Ritorna a Milano, Domenica a Spasso

Motori spenti a Milano per combattere il problema dell’inquinamento dell’aria in città. Il giorno 14 ottobre è stato predisposto il blocco del traffico limitato che parte dalle 10 di mattino fino alle 18 del pomeriggio. Si tratta di un appuntamento che si rinnova dopo quello di domenica 16 settembre, “Domenica a Spasso”, un’iniziativa che è stata proposta anche precedentemente lo scorso 27 maggio.

L’iniziativa non si limita al puro e semplice blocco del traffico, ma ha lo scopo di proporre una mobilità alternativa, coinvolgendo altri mezzi di trasporto, come le biciclette, i pullman e anche le vetture elettriche. Domenica prossima a Milano sarà consentito l’utilizzo di qualsiasi mezzo, con l’unico requisito che non emetta sostanze nocive all’ambiente o sia ad emissioni ridotte.

A favore dei cittadini sono state organizzati differenti iniziative, tra cui visite gratuite presso i musei civici, per finire con la passeggiata da Piazzale Loreto a Piazzale Duomo, che è stata denominata “a ruota libera” con la sola partecipazione di persone in bici, pattini, monopattino o skateboard. Le iniziative a favore del cittadino non mancano: l’azienda di trasporti ATM metterà a disposizione, per tutti coloro che vogliono servirsi dei mezzi pubblici, un biglietto unico per tutta la giornata, al prezzo di 1,50 euro. Ci sarà anche un servizio gratuito di bike sharing. Il programma di “Domenica a spasso” sarà attivato di nuovo il 18 novembre.

C’è dell’altro: in concomitanza con quasi tutte le città italiane, anche a Milano si vivrà la prima “Giornata Nazionale del Camminare”, organizzata da FederTrek, in collaborazione con la rivista Trekking&Outdoor e patrocinata dal Ministero dell’Ambiente. All’interno del calendario da segnalare un evento unico la “meditazione camminata” organizzata dall’Associazione Essere Pace. Un’associazione ispirata all’insegnamento del monaco buddhista Thich Nhat Hanh. La meditazione camminata, aperta a tutti, partirà dalla fontana di Largo Cairoli, per giungere, costeggiando il Castello Sforzesco, fino a piazza Cadorna.

L’appuntamento è alle 16.00 e, dopo una breve introduzione che spiega il significato di questa meditazione, si partirà per giungere poi a destinazione. Beh, nel frattempo non ci resta che meditare sulle conseguenze che le vetture a combustione provocano sull’ambiente, chissà magari dopo la meditazione opteremo per una vettura elettrica.

Pubblicato da Anna De Simone il 7 ottobre 2012