Frangipane, pianta e cure

frangipane pianta

Frangipane, pianta e sua coltivazione: consigli su come curare e concimare la plumeria, pianta anche nota come frangipani. Fiore e caratteristiche botaniche. 

Frangipane, pianta e fiore

Con il termine popolare frangipane si identifica il genere Plumeria, anche noto come plumiera o pomelia. Si tratta di piante appartenenti alla famiglia delle Apocynaceae.

Vi sono diverse specie di frangipani, alcune più resistenti al freddo e altre che non tollerano le basse temperature. Non c’è da meravigliarsi: questo genere è originario delle zone caraibiche e dell’America centrale. Per il profumo e per la bellezza dei suoi fiori, il frangipani è considerata una vera meraviglia della natura.

L’intero genere è composto da piante arbustive che, nel loro habitat naturale, sono in grado di prosperare e raggiungere un’altezza di 10 metri. Nel nostro clima la pianta si sviluppa più timidamente ma con le giuste cure può regalare fioriture abbondanti.

Il fiore del frangipani è grande dai 5 ai 10 cm, è formato da 5 – 7 petali. In base alla pianta, i fiori della plumeria possono essere rosso, rosa, bianchi, giallo, arancione…. Dai fiori si sviluppa poi un baccello (follicolo). Questo frutticino racchiude dai 20 ai 100 semi a seconda della specie. Il baccello è lungo appena 1-2 cm ed è formato da un’ala in grado di farsi trasportare dal vento.

Plumeria o frangipani, le specie più coltivate

Come premesso, questo genere di piante raccoglie un gran numero di specie e tante varietà selezionate dai vivai. Tutte le plumerie hanno le medesime esigenze e necessitano delle stesse cure, l’unica differenza la fa la resistenza al freddo. Pochi ibridi sono stati selezionati per resistere al clima più freddo così da consentirne la coltivazione in pieno campo. Comunemente, però, si tratta di una pianta da coltivare in vaso e da riporre al riparo nel periodo invernale. Le specie più coltivate:

  • Plumeria rubra
  • Plumeria obtusa
  • Plumeria pudica

Chi cerca una plumeria resistente al freddo può puntare alla Plumeria rubra var. acutifolia con grandi fiori bianchi e dal cuore giallo. Il fiore di questa varietà è molto profumato.

Frangipani, cure e coltivazione

frangipani non sono piante difficili da coltivare, anzi. Nella coltivazione vi basterà ricordare che sono piante tropicali quindi hanno bisogno di:

  • clima mite
  • acqua
  • sole
  • buon nutrimento

Il nemico numero uno dei frangipani è il gelo. Durante l’inverno le temperature non devono scendere sotto i 5° C, così la coltivazione in vaso è obbligatoria in molte zone d’Italia.

Durante l’inverno, è possibile riporre la pianta al riparo, in un luogo anche poco luminoso ma dove le temperature siano tolleranti, nell’ideale intorno ai 15° C. In questo modo la pianta potrà entrare in riposo vegetativo senza subire danni. Durante l’inverno le irrigazioni dovranno diminuire drasticamente.

In estate, la pianta necessita di molta acqua ma bisogna evitare ogni ristagno idrico, anche nel sottovaso. La pianta va irrigata solo quando il terreno è asciutto. Quindi tra un’irrigazione e l’altra attendete che il terreno si asciughi.

L’acqua è necessaria per la fioritura ma lo è altrettanto il concime. La pianta necessita di un apporto bialanciato di diversi nutrienti che, nel suo habitat naturale, non fatica a reperire.

Se la pianta è coltivata in piena terra, basterà concimare con un fertilizzante per piante fiorite. Quando la pianta è coltivata in vaso è opportuno concimare con concimi specifici per frangipani. Questo perché la pianta ha un elevato bisogno di fosforo che i concimi generici per piante fiorite non riescono a soddisfare.

Non è facile trovare concimi specifici per frangipani o comunque con un elevato tenore di fosforo. Potete rivolgervi e ordinare concimi analoghi ai garden center della vostra città oppure acquistarlo sfruttando la compravendita online.

Su Amazon, un buon concime concentrato per Plumeria (frangipani) si trova al prezzo di 12,95 euro per il flacone da 250 ml. Con questa quantità è possibile ottenere 120 litri di fertilizzante liquido. Se la pianta si trova in difficoltà, però, dovreste raddoppiare l’apporto di concime. Se la pianta gode di buona salute, mantenete l’apporto di concime al minimo così come prescritto dal produttore.

Per tutte le informazioni sul prodotto vi rimandiamo alla pagina ufficiale: Fertilizzante liquido per Frangipani.

 

Pubblicato da Anna De Simone il 26 agosto 2017