Solare da 300MW con l’accordo nippo-ispanico

Il Giappone vuole sbarazzarsi del nucleare senza dare spazio alla dipendenza dai combustibili fossili. Così nel Paese del Sol Levante si punta all’energia geotermica e al fotovoltaico, anche se europeo: un’azienda spagnola prevede di investire circa un miliardo di euro nel solare del Giappone.

La società spagnola è la Gestamp Solar e ha firmato un accordo con l’azienda giapponese Kankyo Keiei Senryaku per costruire e gestire impianti solari dalla capacità di 30 MW. Entro tre anni, la partnership nippo-ispanica porterà all’allestimento di parchi solari per una potenza di 300 MW. Il 70% di tale capacità sarà distribuita sui tetti di infrastrutture già esistenti.

La Gestamp Solar può vantare grosse esperienze nel campo della progettazione e dell’allestimento di impianti solari sui tetti, un esempio è il tetto dello stabilimento Renault con i suoi 55 MW di energia installati nell’inverno 2012. Il quotidiano giapponese Nikkei ha riportato che la società spagnola completerà il suo primo impianto entro marzo 2013.

La partnership con la Kankyo Keiei Senryaku non sarà l’unica. L’azienda spagnola conta di firmare altri accordi per l’allestimento di tetti fotovoltaici su strutture come centri commerciali, parcheggi e stabilimenti. La Gestamp Solar non è nuova a collaborazioni con l’estero: ha installato una potenza complessiva di 450 MW in 13 Paesi tra cui Stati Uniti, India, Cile, Thailandia e Sud Africa.

Sulla scia del disastro di Fukushima, sono numerose le aziende nipponiche che cercano di investire nelle fonti rinnovabili. Secondo una stima governativa, entro il 2030, il Giappone avrebbe si appresterebbe a investire un capitale di 637,4 miliardi di dollari nelle energie rinnovabili. L’investimento servirebbe a estirpare completamente la dipendenza del Paese dall’energia nucleare.

Foto | GestampRenewables

Pubblicato da Anna De Simone il 15 ottobre 2012