Sale affumicato, proprietà

Sale affumicato

Sale affumicato, proprietà e come prepararlo. Gli usi in cucina, dove comprare il sale affumicato e caratteristiche.

Così come il sale rosso delle Hawaii, anche il sale affumicato è di tipo marino. Se con il sale delle Hawaii il processo di cristallizzazione avviene a stretto contatto con argille naturali, il sale affumicato è prodotto ponendo il sale marino (già cristallizzato) al fumo della combustione di diversi tipi di legno.

In base al legno impiegato, si possono ottenere aromi e caratteristiche differenti.

Sale affumicato, proprietà

Il sale affumicato è composto da cristalli di differenti grandezze: da grani grossi a sottili, fino a scaglie di cristalli più grandi.

E’ molto utilizzato nei paesi scandinavi e si suppone che abbia origine vichinghe.

Le proprietà nutrizionali del sale affumicato sono pressoché ascrivibili a quelle del sale marino naturale. E’ composto principalmente da cloruro di sodio e apporta tracce di calcio, magnesio, potassio, ferro e zinco.

Il consumo di sale affumicato è sconsigliato a chi soffre di pressione alta e osteoporosi. L’uso del sale, in generale, va limitato durante il periodo che precede le mestruazioni così da contrastare –almeno in parte- il gonfiore tipico legato alla ritenzione idrica di quei giorni.

Sale affumicato, utilizzo in cucina

L’utilizzo del sale affumicato è apprezzato soprattutto durante le grigliate o per quelle portate alle quali si vuole conferire quel classico retrogusto legnoso.

Il sale affumicato ha un aroma deciso e un retrogusto di legno dovuto alla sua particolare esposizione ai fumi della combustione di legni aromatici. La tradizione vede la preparazione del sale affumicato con legno di quercia o di ginepro.

Grazie al suo aroma, il sale affumicato è molto apprezzato per le braciate di carne e di pesce. Conferisce agli alimenti un aroma deciso.

Si può usare per salare anche primi piatti come la pasta alla carbonara.

Altri usi in cucina lo vedono impiegato per salare determinate verdure, soprattutto impiegate in vellutate. Si può usare per dare un sapore più deciso a patate al forno e purea.

Si può usare per salare pizze gourmet farcite con pomodori secchi, olive nere e fior di latte.

Il sale affumicato con legno di quercia ha un colore dorato. Viene usato per salare zuppe di pesce e salse.

Sale affumicato, come si fa

Il sale affumicato si può preparare con il fai da te. La preparazione, però, non è semplice come molti vorrebbero. Con la preparazione domestica si rischia di ottenere un prodotto scialbo eccessivamente contaminato dai fumi. Per tutte le istruzioni e mettere alla prova le proprie capacità, vi invitiamo a visitare l’articolo guida dedicato al sale affumicato fatto in casa dove non manca un video dimostrativo del fai da te.

Nella preparazione domestica del sale affumicato fai da te, potete usare qualsiasi essenza legnosa aromatica: noce, quercia, alloro… ma quando si tratta di sale affumicato pronto all’uso, rinvenuto sul mercato, assicuratevi che sia stato preparato con essenze legnose di quercia così come prevede la tradizione vichinga.

Sale affumicato, dove comprarlo

Se preferite l’acquisto, scegliete un sale affumicato con preparazione che rispetta le antiche tradizioni vichinghe. Se con la preparazione domestica possiamo essere più tolleranti, con l’acquisto di un prodotto finito dobbiamo diventare più esigenti!

Dove trovare il sale affumicato

Nei negozi di alimentari più diffusi o sfruttando la compravendita online. Su Amazon, tra i vari prodotti migliori segnaliamo il sale affumicato Maldon. Come premesso il costo d’acquisto non è bassissimo: una confezione da 125 g si compra al prezzo di 7,08 euro con spese di spedizione gratuite.

Per tutte le informazioni vi rimando alla pagina: Maldon Smoked Salt 

Il sale segnalato è stato affumicato in legno di quercia.

A prescindere dal prodotto che acquisterete, scegliete un sale affumicato preparato con l’impiego di legno di quercia e/o di ginepro. Tali fragranze sono perfette anche per i palati più esigenti.

Pubblicato da Anna De Simone il 26 agosto 2017