Il riciclo del vetro, tutte le info

riciclo del vetro

Riciclo del vetro: cosa si ottiene dal vetro riciclato. Raccolta differenziata del vetro e come spiegare l’importanza di questo materiale in una scuola primaria.


Quando si parla di riciclo del vetro gli italiani possono camminare a testa alta: l’Italia si dimostra virtuosa per quantità di vetro raccolto e avviato al riciclo, parliamo di oltre un milione e mezzo di tonnellate di vetro e con questa cifra l’Italia si piazza tra i Paesi d’Europa che meglio gestiscono i rifiuti di vetro.

Come spiegare il riciclo del vetro ai bambini

Per dare lezioni di riciclaggio del vetro ai bambini della scuola primaria, potete seguire la guida: come spiegare il riciclo ai bambini. Tra gli esempi proponiamo proprio quello del vetro.

Riciclo del vetro in Italia e in Europa

Con più di 1.800.000 tonnellate, l’Italia si piazza al secondo posto nella classifica dei paesi europei più “ricicloni” di vetro, davanti a noi solo la Germania.

Secondo i dati pubblicati dalla Federazione europea dei produttori di contenitori di vetro, i tassi medi di riciclo del vetro nell’Unione Europea, già dal 2012, hanno superato la soglia del 70 per cento e l’Italia si posiziona al di sopra di questa media e, negli ultimi 5 anni, la raccolta del vetro non ha fatto altro che migliroare. Dagli anni Novanta a oggi il tasso del riciclo del vetro è cresciuto del 131%.

I dati mostrano anche che la crescita del settore è proporzionata non solo alla riduzione del consumo di risorse ma anche a una riduzione dell’impatto ambientale: grazie al riciclo del vetro sono stati risparmiati 189 milioni di tonnellate di materia prima e 138 milioni di tonnellate di rifiuti che non sono finiti nelle discariche.

Per rendere l’idea del risparmio dettato dalla buona pratica di riciclo del vetro, è stato calcolato che con la sola materia prima risparmiata per produrre nuovo vetro si potrebbe costruire l’equivalente di due piramidi egizie.

“Il riciclo rimane la strada da percorrere – ha dichiarato Stefan Jaenecke, presidente di FEVE – ecco perché già 40 anni fa abbiamo contribuito a mettere in campo il sistema di riciclo del vetro, ad informare il pubblico ed a gestire contenitori e bottiglie in vetro come risorse preziose per la nostra industria. All’epoca, non l’abbiamo chiamata economia circolare, ma si tratta proprio di questo!”

Con il riciclo non si risparmia solo materia prima, il risparmio si fa sentire in termini energetici durante tutta la filiera produttiva. In altre parole, produrre vetro da materia vergine costa molta più energia di quella investita nel ripristino del vetro raccolto ma solo quando il prodotto è a km zero e non necessita di trasporti a lunghe distanza. La materia prima per produrre il vetro, in realtà, è molto economica quindi la convenienza del riciclo del vetro è legata esclusivamente a una buona gestione del vetro raccolto.

I veri vantaggi economici non risiedono nel mancato approvvigionamento della materia prima, bensì nel risparmio energetico legato alla trasformazione di questa.

Per riciclare il vetro è sufficiente solo un terzo dell’energia impiegata per produrlo ex novo. Il vetro viene raccolto e dopo alcuni trattamenti che ne determineranno la purezza, il vetro viene fuso e così è pronto per affrontare un nuovo ciclo di vita.

La raccolta di tipo “misto”, come avviene oggi in Italia, permette la produzione unicamente di vetro di colore giallo e verde anche se, economicamente, è molto più “pregiato” il vetro scuro. In Italia dovremmo ora puntare alla raccolta differenziata del vetro…. differenziandolo per colore! Un riciclaggio più efficiente sarebbe possibile mediante la separazione dei diversi colori di vetro: verde, bianco e marrone.

Riciclo del vetro in Germania

La materia prima di produzione del vetro è principalmente sabbia silicea. La sabbia silicea rappresenta il 12% della crosta terrestre e quindi si tratta di una materia prima economica e abbondante. Il vetro, per il suo materiale di origine è un prodotto economico da elaborare ex-novo. La convenienza del riciclo del vetro risiede, come premesso, nel poter risparmiare energia durante la filiera produttiva.

La sabbia silicea pura ha una temperatura di fusione di 1700 °C e richiede il 25% di energia in più rispetto alla fusione del vetro conferito con la raccolta differenziata.

Questo vantaggio economico e ambientale si perde se poi, il vetro destinato al riciclo, deve percorrere molti km e richiedere energia per il trasporto. Per questo motivo, i paesi più virtuosi cercano di svolgere l’intera filiera di riciclo del vetro all’interno dei propri confini.

Il vetro conferito con la raccolta differenziata in Italia, spesso finisce in Svizzera o in Francia. La Germania, invece, riesce a svolgere tutte le fasi del riciclo nei suoi confini.

Il tasso di riciclo del vetro in Germania è pari all’85% e con questa percentuale la Germania detiene il primato di Paese più riciclone d’Europa per questo materiale.

In Europa i paesi che riciclano più vetro, in ordine, sono:

  • Germania 85%
  • Italia 77%
  • Spagna 67%
  • Francia 63%
  • Regno Unito 62%
  • Polonia 44%

In Germania, il riciclo del vetro mira anche al riutilizzo, infatti sono attivi dei programmi di vuoto a rendere. Al momento dell’acquisto di una birra o qualsiasi bevanda in vetro, il consumatore versa una cauzione che va dagli 8 centesimi di euro fino ai 15 centesimi.

Vetro, meglio il riciclaggio o il riutilizzo?

Le bottiglie di vetro possono essere riutilizzate, in teoria, all’infinito. Una stima più razionale riferisce che una bottiglia di vetro può essere riutilizzata fino a 50 volte.

Non è facile determinare se è più conveniente il riciclo o il riutilizzo del vetro perché i fattori da considerare sono molteplici:

  • I rifiuti in vetro sono più facili da trasportare perché vengono finemente sminuzzati. Le bottiglie integre occupano più spazio e richiedono più premure per il trasporto.
  • Le spese di trattamento hanno un forte impatto. Le bottiglie di vetro da riutilizzare devono subire trattamenti di pulizia, risciacquo… Analogamente il vetro destinato al riciclo deve subire un trattamento di fusione e rimodellamento.
  • Il riempimento delle bottiglie è possibile solo in moduli standardizzati.

Riciclo del vetro, codici di riciclaggio

Il codice di riciclaggio 70 – GL indica il vetro incolore/bianco. Il codice di riciclaggio 71 GL indica il vetro di colore verde. Il codice di riciclaggio 72 GL indica il più pregiato vetro marrone.

Riciclo del vetro, cosa si ottiene

Dalla raccolta del vetro non si ottiene solo altro vetro. I mercati secondari della raccolta del vetro possono portare alla produzione di:

  • Prodotti isolanti per la bioedilizia
  • Prodotti sanitari in vetroceramica
  • Mattoni in vetroceramica
  • Mattoni in vetro
  • Erba sintetica
  • Sabbia per campi da golf
  • Tavoli da cucina
  • Lavandini e altri sanitari
  • Sistemi di filtrazione dell’acqua
  • Vetro come materiale abrasivo
  • Vetro come aggregato di materiali da costruzione

Tutti i cittadini italiani hanno il dovere di fare la loro parte, per questo vi proponiamo una guida attenta e puntuale su Come riciclare il vetro.

Pubblicato da Anna De Simone il 11 febbraio 2017