Sughero Tostato: caratteristiche e impieghi

Sughero Tostato

Sughero Tostato, un materiale dalle caratteristiche uniche e certificate, naturale al 100%. Deriva dalla corteccia della quercia da sughero e si dimostra un eccellente isolante, sia nel periodo estivo, che in quello invernale. I vantaggi e gli impieghi possibili di questo materiale non finiscono qui, e ci riguardano da vicino: conviene saperli e conoscere chi opera nella filiera del Sughero Tostato, come Tecnosugheri, ad esempio, che da 50 anni è attiva nel settore del sughero di qualità, nel pieno rispetto delle normative e della committenza

Sughero tostato: di cosa si tratta

Un pannello di Sughero Tostato si ottiene tramite l’agglomerazione dei granuli di sughero basata sul processo termico di tostatura, durante il quale la corteccia della quercia da sughero rilascia la propria resina naturale, la suberina. La quantità di resina così liberata è sufficiente da permetterci di fare a meno di collanti aggiunti per completare l’agglomerazione del nostro blocco. Una volta raffreddata, la suberina “avvolge” ogni granulo con una “pellicola”, proteggendolo e rendendolo insensibile all’acqua e all’umidità. Ecco perché, come poi vedremo meglio, un pannello di Sughero Tostato è per sempre, dura un tempo infinito e non ha cali di prestazioni coibenti.



Chi opera nel settore lo sa bene: il sughero tostato e quello biondo hanno in comune solo la corteccia della quercia, come materia prima. La produzione è totalmente diversa, e grazie all’assenza di collanti e alle migliori prestazioni coibenti (Certificate e calcolate a norma CE), il sughero tostato è fortemente consigliato in tutti gli impieghi edili, sia per qualità delle prestazioni, che per durata nel tempo.

Tocchiamo con mano le differenze e i vantaggi nel prossimo paragrafo.

Sughero tostato: caratteristiche 

Naturale al 100%, “pluri” certificato, senza collanti ma con prestazioni durature e sicure: il Sughero Tostato si caratterizza così tra i vari materiali, simili e non, conquistando il cuore di architetti e progettisti, ma anche di chi è semplicemente attento al rispetto per l’ambiente e sa che ogni scelta responsabile è un passo in più verso una società più sostenibile.

Efficace e green, il Sughero Tostato può essere usato come “classico” cappotto, quello tradizionale rasato, ma è l’unico tra tutti i pannelli isolanti sul mercato che può essere anche lasciato a vista. Un vantaggio che apre infinite prospettive architettoniche e di design a tutti i progettisti, architetti o designer.

Sughero Tostato caratteristiche e impieghi

Sughero tostato: la Marcatura CE

Realizzato senza l’utilizzo di collanti aggiunti – come prescritto dai requisiti della Marcatura CE (EN13170) – e, nel caso del pannello CORKPAN di Tecnosugheri, certificato da ANAB-ICEA e natureplus – il Sughero Tostato risulta essere al 100% naturale. Per chi non lo sapesse, la Marcatura CE, che diamo troppo spesso per scontata e di cui poco ci preoccupiamo è invece un importante marchio a tutela del consumatore. Sono due letterine, “CE”, che nel caso del Sughero Tostato Tecnosugheri, assicurano che il pannello isolante abbia delle prestazioni minime garantite, quelle comunicate in etichetta.

Contrariamente a quanto si possa pensare, la Marcatura CE non è comune a tutti i materiali e non è una caratteristica che tutti i sugheri possono vantare. Il sughero biondo no, ad esempio, non è coperto da una Normativa EN europea che renda obbligatoria la Marcatura CE, ma il soddisfacimento di questo requisito sarebbe facilmente ottenibile attraverso una semplice Certificazione di prodotto (ETA), da parte del singolo produttore.

Nessun produttore di sughero biondo in Italia ha optato per la Marcatura CE di prodotto (ETA), preferendo ricorrere all’italico istituto dell’autocertificazione delle prestazioni, senza fornire informazioni e certezze sulla riproducibilità delle prestazioni o sugli scostamenti prestazionali che possono esistere tra un pannello e l’altro.

E’ importante sapere che il valore Lambda D (valore di conducibilità del prodotto marcato CE) e Lambda (valore del prodotto non marcato) non sono direttamente confrontabili, Senza un valore “D” anche per il sughero biondo, non è possibile paragonare le prestazioni dei due prodotti. A parità di condizioni ci calcolo, prendendo come dato il Lambda D del sughero biondo dell’unico produttore europeo che ha fatto l’ETA di prodotto, è evidente come il sughero tostato isoli circa il 30% in più, a parità di spessore.

Green più che mai, il Sughero Tostato non è bruciato ma é tostato. Il processo di tostatura dei produttori portoghesi garantisce il controllo delle temperature di cottura e l’assenza di IPA (Benzene, Benzopirene etc. etc). Lo stesso non si può dire di produttori di altri paesi. Nel caso del sughero CORKPAN di Tecnosugheri, la sicurezza per l’uomo, l’assenza di IPA e di altre sostanze nocive è oggetto di certificazione periodica da parte degli enti ANAB-ICEA e natureplus.

Tecnosugheri: il sughero di qualità in Italia

Tecnosugheri è stato un sugherificio milanese attivo nella produzione di sughero tostato ICB dagli anni 60 fino ai primi anni 90. Da questa data, l’azienda ha cessato la produzione, diventando partner commerciale di Amorim Isolamentos, primo produttore al mondo di sughero e semilavorati. Tecnosugheri tratta solo sughero per edilizia ed è, ancora oggi, un’azienda della famiglia Maffezzini. Da sempre, il nome Tecnosugheri è sinonimo di sughero di qualità in Italia e le competenze maturate dall’azienda nel settore edile le permettono di porsi come punto di riferimento per committenti e professionisti che decidono di usare il sughero per riqualificare energeticamente la propria abitazione, ricorrendo ad un materiale naturale ed eterno. Sì, perché il sughero CORKPAN è per sempre!

Il pannello di sughero tostato CORKPAN

Immaginiamo un pannello di sughero naturale auto-espanso e auto-collato sicuro per l’uomo e l’ambiente: c’è, si chiama CORKPAN e lo possiamo usare anche per l’isolamento termo-acustico delle nostre abitazioni.

CORKPAN è un pannello di sughero tipo ICB (Insulation Cork Board) ed è l’unico a poter vantare la certificazione per la bio-edilizia da un ente terzo (ANAB-ICEA) e ad essere certificato dal prestigioso ente austriaco Natureplus.

Le prestazioni termiche di questo prodotto sono garantite per tutta la vita del materiale, niente effetto invecchiamento e vita lunga per CORKPAN. In questa stagione mi preme sottolineare che è un isolante estivo eccellente vista la sua elevata inerzia termica, ma anche in inverno si farà apprezzare perché ha un valore di conducibilità a livello dei più comuni isolanti fibrosi e del 30% migliore rispetto al sughero non tostato.

A livello “architettonico” è importante sapere che CORKPAN è insensibile all’acqua e all’umidità e non si deforma, motivo per cui possiamo usarlo anche come cappotto faccia a vista, senza rasatura, e senza preoccupazioni, soprattutto. Su Ideegreen non posso tacere l’attenzione per l’ambiente che dimostrano AMORIM e Tecnosugheri, non a parole e slogan ma a fatti. A numeri, più che altro, perché in un ciclo di vita ipotetico del loro prodotto, di 100 anni, per ogni kg di pannello di sughero 1,33 kg di CO2 eq. è stoccata nel sughero, per via del processo biogenico di crescita della pianta. E’ una caratteristica certificata dagli studi LCA di ANAB ICEA e del Politecnico di Milano.

Applicazioni del sughero Corkpan

Il pannello CORKPAN è già protagonista di importanti interventi in realizzazione anche nel settore pubblico, per il Centro diurno per disabili di San Felice s/Panaro (MO), ad esempio, e per la residenza per ragazzi oncologici a Catania (WonderLAD). In generale il Sughero Tostato di CORKPAN può essere utilizzato per realizzare cappotti termoisolanti e lo troviamo già parte del Sistema Cappotto SecilVit CORK a base di calce idraulica naturale e microgranuli di sughero.

Sughero tostato CORKPAN

Edifici da riqualificare o da realizzare nuovi, con struttura tradizionale in latero-cemento o in legno, il pannello di sughero tostato è la scelta ideale, se poi abbiamo una facciata da coprire, si può utilizzare la versione CORKPAN MD FACCIATA per realizzare un cappotto in sughero e risparmio sui costi di gestione dell’immobile visto che questo materiale non necessita manutenzioni nel tempo. A proposito di facciate, ma non solo, questi pannelli essendo naturali, quando sono esposti ai raggi UV, si schiariscono ma lo fanno in base al proprio orientamento. Questo gioco di luce dà vita a colorazioni irregolari, con sfumature imprevedibili, che lasciano senza fiato ma riempiono di possibilità chi vuole approfittarne per e che offrono la possibilità di personalizzare facciate o pareti in modo creativo.

Pubblicato da Matteo Di Felice il 2 agosto 2016