tipo di appassionato della montagna. Per i veri trailer di montagna significa un viaggio di rara bellezza sui sentieri del Parco dello Stelvio e dell’Adamello sulle montagne di confine tra Lombardia e Trentino, perfetta organizzazione, magia dei colori autunnali e non ultima la speciale accoglienza che i volontari (oltre 250 ) sanno donare ai concorrenti.

Per i neofiti del Trail e per tutti i runners di lunga lena anche la distanza minore, la 30km Trail per un “lungo” di inizio stagione. Si aggiungono anche le due iniziative promozionali per i giovanissimi il 7 Settembre e la camminata a ritmo libero di 20 km la domenica 22 aperta a tutti.

Adamello Ultra Trail non è solo destagionalizzazione del turismo, valorizzazione del territorio, ma anche salvaguardia del patrimonio sentieristico. Il tracciato, in diversi tratti ostruito e devastato dalle trombe d’aria dell’autunno scorso, è stato ripristinato ed è agibile in tutta la sua lunghezza grazie al lavoro dei volontari e delle amministrazioni locali che da sempre hanno creduto nella bontà dell’iniziativa. I Camminamenti della Grande Guerra restano un indiscusso patrimonio da conservare e l’Adamello Ultratrail ha come mission il valorizzare luoghi e percorsi indimenticabili.”

Grazie a Paolo per il suo impegno e arrivederci al weekend della manifestazione quando anch’io percorrerò i 20 km dello Slow Trail ma soprattutto quando Stefania cercherà di portare a termine i 170 km della gara regina del weekend!

Spero come sempre di incontrare molti dei nostri lettori e di camminare e correre in compagnia!

Pubblicato da Matteo Di Felice il 22 Agosto 2019