Pista Ciclabile di Napoli

L’inaugurazione ufficiale è stata fatta sabato 10 novembre e così anche Napoli ha la sua pista ciclabile. Il primo itinerario della ciclabile di Napoli si spinge da Bagnoli fino a Piazza Garibaldi ma non mancano percorsi più interni a prova di ciclista.

Mai vista una Napoli così piena di biciclette, i 20 km di pista ciclabile si snodano tra centri di pubblico interesse (Viale Kennedy, Università di Ingegneria, Viale Augusto, Piedigrotta) e punti panoramici come Via Caracciolo, via Partenope e Castel dell’Ovo. La presenza della pista ciclabile di certo incentiverà i cittadini napoletani a muoversi in bici ma non senza fatica: Napoli è una città ricca di salite e discese e chi si aspetta un percorso pianeggiante come con le ciclabili di Firenze o Bologna, sbaglia alla grande! Raccogliete le energie e salite in sella, oppure valutate l’acquisto di una bici elettrica!



Pista Ciclabile di Napoli, i contro
Se i vantaggi sono chiari a tutti, dopo aver testato la ciclabile di Napoli, possiamo individuare dei punti critici da risolvere.

La pista ciclabile di Napoli non è accessibile
E’ vero, c’è la ciclabile ma se non ci sono i mezzi di trasporto pubblico che ne garantiscono il collegamento con la periferia la pista ciclabile diviene un itinerario per pochi. Raggiungere la Pista Ciclabile di Napoli dalle periferie dall’area Flegrea è dura: bisognerebbe affidarsi al servizio Sepsa che non garantisce la copertura di tutte le corse, in più, dopo interminabili attese, bisognerà districarsi per trasportare la bicicletta su e giù per scale e sottopassaggi. La situazione non è molto diversa se ci si affida alla Metropolitana di Napoli. Non è per niente possibile raggiungere la Pista Ciclabile dai Paesi Vesuviani perché la linea della circunvesuviana non prevede il trasporto di biciclette.
Manutenzione
Manca un piano di manutenzione adeguato, indispensabile in una città fragile come Napoli: a Bagnoli, parte della pista ciclabile è già occupata dai senza tetto.
Il Percorso
Il ciclista è costretto a invadere una pompa di benzina e percorrere aree ad alto contenuto di smog e scarsa visibilità come il tunnel Quattro Giornate.

GUARDA LE FOTO DELLA PISTA CICLABILE DI NAPOLI

Pista Ciclabile di Napoli e opinione pubblica
Non tutti i napoletani hanno apprezzato l’allestimento della Pista Ciclabile. L’obiettivo della Giunta De Magistris è quello di rendere Napoli una capitare europea “smart” ma si tratta di un traguardo piuttosto lontano sia perché manca un’educazione civica adeguata sia perché mancano infrastrutture ad hoc. C’è chi non voleva una Pista Ciclabile ma piuttosto più aree parcheggio, più sicurezza nelle scuole comunali e una migliore gestione dei servizi di trasporto pubblico che attualmente vertono in uno stato di degrado spaventoso. L’allestimento della pista ciclabile non esclude che le autorità di competenza si stiano mobilitando anche per affrontare e risolvere altre questioni nell’ottica di rendere Napoli più vivibile step dopo step.

GUARDA LE FOTO DELLA PISTA CICLABILE DI NAPOLI

Pista Ciclabile di Napoli, un bene da vivere
Abbandonando i criticismi, la ciclabile di Napoli è un bene da vivere sia in termini pratici che in ideologici: è simbolo della volontà di crescita della città. Una grande metropoli come Napoli non poteva non avere una pista ciclabile, ora sta ai cittadini valorizzarla.

Pubblicato da Anna De Simone il 13 novembre 2012