Sciroppo di sambuco fatto in casa

sciroppo di sambuco fatto in casa

C’è chi lo chiama succo di sambuco e chi sciroppo di sambuco, la bevanda è la stessa! Ecco la ricetta per preparare il succo di sambuco in casa.

Sciroppo di sambuco fatto in casa: istruzioni per fare il succo di sambuco in casa. Ricetta originale e varianti. Il succo di sambuco è rinfrescante e altamente depurativo. Ecco come si prepara. 

Sciroppi, frutti e bevande fatte in casa

Per rendere più fresche le bevande fatte in casa, aggiungete qualche cubetto di ghiaccio e arricchite i bicchieri con fiori commestibili, erbe o frutta a fettine. Qualche esempio? Una fragola tagliata a fettine, un melone tagliato a cubetti, dei fiori di calendula dei campi sotto ghiaccio e qualche fogliolina di menta. I fiori commestibili si trovano nei supermercati ma sarebbe ancora meglio raccoglierli: sono molte le piante spontanee commestibili che crescono in Italia. Portulaca, calendula, bardana, stellaria… per farvi un quadro generale vi rimando alla pagina dedicata alle Erbe commestibili.

Al pari della calendula e della portulaca, anche i fiori di sambuco si possono mettere sotto ghiaccio. Come fare? Per un risultato ottimale, mettete prima un sottilissimo strato d’acqua nella vaschetta del ghiaccio. Riponetelo nel freezer e solo quando sarà perfettamente solido, aggiungete il fiore e portate a livello con altra acqua. In questo moto il fiore di sambuco (o altro fiore commestibile) si posizionerà esattamente al centro del cubetto di ghiaccio per un risultato estetico superiore. Per guarnire i bicchieri potete aggiungere piccole bacche come ribes e mirtilli.

Sciroppo di sambuco fatto in casa

Lo sciroppo di sambuco, chiamato impropriamente succo di sambuco, è una bevanda molto antica. Si prepara a partire dei fiori della specie Sambucus nigra, un albero molto diffuso nella medicina tradizionale.

Il sambucus nigra è molto usato per alleviare i sintomi di febbre, raffreddore e dei classici malanni stagionali. E’ popolare per i suoi fiori che hanno proprietà depurative, lenitive e rinfrescanti. I fiori di sambuco sono perfetti per preparare bevande dissetanti e depurative. Se avete intenzione di bere lo sciroppo di sambuco durante una dieta ipocalorica (se volete perdere peso) allora dovrete eliminare l’impiego dello zucchero e preparare una bevanda depurativa a base di sambuco addolcita con della stevia, un dolcificante naturale privo di calorie.

Sciroppo di sambuco fatto in casa, gli ingredienti

  • 1 lt di acqua
  • 1 kg di zucchero
  • 20 g di acido citrico
  • 90 fiori di sambuco

I fiori di sambuco si raccolgono in estate, tra giugno e luglio. Puliteli delicatamente con un panno inumidito. Ovviamente se la pianta di sambuco è trattata, evitate di impiegare i suoi fiori!

Per la preparazione dello sciroppo: fate bollire l’acqua con lo zucchero, lasciate addensare fino a ottenere una consistenza sciropposa. Spegnete il fuoco e aggiungete i fiori di sambuco e i 20 grammi di acido citrico.

L’acido citrico può essere facilmente acquistato in farmacia o su Amazon, dove un litro di Acido citrico Naturale e Puro al 100% si compra con 9,80 euro e spese di spedizione gratuite.

L’acido citrico vi consentirà di conservare, per lungo periodo, la bevanda in frigo. L’acido citrico è una sorta di “conservante naturale” estratto dal limone, infatti conferisce un fresco aroma di limone. Se decidete di consumare la bevanda nel giro di 24 ore, allora potete aggiungere del semplice succo di limone.

Coprite il liquido e lasciate i fiori in infusione fin quando la bevanda non si sarà raffreddata completamente. Prima di imbottigliare, filtrate con cura. Trasferite la bevanda in una bottiglia preferibilmente di vetro scuro e tappate.

Al momento di servire, dovete diluire lo sciroppo a piacere. Diluite in acqua fresca o acqua aromatizzata alla frutta. Lo sciroppo di sambuco si può usato per preparare freschissime granite o bevande con diluizione a piacere con acqua o acque aromatizzate. Provate una diluizione al 50% con acqua aromatizzata alla menta e 50% sciroppo si sambuco.

Potete usare lo sciroppo di sambuco per “allungare” un centrifugato di frutta o un estratto di ananas, mango e altri frutti dissetanti.

Pubblicato da Anna De Simone il 12 giugno 2016