Rivestimento per piscina, consigli utili

Rivestimento per piscina

Rivestimento per piscina: resina, pietra, pvc e tanti materiali da passare in rassegna prima di scegliere quello più adatto per rivestire la nuova piscina.

Se eravate indecisi tra la piscina interrata o fuori terra e alla fine avete optato per la prima scelta, ora vi trovate a dover affrontare il dilemma del rivestimento, in effetti se siete molto esigenti, vi ritroverete a scegliere il rivestimento anche per la piscina fuori terra!

I rivestimenti per piscina sono tantissimi e tutti con caratteristiche da esaminare: impatto estetico, facilità di pulizia, porosità, usura, resistenza… In questa pagina sottoponiamo alla vostra attenzione i più diffusi rivestimenti per piscine.

Per una piscina naturale, la scelta del rivestimento in pietra e quasi d’obbligo, ma quando parliamo di piscine che non devono necessariamente avere un aspetto naturale, la scelta del rivestimento è molto variegata.

Nell’articolo intitolato quanto costa una piscina interrata abbiamo visto che una buona parte del costo di una piscina è scandito proprio dal rivestimento. I rivestimenti per piscine sono tantissimi e possono essere più o meno pregiati. Il rivestimento in PVC è quello più economico mentre i più costosi sono quelli più all’avanguardia che sono belli anche al tatto.

Rivestimento per piscina

Il rivestimento di una piscina può integrarsi perfettamente con l’ambiente circostante facendo risaltare la vegetazione oppure mettendo in risalto il fondale della stessa piscina.

rivestimenti delle piscine, però, non svolgono solo un ruolo estetico, hanno dei gravosi compiti strutturali da svolgere.

Il rivestimento ha il compito di isolare la struttura dall’acqua preservandola dal freddo, dai componenti chimici e dalle infiltrazioni.

Rivestimento piscina in PVC

I rivestimenti in PVC sono economici e rappresentano la soluzione più pratica perché facili da installare su qualsiasi tipo di struttura (piscina interrata o fuori terra), sono durevoli nel tempo e piacevoli al tatto.

Il pcv restituise una superficie morbida al tatto, liscia ma non scivolosa e dalla texture piacevole.

I rivestimenti in PCV possono imitare egregiamente la pietra o il marmo, restituire rivestimenti chiari o scuri e addirittura imitare la grafite o l’ardesia. Sono molti i produttori che forniscono membrane di rivestimento piscine in PVC, dai più tradizionali unicolor ai più evoluti rivestimenti.

Il pvc si adatta bene a rivestire piscine interrate o fuori terra, piscine in cemento o con pannelli di acciaio, legno, polietilene o di altri materiali.

Rivestimento piscina in piastrelle o mosaico

In realtà, non è il rivestimento in PVC in sé a essere più economico ma è la posa a fare la differenza. In commercio si trovano rivestimenti per piscine in piastrelle dal prezzo piuttosto contenuto ma, sommando il costo d’acquisto a quello della manodopera necessaria per la posa, i costi complessivi superano quelli del PVC.

Piastrelle e mosaici possono rivestire la piscina in modo ottimale ma presentano diversi problemi legati alla manutenzione: periodicamente sarà necessario sbiancare e ripulire le fughe tra le piastrelle del fondo della piscina. Lo stesso problema può ripresentarsi anche in caso di mosaico.

Pietra o malte cementizie

La pietra è un rivestimento naturale che, in base ai gusti, può essere scelta con finiture, forme e colorazioni anche molto diverse tra loro. La pietra ha il vantaggio di poter rivestire l’interno della piscina e la zona limitrofa con lo stesso identico motivo e materiale.

In commercio si stanno diffondendo delle resine e malte cementizie che ricreano il motivo della pietra naturale. La malta cementizia, così come il PVC e la pietra, può fornirsi in forme e colori differenti. Molte malte cementizie sono da te da formule composte con i più puri aggregati di marmo naturale.

Rivestimento piscine a confornto, in sintesi

Piastrelle, mosaici e pietre possono essere molto belli ma più difficili da pulire, soprattutto a lungo termine. Considerate che le fughe tendono sempre ad annerirsi. Rivestimenti in pvc e malte cementizie impermeabilizzanti specifiche per piscine, sono di più facile manutenzione.

Tra rivestimenti per piscine in pvc e malte cementizie bisogna considerare che le malte sono particolarmente resistente alle incisioni anche se stese in rotoli. Per rendere i rivestimenti in pvc resistenti alle incisioni bisognerebbe scegliere particolari composizioni protette da un multistrato di vernice acrilica e rinforzata da rete di poliestere ma in questo caso il rivestimento perderebbe il vantaggio dell’economicità.

Pubblicato da Anna De Simone il 23 agosto 2016